Domenica 09 Dicembre 2018
   
Text Size

Atletico Acquaviva 0- 2 Ars et Labor Grottaglie

IMG-20181202-WA01011


Quarta sconfitta consecutiva per i rossoblu

  

L’Atletico torna a giocare in casa, cercando disperatamente punti per scacciare via la maledizione delle zero vittorie fra le mura casalinghe.

I ragazzi di Mister Roca si schierano in campo con  Carnevale, Canniello, Valerio, Somma, Mevoli, Mileto, De Giosa, De Tommaso, Carella, Fresa e Ferro. Dirige il match il sig. Matteo Leopizzi della sezione di Lecce.

Un Giammaria, sotto un cielo leggermente nuvoloso, accoglie i tifosi di casa dell’Atletico, e gli ultras della capolista Grottaglie, che cerca tre punti essenziali per rimanere in vetta.
Inizia il match. Nei primi dieci minuti entrambe le squadre cercano di studiarsi e creano azioni d’attacco, ma dal 10’ in poi, saranno gli ospiti ad attaccare per la maggior parte del primo tempo, soffocando molte ripartenze dei rossoblu. Al 15’ si sblocca il match. Napolitano (G), da calcio d’angolo, effettua un cross, che raggiunge la testa di Galeandro che colpisce il pallone mandandolo in rete. È 0-1 per l’Ars et Labor Grottaglie. Dal momento del gol in poi, il Grottaglie continua ad attaccare intensamente, chiudendo per il resto del primo tempo l’Atletico nella propria metà campo. Finisce così la prima frazione di gara.
Inizia il secondo tempo. Cambiano i giocatori in campo, grazie ai parecchi cambi effettuati per entrambe le squadre, ma non cambia l’andamento del match. Infatti, l’Atletico continua a soffrire incursioni pericolose da parte degli ospiti. Al 50’, Cantoro (G), si trova in una situazione di uno contro uno di fronte a Carnevale, che con abilità, ipnotizza l’attaccante grottagliese e sventa, almeno per ora,il raddoppio dell’Ars et Labor. A trenta minuti dalla fine, l’Atletico Acquaviva, in cerca di un pareggio disperato, inizia a creare serie occasioni, ma senza mai capitalizzarle. Entrambe le squadre attaccano parecchio, e possiamo vedere come le squadre comincino ad allargarsi sempre di più. L’andamento troppo largo per entrambe le squadre sarà fatale agli acquavivesi rossoblu. Di fatto, al 91’, un lancio lungo che parte dalla difesa del Grottaglie, raggiunge Appeso (G), che viene atterrato in area di rigore. L’arbitro fischia e indica il centro dell’area di rigore. Sul dischetto si presenta lo stesso Appeso, che prendendo la rincorsa, calcia il pallone in rete, spiazzando Carnevale, e segna il gol dello 0-2 che mette fine alla speranza di agguantare un pareggio per l’Atletico. Il match, quindi, finisce sul punteggio di 0-2.

Con questa sconfitta, l’Atletico Acquaviva scende al penultimo posto, in zona playout, a pari punti con la Leonessa Erchie, contro la quale ha sfiorato una vittoria in casa qualche settimana prima. Sul campo comunale di Crispiano, invece, la Football Acquaviva vince in rimonta all’ultimo minuto per 2-3, grazie al solito Farella, che non smette di segnare, e di Fazio, che con una grande punizione, conclude la rimonta al 91’. I Biancoblu, quindi, si avvicinano sempre di più alla zona playoff.

L’Atletico torna a giocare in casa, cercando disperatamente punti per scacciare via la maledizione delle zero vittorie fra le mura casalinghe.

I ragazzi di Mister Roca si schierano in campo con Carnevale, Canniello, Valerio, Somma, Mevoli, Mileto, De Giosa, De Tommaso, Carella, Fresa e Ferro. Dirige il match il sig. Matteo Leopizzi della sezione di Lecce.

Un Giammaria, sotto un cielo leggermente nuvoloso, accoglie i tifosi di casa dell’Atletico, e gli ultras della capolista Grottaglie, che cerca tre punti essenziali per rimanere in vetta.
Inizia il match. Nei primi dieci minuti entrambe le squadre cercano di studiarsi e creano azioni d’attacco, ma dal 10’ in poi, saranno gli ospiti ad attaccare per la maggior parte del primo tempo, soffocando molte ripartenze dei rossoblu. Al 15’ si sblocca il match. Napolitano (G), da calcio d’angolo, effettua un cross, che raggiunge la testa di Galeandro che colpisce il pallone mandandolo in rete. È 0-1 per l’Ars et Labor Grottaglie. Dal momento del gol in poi, il Grottaglie continua ad attaccare intensamente, chiudendo per il resto del primo tempo l’Atletico nella propria metà campo. Finisce così la prima frazione di gara.
Inizia il secondo tempo. Cambiano i giocatori in campo, grazie ai parecchi cambi effettuati per entrambe le squadre, ma non cambia l’andamento del match. Infatti, l’Atletico continua a soffrire incursioni pericolose da parte degli ospiti. Al 50’, Cantoro (G), si trova in una situazione di uno contro uno di fronte a Carnevale, che con abilità, ipnotizza l’attaccante grottagliese e sventa, almeno per ora,il raddoppio dell’Ars et Labor. A trenta minuti dalla fine, l’Atletico Acquaviva, in cerca di un pareggio disperato, inizia a creare serie occasioni, ma senza mai capitalizzarle. Entrambe le squadre attaccano parecchio, e possiamo vedere come le squadre comincino ad allargarsi sempre di più. L’andamento troppo largo per entrambe le squadre sarà fatale agli acquavivesi rossoblu. Di fatto, al 91’, un lancio lungo che parte dalla difesa del Grottaglie, raggiunge Appeso (G), che viene atterrato in area di rigore. L’arbitro fischia e indica il centro dell’area di rigore. Sul dischetto si presenta lo stesso Appeso, che prendendo la rincorsa, calcia il pallone in rete, spiazzando Carnevale, e segna il gol dello 0-2 che mette fine alla speranza di agguantare un pareggio per l’Atletico. Il match, quindi, finisce sul punteggio di 0-2.

Con questa sconfitta, l’Atletico Acquaviva scende al penultimo posto, in zona playout, a pari punti con la Leonessa Erchie, contro la quale ha sfiorato una vittoria in casa qualche settimana prima. Sul campo comunale di Crispiano, invece, la Football Acquaviva vince in rimonta all’ultimo minuto per 2-3, grazie al solito Farella, che non smette di segnare, e di Fazio, che con una grande punizione, conclude la rimonta al 91’. I Biancoblu, quindi, si avvicinano sempre di più alla zona playoff.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI