Martedì 16 Ottobre 2018
   
Text Size

D'Antini (FI): "Le Presidenze le lasciamo a chi li accetta"

10.10.2018 B

 

Se si pensa che Forza Italia sia pronta a barattare l’interesse della comunità in cambio di qualche incarico, è stato sbagliato il destinatario” queste le parole del capogruppo di FI in Consiglio Comunale Pietro D’Antini che in una nota stampa ricostruisce le vicende politico amministrative avvenute nei primi mesi del secondo mandato dell’amministrazione Carlucci.

Dalla nomina del Presidente del Consiglio avvenuta nella prima seduta della massima assise cittadina, alla bocciatura delle numerose proposte presentate, fino alla nomina dei presidenti delle Commissioni consiliari.

Pubblichiamo di seguito la nota giunta in Redazione:

 

 

“Nei delicati equilibri tra maggioranza e minoranza, avevamo aperto con un gesto distensivo, votando all’unanimità il Presidente del Consiglio comunale nella persona della Dott.ssa Pietroforte.

Eleganza politica avrebbe voluto che il ruolo di Vicepresidente fosse lasciato alla minoranza, sicché avevamo indicato il nome del secondo Consigliere più suffragato, Tommaso Montenegro. La maggioranza, tuttavia, con un gesto bellicoso, votava l’autopropostosi Dott. Colafemmina, autoproclamato capogruppo di Noi con l’Italia, certamente vicino alla stessa compagine di Governo.

Allo stesso modo, in Consiglio comunale, tutte le nostre proposte presentate nell’interesse della comunità sono state bocciate o non discusse per capriccio.

Ciononostante, abbiamo optato ancora per la distensione, votando all’unanimità i Presidenti della Prima e della Terza Commissione consiliare, rispettivamente nelle persone della Dott.ssa Lattarulo e dell’Avv. Spinelli.

A fronte di ciò, in sede di Seconda Commissione, rispetto alla proposta venuta fuori della mia candidatura alla Presidenza in qualità di Capogruppo di Forza Italia, la tracotante compagine amministrativa non ha lasciato neanche questo ruolo alla minoranza, votando, a colpi di maggioranza, per la Presidenza alla Sig.a Sardone, cui rivolgiamo comunque i nostri auguri di buon lavoro.

In fase di discussione, addirittura, i membri della compagine amministrativa hanno proposto “un sobrio utilizzo (?) degli strumenti democratici” (interrogazioni, interpellanze e mozioni) in cambio della Presidenza. Un vero e proprio do ut des (dare per avere!) del nostro ruolo e dell’impegno con la cittadinanza.

Se si pensa che Forza Italia sia pronta a barattare l’interesse della comunità e il nostro patto con gli elettori, in cambio di qualche incarico, è stato sbagliato il destinatario.

I nostri unici interessi sono quelli di continuare a lavorare per tutelare i cittadini acquavivesi contro i soprusi, l’arroganza e l’insipienza amministrativa (su tutti, si veda il caso TARI), attraverso le nostre iniziative, chiedendo chiarimenti e avanzando proposte.

Gli incarichi e le presidenze li lasciamo volentieri a chi li accetta”.

 

Pietro D'Antini - Capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI