Sabato 28 Marzo 2020
   
Text Size

Football Acquaviva 1-0 Real Sannicandro

football Acquaviva_27_ottobre_2019

Cicero entra, segna, fa impazzire il pubblico, e chiude il match.


Dopo la batosta di San Giovanni Rotondo, la Football torna fra le calorose mura del Giammaria, più riposata e più concentrata, anche grazie all’ora in più di sonno ottenuta grazie al ritorno dell’ora solare. Con il ritorno dell’ora solare, torna anche il sole su Acquaviva, per scacciare le “nubi” dei match precedenti, che hanno fatto oscillare i biancoblu a metà classifica. La Football Acquaviva affronta i “vicini” del Real Sannicandro senza Muzio Fumai, mister dei biancoblu, non disponibile. Per questo, lo sostituisce mister Tafuni, che decide di schierare in campo: Carnevale D. (PT) , Racano, Trotti, Fazio, Laneve (C ), Tassielli, Tisci, Capussela, Colaianni, Farella e Lagravinese. A sua disposizione: Miale,Napoletano, Sciavilla, Mastrovito, Ventura, Cicero, Giannini, Pastore e Cardinale.

Inizia il match. Nei primi minuti le due squadre non mostrano tanto fraseggio, e tentano continue imbucate, tramite lanci lunghi, che finiscono puntualmente con la palla fra le mani dei due estremi difensori. La prima occasione della partita è targata Football: al 6’, sugli sviluppi di un calcio di punizione, la palla arriva a Laneve, che d’esterno, colpisce il pallone all’altezza della linea di fondo, ma finisce sulla rete esterna della porta. Al 14' , Farella si libera di due avversari con un dribbling, viene colpito al limite dell'area, ma per l'arbitro è tutto regolare. Al 21’ pericolosissima la Football, con Fazio, che colpisce il pallone da fuori area, facendolo finire di poco al lato della porta protetta dall’estremo difensore sannicandrese. Ancora più aggressiva l’Acquaviva su calcio di punizione: al 23’ Capussela la crossa in area, Laneve la colpisce di testa, ma l’azione si interrompe grazie ad un miracolo del portiere che respinge il pallone. Dal 30’ al 35’, invece, ci saranno cinque minuti di fuoco per i ragazzi del Real Sannicandro: al 30', con la prima occasione pericolosa del Sannicandro con Gasparro, che tenta un tiro dal limite dell'area, facendo finire il pallone ben distante dalla porta difesa da Carnevale. Due minuti più tardi, Gasparro vede l’inserimento in area di Zonno, che tenta il tiro, ma che viene bloccato da Tassielli. Palla in calcio d’angolo per il Sannicandro. Sugli sviluppi del corner, Lepore colpisce il pallone di testa, facendolo finire di poco sopra la traversa protetta dal portiere acquavivese. Clamoroso al 37’ : a seguito di un cross di Tisci, la palla finisce in area, dove viene colpita al volo da Colaianni, ma essa non raggiunge la porta, in quanto deviata nettamente col braccio del centrale del Real Sannicandro. Per l'arbitro non è rigore, si prosegue. Verso la fine del primo tempo arriva il primo cambio in casa Football: esce Capussela, infortunato, entra Marco Napoletano. Finisce a reti inviolate il primo tempo.

Si riparte. La seconda frazione di gara s’infiamma subito, con un rigore non concesso a Laneve, che secondo il direttore di gara, ha commesso un fallo in attacco. Al 54’ la Football Acquaviva sfiora il vantaggio, quando, sfruttando un contropiede, la palla arriva sulla fascia a Colaianni, il quale con un passaggio rasoterra in obliquo, la indirizza alla destra del secondo palo, non trovando il tap-in da futsal di Farella, che arriva in scivolata in ritardo di qualche centesimo di secondo. Per la franchigia acquavivese, c’è pure spazio per Giannini, che si fa notare subito colpendo il pallone in area al 55’, ma spedendolo fra le braccia del portiere. Al 57’ di nuovo pericoloso il Real Sannicandro, con Gasparro, che dalla fascia, tenta un tiro cross che mette in difficoltà Carnevale, il quale si vede obbligato a deviare il pallone in angolo, sopra la traversa. Al 65’ la Football si rende ancora pericolosa con un’ azione fotocopia di quella del nono minuto, dove questa volta è capitan Laneve a tentare il tap-in in scivolata, ancora mancato per qualche decimo di secondo. Per i biancoblu c’è bisogno di rinforzi in attacco, e per questo, mister Tafuni decide di schierare in campo Pastore. Nonostante questa sostituzione, i numerosissimi assedi, che hanno come intento quello di penetrare la retroguardia difensiva del Real Sannicandro, si riveleranno inefficaci. La svolta del match si ha all’88’ quando, in un solo minuto, Pierpaolo Cicero sostituisce Farella, entra in campo, si inserisce in area, colpisce il pallone, che dopo esser stato deviato da un ginocchio di un centrale sannicandrese, finisce per gonfiare la rete avversaria. È gol! Il pubblico è in visibilio! Cicero, che fino a due minuti prima si riscaldava con una pettorina fosforescente addosso, adesso si ritrova ad esultare come Lautaro Martinez di fronte al pubblico del Giammaria, accerchiato da tutti i suoi compagni di squadra. La “pazza” Football ce l’ha fatta ancora! Ha dimostrato che le partite finiscono al 90’(+4) , e che alla fine, gli Dei del calcio, emettono sempre il loro giudizio definitivo! Finisce così il match! Il classe 2001 Cicero la risolve, mandando la Football al sesto posto, a soli due punti dalla zona playoff!

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.