Atletico Acquaviva 2-2 Neos Academy Sava

XDDD

 

Il bomber Ferorelli scaccia momentaneamente “la tempesta” dei playout

 


È il rush finale di campionato. La sponda rossoblu di Acquaviva spera di poter trovare la salvezza negli ultimi 180 minuti di questa regular season del campionato di Prima Categoria, aumentando il distacco sulla Leonessa Erchie e quindi, evitando lo spareggio playout. L’ Atletico torna in campo contro il Sava, già certo del terzo posto e di un accesso ai playoff.

Inizia il match. Nei primi cinque minuti, le squadre si studiano, senza mai creare vere occasioni da gol. La prima occasione arriva al 6’, quando De Tommaso tenta un tiro da fuori area, che finisce alto sopra la porta del Sava. Ma, all’ 8’, vengono aperte le marcature. Ferorelli sfrutta un lancio lungo dalla tre quarti da parte di Palasciano, ritrovandosi solo di fronte al portiere che va verso di lui, e compie un pallonetto di esterno-collo che va a scavalcare l’estremo difensore del Sava. La palla supera lentamente la linea di porta. È 1-0 per l’Atletico, che parte alla grande! Sfortunatamente per i rossoblu, il vantaggio durerà ben poco. Infatti, solo quattro minuti più tardi, il n.10 del Sava compie un cross sulla fascia, all’altezza della linea di fondo, trovando il n.7 Colluto, che devia di testa il pallone e lo fa finire in rete alla destra del portiere dell’Atletico. 1-1 e tutto da rifare per i rossoblu. Entrambe le squadre attaccano costantemente e il match si fa sempre più divertente per gli spettatori casalinghi e ospiti. Al 22’ Ferorelli ci riprova ancora con un tiro in area di rigore, che finisce fra le mani dell’estremo difensore del Sava. Al 25’ il Sava si fa sentire con un colpo di testa da parte di Eleni, che finisce alto sopra la traversa. Al 27’ Palasciano con una strana traiettoria riesce quasi ad ingannare il portiere del Sava su punizione, ma quest’ultimo impedisce il raddoppio rossoblu con una parata di coscia. Al 28’ il Sava, con una “cannonata” dai 40 metri, costringe Novielli a compiere una prodezza, deviando il pallone in angolo. Al 31’ il Sava sfiora il gol con una traversa colpita da Eleni a seguito di una sponda in area. Nonostante i contropiedi pericolosi dell’Atletico, la Dea del Calcio decide di premiare il Sava con il raddoppio a cinque minuti dalla fine del primo tempo. Il 2-1 del Sava arriva sugli sviluppi di un calcio d’angolo, che si capitalizza con la deviazione di testa di Eleni, che fa finire il pallone in rete, dove Novielli non può arrivare. Si conclude così il primo tempo, sul punteggio di 2-1, e con l’Erchie che in contemporanea sta battendo i “cugini” della Football Acquaviva: questa combinazione di risultati momentanea vorrebbe dire playout per l’Atletico.

Con l’inizio della seconda frazione di gioco, sul Giammaria si abbatte la tempesta, con un mix di fulmini, pioggia e grandine che andranno a condizionare il resto del match.
L’Atletico rientra in campo con meno intensità rispetto al primo tempo, ma ad avere la prima occasione in questo secondo tempo è l’Atletico, che al 56’ tenta un eurogol dalla trequarti avversaria con Buttiglione, che fa finire il pallone sopra la traversa. L’Atletico è in balia della tormenta che si avventa sul Giammaria e delle brutte notizie che arrivano da Erchie: la “Leonessa” si è portata sul punteggio di 3-0. Ma, proprio quando il destino dell’Atletico sembra segnato, i rossoblu ottengono una punizione da trenta metri. Sotto il “diluvio universale” , si presenta il classico Ferorelli per cercare di scaraventare il pallone fra i pali e la traversa. L’arbitro fischia, e sotto la grandine, la pioggia e i tuoni, Ferorelli colpisce il pallone di collo pieno, e lo fa finire nell’angolino, andando a “distruggere la ragnatela”, dove il portiere del Sava non può arrivare. È 2-2 al 68’! Il pubblico rossoblu è in delirio! Con una strepitosa doppietta, Ferorelli sta trascinando l’Atletico un passo dopo l’altro verso la salvezza. Da adesso fino alla fine del match è assedio Atletico: all’80’ , Buttiglione con un tiro da fuori tenta di compiere la rimonta, ma spedisce il pallone fuori di pochissimo al lato del palo. Negli ultimi due minuti di recupero l’Atletico tenta gli ultimi assalti, mentre i propri undici leoni vengono colpiti dalla forte grandine, che rende impraticabile il terreno di gioco, ormai ridotto ad una fanghiglia cosparsa di grandine. Per l’arbitro il match finisce qui. Finisce 2-2 e le squadre corrono verso gli spogliatoi per ripararsi dalla forte grandine.               Il risultato salva l’Atletico dai playout automatici, ma allo stesso tempo fa avanzare in classifica la Leonessa Erchie, che trionfa in casa contro la Football Acquaviva, per 3-2.