Mercoledì 01 Aprile 2020
   
Text Size

Atletico Acquaviva 6-1 Stornarella Calcio

stornarella


GAME, SET AND MATCH PER L’ATLETICO: 6 GOL ALLO STORNARELLA


“Don’t stop me now” – tradotto, “non fermarmi adesso – recita una canzone dei Queen, che sembra riassumere alla perfezione il pensiero presente nella testa dei ragazzi di Mister Leonino, che dall’inizio del girone di ritorno del campionato di Prima Categoria, non hanno fatto nient’altro che vincere. Questo ottimo umore sembra coniugarsi alla perfezione con un avversario “facile”, lo Stornarella, ultimo in classifica, il quale si trova in una posizione ben diversa da quella dell’Atletico, ossia il secondo posto, che dista solo 3 punti dalla capolista il Foggia Incedit.

Prima di iniziare il match, le squadre entrano in campo insieme ai Giovanissimi dell’Atletico, che durante la scorsa settimana si sono laureati Campioni del loro girone. Dopo le strette di mano e le solite foto di rito, i Giovanissimi dell’Atletico raggiungono i propri tifosi sotto la tribuna del Giammaria, per poi sollevare in alto la coppa, simbolo del loro trionfo. Dopo questo grande momento per i più piccoli, adesso tocca ai “grandi” portare in alto i colori rossoblu.

Si parte. Dopo solo sei minuti, in coincidenza con la prima occasione da gol per l’Atletico, i rossoblu passano in vantaggio: sugli sviluppi di un corner, il n. 6 rossoblu Costantino s'immola in area, colpisce il pallone di testa e lo spedisce nell'angolo basso alla sinistra del portiere dello Stornarella Calcio. È 1-0! Al 14', dopo aver parato un tiro, Colagrande rilancia con le mani il pallone, facendolo arrivare a centrocampo da Salatino, che compie una sponda per Genchi , il quale a sua volta, ricambia il favore effettuando un cross, che scavalca la difesa avversaria ,e giunge fra i piedi di Salatino, che colpisce male il pallone , facendolo finire di poco al lato del palo sinistro. Tre minuti più tardi, Salatino riesce a rimediare quando, inserendosi in area dopo aver colto un passaggio filtrante, riesce a incrociare la traiettoria del pallone, spedendolo in rete alla sinistra del portiere ospite. Niente da fare per lo Stornarella, l'Atletico raddoppia e passa sul 2-0. Al 25' L'Atletico, ancora sugli sviluppi di un corner, cala il tris, con un gran colpo di testa di Bitetti, con un pallone che, pur passando molto vicino al portiere, supera la linea di porta e s'insacca in rete. È 3-0! I rossoblu sono devastanti in questa prima mezz’ora di gioco!
Dopo trenta minuti arriva la prima occasione dello Stornarella: un calcio di punizione, battuto da Malavisi, che termina fra le mani di Colagrande. Al 35’ il bomber dei rossoblu, Vito Genchi, specialista in punizioni, tenta di scavalcare la barriera disposta per una punizione al limite dell’area, ma la palla passa di pochissimi centimetri sopra la traversa. Al 36' I rossoblu calano il poker quando Genchi, in area, effettua un cross diretto verso il classico Salatino, che non riesce a colpire il pallone, ma involontariamente effettua un ottimo velo a favore di Scaraggi, che con due semplici tocchi scaraventa il pallone sotto le gambe Dell'estremo difensore avversario. È 4-0 per l’Atletico! E’ forse la miglior prestazione stagionale da parte dei rossoblu, e lo si può dedurre facilmente, nonostante non sia nemmeno terminata la prima frazione di gara. Al 38' durante una mischia in area rossoblu, Malavisi dello Stornarella viene colpito. Per l'arbitro non ci sono dubbi. È calcio di rigore. Sul dischetto si presenta lo stesso n. 9 degli ospiti, che spiazza Rocco Colagrande, diminuendo il distacco fra le due squadre. È 4-1.
Nonostante il gol, in campo c'è solo una squadra, l'Atletico, che continua ad attaccare incessantemente e intensamente nella metà campo avversaria. Al 45' Genchi, il “cecchino” rossoblu, colpisce la traversa, ma, sul rimbalzo a portiere battuto, Costantino colpisce male il pallone, spedendolo alto sopra la traversa, non riuscendo a realizzare la sua doppietta personale. Termina così il primo tempo.

Dopo “aver preso un tè caldo”, mister Leonino schiera in campo capitan Ferorelli al posto di Busco. Al 48' Scaraggi, con un passaggio filtrante lungo la fascia, riesce ad imbucare Salatino, il quale, vedendo arrivare verso di lui il difensore centrale e il portiere avversario, tenta un pallonetto da una posizione impossibile, che non si tramuta in rete, visto che il pallone esce di qualche metro al lato della porta biancoblu dello Stornarella. Durante il 57° giro d’orologio nella fase del possesso palla difensivo, i centrali rossoblu, abbassando un po' la guardia, riescono a farsi sottrarre il pallone dal solito Malavisi, che solo di fronte a Colagrande, spedisce clamorosamente il pallone fuori. Al 62’ Genchi salta tre giocatori con una prodezza lungo la linea di fondo dell’area dello Stornarella, per poi puntare il portiere pronto alla copertura del primo palo. Prima di tentare il tiro, il n.9 acquavivese la allarga per Palasciano, il quale d'interno effettua un tiro indirizzato verso il palo opposto, ma che non riesce a capitalizzare questa occasione da gol grazie all' intervento provvidenziale compiuto sulla linea di porta da parte del difensore dello Stornarella. Dopo 67 giri d’orologio, Genchi lancia, con un passaggio filtrante lungo la fascia, Capitan Ferorelli, che senza esitare, controlla il pallone, e con un destro potentissimo lo spedisce nell'angolo basso accanto al secondo palo. È manita Atletico! 5-1! Dopo aver ristabilito il vantaggio precedente, mister Leonino inserisce Sesay e il portiere classe 2000 Paolo Bruno. Al 79' dopo un lento giro-palla da parte dei rossoblu, dalla retroguardia Acquavivese parte un lancio lungo per Vito Genchi, che coglie di sorpresa il portiere avversario, distante dai pali. Sfruttando questo deficit difensivo, Genchi tenta una conclusione rasoterra da 30 metri, che sembra inizialmente essere alla portata del portiere, ma che si tramuta in gol a seguito di una "papera". 6-1! Si potrebbe dire “game, set and match dopo questo punteggio tennistico”, ma l’Atletico non si accontenta e continua ad attaccare anche all’83’, creando occasioni come quella sviluppata quando Scaraggi, dopo una cavalcata sulla fascia, inserisce il pallone al centro verso Sesay, che calcia di prima, ma non riesce a concludere l'azione a seguito della deviazione da parte dei difensori centrali dello Stornarella. Termina così il match, senza nemmeno l’assegnazione dei minuti di recupero da parte del direttore di gara, che decide di far terminare il match allo scoccare del minuto 90. E’ festa grande in casa Atletico!

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.