Martedì 21 Novembre 2017
   
Text Size

Forza Italia: “La scelta del candidato Sindaco deve essere condivisa”

avv. Claudio_Solazzo

 

L’avvicinarsi della scadenza elettorale di giugno rende incomprensibile l’evoluzione dello scenario politico cittadino, ancora avvelenato da tattiche e da protagonismi che non lasciano certo immaginare nulla di buono.

Noi, così come altre forze politiche con le quali stiamo percorrendo una strada comune, abbiamo più volte lanciato un chiaro messaggio, individuando nella condivisione e nel confronto democratico il presupposto per evitare di ripetere gli errori del passato. Il metodo che abbiamo proposto si basa sulla scelta comune di un candidato forte ed autorevole, capace di sposare appieno un programma politico amministrativo ambizioso, inteso quale vero elemento di aggregazione costruttiva dell’intera coalizione.

Acquaviva ha bisogno di ripartire da un nuovo patto sociale, in forte discontinuità rispetto al passato recente, nei metodi in primis, che si basi sulla partecipazione reale e autentica dei cittadini, delle associazioni e delle realtà produttive alla stesura di un programma che possa finalmente dare una svolta ai problemi che minano ogni possibilità di sviluppo economico e di miglioramento della vita delle generazioni più giovani.

Per questo siamo convinti che la scelta del candidato Sindaco della nostra città non può essere una mera imposizione politica o personale, ma il risultato di un’ampia convergenza democratica che sia la giusta sintesi tra il presente e il miglior passato, perseguendo l’unico vero interesse generale, quello di Acquaviva e degli Acquavivesi.

Il nostro paese non ha bisogno di avventurieri, sognatori o mestieranti della politica, ma di uomini che vivono la realtà, il sociale, il quotidiano, e che vogliono offrire il loro contributo di idee e di fatti. Noi, come Forza Italia, nella massima chiarezza e trasparenza ci stiamo impegnando a tradurre in concretezza e operatività tutti i principi più volte enunciati, partendo dal convincimento che ad Acquaviva non occorrono ulteriori lacerazioni, ma idee e progetti che guardano al rinnovamento, alla governabilità e al confronto democratico quali assi portanti della nostra aggregazione.

Ecco perché abbiamo maturato l’idea convinta che, condivisi i principi ed il programma, anche l’espressione del candidato Sindaco dovrà essere il risultato coerente e logico di un processo comune a tutti gli alleati, quale capacità di sintesi e di identificazione nel più ampio principio di unanimità. La recente esperienza della Regione Sicilia ha insegnato proprio questo: la strada indicata è quella giusta per vincere e risollevare le sorti della nostra amata città.


Il coordinatore cittadino
Avv. Claudio Solazzo

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI