Giovedì 23 Novembre 2017
   
Text Size

Indifferenziato, doppia frequenza per i commercianti

acquaviva-mappa-uai-1440x1360

Riceviamo e pubblichiamo:



In considerazione di alcune difficoltà riscontrate nella gestione della raccolta differenziata “porta a porta” da parte delle utenze non domestiche del settore food (bar, ristoranti, supermercati, ecc.), è stato disposto dall’Amministrazione Comunale il mantenimento, per un periodo transitorio, della doppia frequenza settimanale di raccolta della frazione dell’indifferenziato. Solo per queste specifiche utenze, infatti, la raccolta avverrà il martedì (come da calendario) ed il venerdì, ma solo fino alla fine dell’anno in corso, in modo da consentire alle stesse di poter adottare le adeguate misure atte a migliorare la differenziazione dei rifiuti. Dal 1° gennaio 2018 anche per queste utenze sarà applicato un solo giorno di ritiro il martedì, come per tutte le utenze.

 

Si registra infatti, negli ultimi mesi, un progressivo e generalizzato aumento dei quantitativi di indifferenziato, che riguarda sia le utenze domestiche che non domestiche. Siamo passati infatti da valori del 75% di raccolta differenziata dei primi mesi di avvio del servizio “porta a porta” a valori che vanno al di sotto del 70% nei mesi di luglio e agosto; valori che denotano un trend sul quale è opportuno intervenire con misure correttive.

 

Riduzioni dei quantitativi di frazioni recuperabili (plastica, carta, vetro, ecc.), infatti, con il conseguente aumento di rifiuti portati in discarica, genera effetti negativi in termini di costi sulla gestione complessiva dei rifiuti, e a cascata sulla tassazione sui rifiuti.

 

Per questa ragione, al fine di scongiurare tali evenienze, a partire dal mese di ottobre saranno intensificati i controlli sui conferimenti dell’indifferenziato sia per le utenze domestiche che per quelle non domestiche, verificando nei singoli mastelli la qualità del rifiuto contenuto e la eventuale presenza di frazioni non conformi. In tali operazioni, se nel rifiuto saranno rilevati quantitativi importanti di frazioni recuperabili o non riconducibili ad indifferenziato, il ritiro non sarà effettuato; nei casi più eclatanti invece saranno effettuate le sanzioni previste dalla legge.

 

Si ricorda inoltre che a norma di legge nei Centri Comunali di Raccolta non è possibile conferire l’indifferenziato, che pertanto può essere ritirato esclusivamente con la modalità del “porta a porta”.

 

 

 

Il Sindaco – dott. Davide F.R. Carlucci

 

L’Assessore all’Ambiente – ing. Francesco Bruno

 

 

Acquaviva delle Fonti, 02.10.2017

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI