Giovedì 25 Aprile 2019
   
Text Size

Giorno del Ricordo, la Minoranza rinuncia patrocinio e contributo

Loghi minoranza.2



"Abbiamo appreso con piacere- comunica in una nota stampa la Minoranza- ma non con meraviglia poiché gli atteggiamenti contraddittori sono quotidiani, della volontà del Sindaco di concedere l’utilizzo della Sala Anagrafe per il giorno 10 febbraio, dopo avere, con la sua maggioranza, bocciato la mozione che avrebbe impegnato l’intera Amministrazione comunale ad organizzare e celebrare il Giorno del Ricordo in onore delle vittime delle foibe.

La magnanimità del Sindaco raggiunge il culmine quando, addirittura, dice di voler mettere a disposizione la strumentazione, il Logo del Comune e un contributo per stampare locandine ai fini della promozione dell’evento.

È inutile commentare questa improvvisa grande sensibilità, dopo che in Consiglio comunale la maggioranza si è dimostrata contraria all’evento e qualcuno ha addirittura ridicolizzato e disprezzato il valore dell’iniziativa, definendola, come ha fatto l’Assessore alla Cultura, “una manifestazione da assemblea d’Istituto” e accusandoci, come ha fatto il fratello del Sindaco, il Consigliere Sergio Carlucci, di non avere rispetto per i morti. Fa comunque piacere che, sia pur tardivamente, la compagine amministrativa abbia dato ragione alla nostra iniziativa e contraddetto la propria posizione in Assise.

Ci corre l’obbligo precisare anche che l’autorevole figura del Primo Cittadino, autentico paladino della legalità, non può e non deve calpestare le più elementari norme regolamentari che disciplinano la concessione di sovvenzioni e patrocinio, cosa già avvenuta in passato e per la quale siamo stati costretti a presentare un esposto.

All’uopo, per quello che è il nostro ruolo di Consiglieri comunali, ci preme ricordare che in base agli artt. 14 e ss. del citato regolamento, per richiedere sovvenzioni o patrocinio è necessario presentare apposita richiesta entro determinati termini e, per la concessione dello stesso, è necessaria una specifica procedura che non risulta sia stata seguita dal Primo Cittadino".

Quindi rinunciamo alla concessione di patrocinio e contributo perché mai richiesti e per evitare al Sindaco di inciampare nuovamente in un utilizzo scorretto e abnorme del proprio potere.

Sebbene l’Amministrazione, contravvenendo alla legge, abbia votato contro la celebrazione del Giorno del Ricordo, come minoranza, facendoci personalmente carico delle spese necessarie, consentiremo, a tutti i cittadini che vorranno, di commemorare i martiri delle foibe e di onorare la loro memoria. Nelle prossime ore diffonderemo il programma dettagliato.

Ci tocca, tuttavia, constatare che l’autore Esopo, pur essendo vissuto diversi millenni addietro, è ancora attuale con la Sua favola sulla formica giudiziosa e la cicala godereccia, non nascondendo che la grande sensibilità (a posteriori) del Sindaco, ancorché gradita, appare quantomeno tardiva e contraria ai regolamenti".

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI