Mercoledì 11 Dicembre 2019
   
Text Size

Il Derby della Cassarmonica termina a reti inviolate

Derby Cassarmonica_2019

Termina con un pareggio la stracittadina acquavivese

 

È il momento che tutti ad Acquaviva stavano aspettando. Gli spalti del Giammaria sono stracolmi: non si vedeva una bolgia così vasta “dai tempi dell’Acquaviva dell’ Eccellenza”, per intenderci. Questa volta però, i 600 spettatori del Giammaria sono divisi in due. Due parti di una città, due coppie di colori, due striscioni, due coreografie, due fedi, due parti di una città che oggi sembra dire: “sì, oggi è quel giorno”, perché oggi è il giorno del Derby della Cassarmonica: Atletico vs Football.

Gli obiettivi per le due squadre sono diversi. La Football Acquaviva arriva all’ultima di campionato con una certa salvezza, e con i playoff troppo lontani da raggiungere, a seguito di una stagione dove i protagonisti sono stati i giovani biancoblu, che hanno sorpreso tutto e tutti. In poche parole, i ragazzi di Mr. Digiorgio scendono in campo per poter dire “Acquaviva è solo biancoblu” Invece, l’Atletico Acquaviva si gioca tutta la stagione in questo derby. A seguito di alti e bassi, i rossoblu oggi scendono in campo per un unico risultato utile: la vittoria, che garantirebbe la salvezza in caso di un risultato amico sul campo di Brindisi, e che confermerebbe una striscia incredibile di vittorie nei Derby della Cassarmonica.

Mister DiGiorgio schiera in campo: Miale (PT), Racano, Trotti, Fazio, Laneve, Cardinale, Carnevale, Tassielli, Abrusci, Farella e Pastore.

A disposizione di Mister Delle Foglie invece, ci sono: Colagrande (PT) De Vito, Valerio, Calicchio, Delzotti, Mileto, Anaclerio, Palasciano, Buttiglione, Ferorelli e De Tommaso.

Inizia il match. I primi minuti di match sono caratterizzati da una fase di studio fra le due squadre e da parecchi attacchi dell’Atletico, con lanci lunghi indirizzati verso Buttiglione e Ferorelli, che vengono anticipati da Miale, o si fermano quando il direttore di gara segnala una presunta posizione di fuorigioco. Nei primi dieci minuti, è l’Atletico che attacca maggiormente, ma nonostante ciò, la prima vera occasione del match è per i biancoblu, con il tiro di Pastore al 9’, che verrà respinto dai centrali rossoblu. All’11’ ancora pericolosa la Football con Fazio, che tenta di segnare direttamente dalla bandierina del calcio d’angolo, ma vede il suo tiro venir deviato in angolo da parte di Colagrande. Adesso è la Football ad attaccare, chiudendo l’Atletico nella propria metà campo, lasciando spazio solo per timidi ripartenze. Al 18’ Ferorelli ci prova su punizione, ma la palla viene facilmente bloccata da Miale. Al 20’ Pastore colpisce il pallone effettuando un cross, che viene deviato in area dal braccio del difensore dell’Atletico, ma per l’arbitro l’irregolarità è stata commessa fuori dall’area, e per questo concede un semplice calcio di punizione. Al 30’ Tassielli prova una conclusione a giro fuori dall’area dell’Atletico, che si conclude col pallone che sfiora quasi il palo, terminando fuori dal rettangolo di gioco. Al 35’ Abrusci tenta una mezza sforbiciata in area, ma la palla finisce sopra la traversa. Al 38’ torna ad essere pericoloso l’Atletico con Ferorelli su punizione, che sfiora la traversa. Termina così il primo tempo, a reti inviolate, combattuto da entrambe le squadre che vogliono la vittoria ad ogni costo.

Inizia la seconda frazione del match. Al 3’ la Football è di nuovo pericolosa, con Farella, che a seguito di un’ ottima sponda di petto di Pastore, colpisce di collo il pallone, che viene salvato solo grazie alla prodezza in tuffo di Colagrande. Football molto vicina al vantaggio. Al 5' Ferorelli crossa al centro per Buttiglione, che si butta in scivolata ,ma non riesce a colpire il pallone a porta libera. Ancora pericolo l’Atletico all’11 con De Tommaso che tenta un tiro da fuori area, che viene deviato dai difensori biancoblu. Un minuto più tardi, la Football è pericolosissima quando, sugli sviluppi di un cross di Farella, Tassielli colpisce il pallone di testa incrociando la traiettoria del pallone, ma la palla esce “fuori di niente”. Le squadre iniziano a sentire la stanchezza, ma nonostante ciò, continuano a correre con le loro ultime forze per poter vincere il derby. Il Giammaria adesso è una bolgia. Nell’ultimo quarto d’ora, è l’Atletico a cercare disperatamente un gol che significherebbe: derby vinto, playout evitati e salvezza. Al 30’, Ferorelli tenta un tiro a giro da dentro l’aria, che viene salvato grazie ad una parata di Miale. Al 33’ Buttiglione tenta un tap-in dentro l’area, ma la palla finisce al lato della porta biancoblu. Al 40’ Ferorelli percorre tutta la fascia di corsa, arrivando dentro l’area, ma la conclusione non è delle migliori: il pallone finisce sulla parte esterna della rete. Arriva il 45’ del secondo tempo. L’arbitro assegna quattro minuti di recupero, ma gli ultimi assalti biancoblu e rossoblu sono inutili. Questo terzo Derby di stagione termina a reti inviolate. I biancoblu lo festeggiano come se fosse una vittoria e un simbolo dell’ottima stagione di debutto in prima categoria, mentre l’Atletico, pur non perdendo, è condannato a giocarsi la salvezza domenica prossima al Giammaria contro la Leonessa Erchie, in un playout dove i rossoblu avranno a disposizione due risultati su tre per rimanere in Prima Categoria.

Oggi non ha vinto nessuna delle due compagini acquavivesi, ma con certezza, cari lettori, possiamo dire che oggi ha vinto tutta la città di Acquaviva.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.