La Football Acquaviva riparte da Muzio Fumai

Muzio Fumai


Intervista al nuovo tecnico dei biancoblu


Il campionato di Prima Categoria è in vacanza, ma le società calcistiche di Acquaviva no. A seguito dell’addio di mister Digiorgio, la Football Acquaviva ha annunciato, in un pomeriggio di inizio luglio, il suo nuovo allenatore, Muzio Fumai, nel cui curriculum possiamo trovare esperienze fra i campionati di Eccellenza, Promozione e Prima Categoria con le realtà sportive di Mola, Trani e Capurso. Noi della redazione di Acquavivanet abbiamo l’opportunità di fare due chiacchiere col nuovo tecnico biancoblu.

Muzio Fumai

Salve Mister, innanzitutto, le auguro il benvenuto alla Football Acquaviva. I tifosi biancoblu, molto probabilmente, ora si staranno chiedendo : “Chi è Muzio Fumai?”

“Sono un giovane allenatore che ha tanta voglia di far bene e di mettersi in mostra. Ho commesso un po’ di errori in passato in Eccellenza, a causa di scelte un po’ particolari, però vedendo lo scorso campionato col Capurso, che ho condotto fino ai playoff, intendo comunque proseguire su quella scia per far sognare i tifosi di Acquaviva”.

La seconda domanda che vorrei porle è: “Perché proprio la Football, cosa l’ha spinta a scegliere i biancoblu per questa nuova avventura?”


“Quello che mi ha spinto è stata l’insistenza della società, che mi cercava da un bel po’. Per questo li ringrazio per la fiducia che mi hanno dato. La cosa bella è che si può lavorare con un gruppo di giovani che viene dal settore giovanile. Questo è davvero da encomiare e da far vedere anche ad altre società”.


La Football Acquaviva è una società che si assomiglia all’Athletic Bilbao, visto che punta quasi totalmente su ragazzi acquavivesi, molto spesso provenienti dalla “cantera” giovanile. Pensa che potrà sfruttare al meglio i giovani talenti acquavivesi a sua disposizione?


“Beh, sì. Ripeto che ciò che mi ha spinto verso la Football è proprio questo. L’anno scorso ho visto tanti giovani interessanti giocarci contro, ma non voglio far nomi, perché altrimenti sarebbe scorretto. Non vedo l’ora di poter allenare questi giovani, per spingerli ad esprimersi al massimo”.

Quali sono gli obiettivi della Football per questa nuova stagione 2018-2019?


“Al momento è difficile parlare di obiettivi. È comunque una squadra giovane, che va amalgamata e lavorata. Lavoreranno con le mie idee diverse, e mi auguro che possano assimilare al quanto prima gli schemi che darò. Quando conosceremo le squadre nel girone, potremo iniziare a porci degli obiettivi con la squadra. Certamente, non sono qui di passaggio, ma voglio far bene a lungo”.

Per concludere, le vorrei chiedere se ha qualcosa da dire a tifosi biancoblu che adesso stanno leggendo l’articolo da casa, in vista di questa nuova stagione, tutta da vivere al Giammaria.


“So che il Giammaria sarà in erba sintetica, diventerà un piccolo gioiellino. Ho visto che la squadra è molto seguita ad Acquaviva. Mi auguro di far vedere un bel gioco e di far divertire i tifosi, che è la cosa più bella di questo sport”.