Lunedì 24 Settembre 2018
   
Text Size

Comuni ricicloni: Legambiente premia Acquaviva

premio comuni_ricicloni_puglia_2-2

Nei giorni scorsi si è tenuta a Bari la presentazione della decima edizione del rapporto sulla raccolta differenziata in Puglia al quale hanno partecipato Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia, Antonio Decaro, presidente ANCI, Filippo Caracciolo, assessore alla Qualità dell’Ambiente della Regione Puglia, Gianfranco Grandaliano, commissario ad Acta Agenzia territoriale della Regione Puglia per il Servizio di gestione dei rifiuti, Domenico Vitto, presidente Anci Puglia, e Giorgio Zampetti, responsabile scientifico di Legambiente.

Dal 2008 Legambiente premia il lavoro delle Amministrazioni comunali più virtuose nella gestione sostenibile dei rifiuti. Nella decima edizione ben 31 Comuni si sono aggiudicati il Premio Comuni Ricicloni 2017, assegnato a quelle Amministrazioni che nel 2016 hanno raggiunto la media percentuale di RD pari o superiore al 65%, obiettivo fissato dalla normativa nazionale.

Nella rosa delle riconferme, il comune di Rutigliano spicca ancora una volta al vertice della classifica con una percentuale media di raccolta differenziata del 78,7%, seguito dai comuni di Faggiano con il 75,9%, Latiano con il 74%, Monteparano con il 72,9 %, Casalvecchio di Puglia con il 70,6%, Troia con il 70,5%, Barletta con il 69,9%, Poggio Imperiale con il 70,1%, San Vito dei Normanni con il 69,7%, San Giorgio Ionico e Laterza con il 68,2%, Canosa di Puglia e Crispiano con il 67%, Cellamare con il 67,3%, Cassano delle Murge con il 66,2%, Andria con il 65,5%, e infine Sava, con il 65,4%. Diciotto le riconferme e tredici le new entry.

Tredici i comuni che diventano Ricicloni: Torricella con il 72,8%, Ruvo di Puglia con il 71,2%, Erchie con il 70,5%, Copertino con il 69,9%, Apricena con il 69,6%, Mesagne con il 69%, Torre Santa Susanna con il 68,9%, San Michele Salentino con il 67,6%, San Pancrazio Salentino con il 66,1%, Ostuni e Villa Castelli con il 66,2%, Corato con il 65,7%, e Terlizzi con il 65%.

premio-acquaviva-legambiente-2017-02

Salgono da undici a venticinque, invece, i Comuni che come Acquaviva delle Fonti con il suo 71,7% di raccolta differenziata, si sono aggiudicati il Premio di Seconda Categoria assegnato alle amministrazioni che, nei primi nove mesi del 2017, hanno raggiunto una media percentuale di RD pari o superiore al 65%.

Hanno ricevuto il riconoscimento: Bitritto (Ba) con l’81,6%, Turi (Ba) con il 79,5%, Binetto (Ba) con il 76,9%, Sammichele di Bari (Ba) con il 76,5%, Bitetto (Ba) con il 75,9%, Motta Montecorvino (Fg) e Sannicandro di Bari (Ba) con il 73,2%, Carosino(Ta) con il 72,7%, Palo del Colle (Ba) e Conversano (Ba) con il 72,2%, Leverano (Le) con il 70,6%, Modugno (Ba) con il 69,5%, Giovinazzo (Ba) con il 69%, Casamassima (Ba) con il 68,7%, Adelfia (Ba) con il 68,1%, Molfetta (Ba) con il 67,6%, Chieuti (Fg) con il 67,4%, Zapponeta (Fg) e Lizzano (Ta) con il 67,3%, Roccaforzata (Ta) con il 67%, Castelluccio dei Sauri (Fg) con il 66,4%, Biccari (Fg) con il 66,3%, Grumo Appula (Ba) con il 65,6%, Ascoli Satriano(Fg) con il 65% di RD.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI