Venerdì 27 Aprile 2018
   
Text Size

Intervista a Giuseppe Palasciano dell'Atletico Acquaviva

palasciano


Atletico Acquaviva, Giuseppe Palasciano: “Abbiamo una squadra che può competere con chiunque, la posizione attuale di classifica e la categoria non sono adatte per noi”

Cresciuto come esterno destro e reinventato centrocampista centrale è uno dei punti di forza e di esperienza della mediana rossoblù.

Dotato di una buona tecnica ha militato in diverse squadre di categoria centrando 4 campionati di fila consecutivi con la maglia del San Paolo.

Scheda di presentazione per Giuseppe Palasciano, classe 1985, elemento di valore della rosa dell’Atletico Acquaviva, fiducioso nella rimonta per il raggiungimento della zona playoff.

Ciao Giuseppe, se ti era possibile descriverti indicandoci il tuo ruolo e le tue caratteristiche tecniche

Ho giocato come esterno destro per parecchi anni, dopo mi hanno reinventato nel ruolo di centrocampista centrale e non ti nascondo che è una posizione in campo che mi piace molto.

Quali sono i tuoi punti di forza e i tuoi limiti da migliorare

La mia caratteristica più nota è la mia tecnica ed è il mio principale punto di forza, il mio limite invece sono le palle alte.

In che squadre hai militato negli anni scorsi

Ho indossato la maglia del San Paolo per parecchi anni tra serie D ed Eccellenza, oltre a militare nel Massafra, Sud est, Noci e Bitritto, mentre questo è il secondo anno che sono ad Acquaviva.

La tua partita più bella e il peggior ricordo della tua carriera calcistica

Non ho un brutto ricordo della mia carriera, per fortuna invece il ricordo più bello é stata la serie di campionati vinti con il San Paolo dalla 2 categoria all’Eccellenza per 4 anni consecutivi.

Infine, credi che il traguardo playoff sia ancora possibile per la squadra? La classifica rispecchia il reale valore delle squadre?

Abbiamo una squadra che può competere con chiunque, anzi ti dico che sia la posizione attuale di classifica, sia la categoria non sono adatte per noi, i playoff sono un traguardo ancora alla nostra portata.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI