Lunedì 16 Dicembre 2019
   
Text Size

Football Acquaviva 1-1 Soccer Modugno

FOTO MATCH


Continua la “pareggite” per i ragazzi di Mister Fumai

C’è bisogno di sbloccare qualcosa in casa Football. A seguito delle ultime due partite contro Molfetta e Troia, terminate entrambe senza reti, la Football, con il ritorno in panchina di mister Fumai, a seguito del termine della qualifica, ha come obiettivo la vittoria casalinga, che manca da sei giornate. A tentare di bloccare i biancoblu in questo exploit sportivo, troviamo il Soccer Modugno, formazione che lotta, come la Football, per conquistare un posto nei playoff.

La Football si schiera in campo con Miale (PT), Racano, Trotti, Fazio, Laneve (C), Cardinale, Carnevale, Tassielli, Abrusci, Colaianni e Cicero. A disposizione di Muzio Fumai anche Carnevale D., Linzalone, Leo, Capussela, Antonicelli, Vasco, Lagravinese, Giannini e Tisci.

Le condizioni meteo sono ottimali: un lieve vento pre-invernale e un cielo senza nuvole accolgono i tifosi e i loro beniamini. Si parte. Il Modugno, data la omocromia delle loro divise con quella del direttore di gara, entra in campo con delle casacche arancioni numerate, poste sopra la classica divisa gialla di trasferta.
Nei primi minuti, sono gli ospiti ad attaccare di più, ma un ottimo centrocampo biancoblu impedisce di impostare il gioco in modo scorrevole al Modugno. La prima occasione per i modugnesi arriva al 6’, quando il n.6 del Soccer, si accentra nell’area acquavivese, tenta la conclusione, che poi viene neutralizzata fra le mani di Miale. Al 7’ Tassielli carica il tiro da fuori area, ma finisce facilmente fra le braccia del portiere avversario. La partita si rivela essere molto combattuta e fisica: di fatto, l’arbitro ferma il gioco a causa di contrasti irregolari con regolare frequenza. Dopo 23 giri di lancetta, la Football ottiene una punizione dal limite dell'area: la va a battere il classico Fazio. Il mediano della Football prende la rincorsa, effettua un tiro a giro, facendo finire il pallone sotto il sette, dove il portiere avversario non può arrivare. La Football termina il digiuno del gol, e passa in vantaggio con Fazio, è 0-1 !
Al 34', Colaianni tenta il tiro al volo da fuori area , ma la palla finisce lentamente fuori, al lato della porta protetta dall’estremo difensore modugnese. Al 36’ si mostra pericoloso il Soccer Modugno: cross del n.2, la palla arriva in area, dove due colpi di testa compiuti dai modugnesi prolungano la traiettoria del pallone, facendolo arrivare al n.8, che calcia il pallone, facendolo finire sopra la traversa. Il primo tempo si conclude con una punizione calciata dal n.10 del Modugno, che fa finire il pallone ben oltre sopra la traversa situata in mezzo ai due pali.

Inizia la seconda frazione di gara. Il Soccer Modugno torna in campo con una mentalità diversa, tanto che, al 49’ trova il pareggio: sugli sviluppi di un cross effettuato dal n.8, la palla viene spizzata in area di rigore da parte del n.4 Vilella, che fa finire lentamente il pallone in rete. È 1-1. Tutto da rifare per i biancoblu. Al 57’ parte un lancio lungo di Fazio per Colaianni, che stoppa il pallone, lascia a terra il difensore a seguito di una finta, per poi calciare il pallone, bloccato in tuffo dall' estremo difensore modugnese. Un minuto più tardi Fazio tenta il tiro al volo da fuori area, ma la conclusione è spropositata e termina fra gli alberi del Giammaria. Al 68' è pericolosissimo per due volte il Modugno: prima, con la conclusione del n.8 in area, respinta da Miale, e da quella del n.11, che da fuori area calcia violentemente il pallone, facendolo finire sopra la traversa. Per i successivi venti minuti, non ci sono vere e proprie occasioni da gol, ma notiamo con certezza che le squadre si stanno aprendo sempre di più consentendo ampie praterie per contropiedi da ambe le parti. Dopo 88’ minuti, in una fase statica del match, sul Giammaria si abbatte la “maledizione” del rigore netto non dato: la palla arriva a Abrusci, che in area, punta il difensore, ma quest’ultimo colpisce in pieno l'attaccante biancoblu. Per l'arbitro, non ci sono i presupposti per poter dire che sia fallo, né tantomeno rigore, nonostante il difensore avesse preso solo ed esclusivamente la gamba dell’ ex capitano biancoblu. Il pubblico è infuriato col direttore di gara! L’ultima conclusione della partita arriva al 92’ col neoentrato Giannini, che tenta di risolverla su punizione, ma vede infrangersi il suo sogno di una vittoria all’ultimo quando vede la traiettoria del tiro terminare all’esterno del palo.

Termina così il match al Giammaria. 1-1. La Football torna a segnare in casa, ma non trova l’antidoto per la “pareggite”, che ha mandato in fumo due punti essenziali per la corsa ai playoff.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.