Martedì 13 Novembre 2018
   
Text Size

ON.FITTO: CINQUE PUNTI PER IL SUD

0f2e52fae7c183cd2b12b76bbbeffdedf17673fe_320x150_Q75

Il Sud al centro di un grande piano di rilancio, che passa attraverso l’attuazione delle cinque riforme che il governo Berlusconi ha intenzione di realizzare. E’ stato questo il messaggio che l’onorevole Raffaele Fitto. Ministro per i Rapporto con le Regioni, ha voluto  lanciare ai tanti cittadini cassanesi e non solo nell’incontro – dibattito che si è tenuto nella serata di ieri in piazza Moro, nell’ambito dell’iniziativa “Le Interviste dei rilievo” organizzata dalla Presidenza del Consiglio Comunale di Cassano.

 Con il consigliere regionale Ignazio Zullo nell’insolita veste di giornalista e di fronte ad una platea di tutto rispetto che contava la presenza del presidente della Provincia di Bari, Schittulli, oltre a tanti uomini politici di rilievo come gli assessori provinciali Giampetruzzi e Resta, il consigliere regionale Massimo Cassano, il ministro di Maglie ha ripercorso quanto detto qualche giorno prima al discorso di apertura della Fiera del Levante. Sul palco anche il sindaco di Cassano, Maria Pia Di Medio.

Fisco, Federalismo, Giustizia, Mezzogiorno, Sicurezza sono stati i punti chiave del suo intervento.

 Argomento principe della serata è stato senza dubbio il federalismo, che da sempre accende dibattiti: “devo smentire un luogo comune – ha esordito Fitto – non è vero che il federalismo è un regalo a Bossi ed alla Lega, ma è un provvedimento che punta al rilancio di tutto il Paese. E soprattutto è un provvedimento che tutti vogliono: in Conferenza delle Regioni la proposta federale è stata votata all’unanimità. Spesso ci sono partiti che tirano in ballo questo argomento solo per fare polemica, ma questo avviene perché se cosi non fosse, non saprebbero cosa dire. Il federalismo non penalizzerà nessuno, perché sarà accompagnato dall’azione perequativa e di solidarietà del governo”.

 L’attenzione a questo punto si sposta sul tema della giustizia. Ed il ministro, torna sull’azione del suo governo, ribadendo quanto si è fatto nella lotta alla criminalità e quanto sia il lavoro ancora da attuare, ma invitando comunque ad avere sempre fiducia nella giustizia.

 In chiusura, Fitto parla del giustizia, soffermandosi sull’azione politica di tanti magistrati. Ricorda come un magistrato che conduce un’indagine su di lui si sia candidato nell’ultima tornata elettorale tra le fila di un partito avversario. “questo fa perdere credibilità alla magistratura, che perde la sua immagine di imparzialità”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI