Giovedì 23 Novembre 2017
   
Text Size

Consiglio Comunale: "Approvato il DUP 2018-2020"

cons. comunale_29_settembre_2017

Franco Montenegro: "Sulla Programmazione andate avanti con i Copie e Incolla"

 

Proseguiamo il dettagliato resoconto dell'ultimo consiglio comunale dello scorso 29 settembre (Clicca qui per la 1° parte):


2° parte

 

Inatteso è stato, senza ombra di dubbio, l’annuncio delle dimissioni dalla carica di consigliere comunale fatto dall’ing. Claudio Giorgio che ha subito dopo abbandonato la sala consiliare.

“Sindaco, questo è il ringraziamento? Le persone per bene le cacciate da questo consiglio, avete allontanato la politica”- tuona il cons. F. Montenegro – Vergognatevi!”.

 

Si passa finalmente al 1° punto posto all’OdG: ‘REVISIONE STRAORDINARIA DELLE PARTECIPAZIONI EX ART. 24, D. LGS. 19 AGOSTO 2016 N.175’.

L’assessore Luca Dinapoli dà lettura della sua relazione.

A pochi minuti dalle 18:00 si passa alla votazione del provvedimento con l’integrazione approvata dall’organo di revisione.

Il Consiglio approva con 9 voti favorevoli, 2 contrari (Solazzo e F. Montenegro). Assenti: Assenti: Ferrante, Casalino, Capozzo, Depascale, T. Montenegro, C. Giorgio.

 

Si passa al 2° punto posto all’OdG: ‘DUP 2018-2020’. L’ass. Dinapoli presenta al Consiglio le linee strategiche del Documento Unico di Programmazione.

 

Il cons. Franco Montenegro prende la parola chiedendo: “Presidente, stiamo per mettere già a votazione il provvedimento? tutti i consiglieri comunali lo hanno letto, condiviso, non hanno trovato alcunché di anomalo, va tutto bene.? E adesso vediamo se va tutto bene o è una ennesima farsa di questa Maggioranza che sottopone al consiglio comunale i provvedimenti”.

 

Ritorna sul rispetto delle regole, rivolgendosi al primo cittadino fa notare che il provvedimento doveva essere portato in consiglio entro il 31 luglio. “Lei non è ossequioso della norma, la utilizza a suo uso e costume, chiede agli altri che si attengano. Oggi è 29 settembre, la Giunta lo ha approvato il 13 settembre. Si è detto di tutto nei confronti della minoranza che ha rispettato il regolamento insieme al gruppo consiliare del PD. Lo Stato di attuazione delle linee programmatiche: è un copie e incolla rispetto a quello dell’anno scorso e a quello di due anni fa è…] i consiglieri hanno l’anello al naso, non se lo vanno a leggere il provvedimento”.

Il cons. Franco Montenegro entra poi nel dettaglio portando alcuni esempi tra i quali: la realizzazione dell’ascensore nella Casa delle Associazioni in via Don Cesare Franco per consentire l’accesso ai portatori di handicap; “vi siete scordati o non volete affrontare il problema della 167?; state spendendo soldi per incarichi legali quando abbiamo poi un ufficio legale che nelle linee programmatiche del sindaco avrebbe dovuto risolvere e ridimensionare la spesa. Io dico che non abbiamo risolto niente, anzi!”. E prosegue negli esempi: “il responsabile ci dice che è di recente costituzione. Sono 4 anni, devo alzare la voce o no? mi sento offeso come consigliere comunale. Qui stiamo parlando della programmazione 2018-2020. Questo è da rifare tutto! Fate attenzione ai copia e incolla: da tre anni ve lo vado dicendo. Quando si fa il copia e incolla lo devi saper fare”.

 

“Sindaco, consiglieri- ha detto poi Solazzo- penso che questo documento andrebbe aggiornato, non lo si potrebbe approvare, non si è trattato di una svista, ma è stato quasi integralmente riportato quello precedente non può essere assolutamente votato, va evirato!”

 

“Il DUC 2018-2020- ribatte l’ass. Dinapoli- fa una storiografia della situazione, per dire cosa realizzare nella programmazione degli anni successivi. Come avete citato il documento andava approvato entro il 31 luglio scorso, fino al bilancio di previsione si possono fare integrazioni a quella prima fase. È un documento preparato con largo anticipo nel mese di luglio, ci sono riferimenti poi superati. Di qui a fare tutta una discussione per me non serve molto. […] Il documento in occasione della presentazione della proposta di bilancio di previsione sarà aggiornato. Questa situazione riviene da una situazione di difficoltà degli uffici comunali, nonostante gli sforzi, abbiamo una macchina fatta da 36 persone, lo sforzo che si fa per adempiere a tutti i provvedimenti è enormi. Queste sbavature possono essere superate, non sono indicative di alcunché. Se non della necessità di superare queste incongruenze”.

 

Franco Montenegro: […]” Fa specie sentire in consiglio comunale che qualcuno dinanzi ad eccezioni che si sollevano che io ritengo importanti e gravi le definisca piccole sbavature. Nella Pubblica Amministrazione la forma è sostanza e voi non vi potete esimere da questo. […] Questo provvedimento va ritirato e va sottoposto al Consiglio Comunale eliminando le sbavature che avete inserito.

 

Prosegue con altri esempi: ” al fine di migliorare gli ambienti scolastici in particolare le palestre è stata indetta la gara per interventi di manutenzione straordinaria della palestra della Scuola Media Giovanni XXIII. La gara è stata aggiudicata con determina del 31 agosto. Il 13 settembre doveva eliminare quella dicitura, la gara era stata aggiudicata; spesa di 3milioni di euro per la gestione dei rifiuti, per il 2018 non è cambiato niente. Pari a quanto previsto nel 2017. Si fanno comunicati stampa di elogio al lavoro dell’assessore che sui rifiuti ha fatto questo e quest’altro. Nella programmazione non si dice nulla. Devo essere posto nelle condizioni di approvare un documento chiaro di programmazione. Capisco il comportamento e le decisioni che ha assunto prima il cons. Giorgio e forse non farà solo il cons. Giorgio. Ve lo anticipo. […] Fareste bella figura a ritirare il provvedimento, la segretaria ha detto il termine non è perentorio, cercate di portare un provvedimento degno di questo nome. Nel 2017 abbiamo avuto un finanziamento di 17 mila euro per il potenziamento della Protezione Civile, ce lo ritroveremo anche per il 2018, 2019 e 2020?

 

Posso leggere queste cose? riuscite ad approvarle senza battere ciglio? io avrei difficoltà, ho difficoltà per questo voterò contro, ve lo sto evidenziando. Voterò contro non solo per un aspetto politico perché faccio parte della Minoranza e faccio il mio gioco come nei comunicati dite voi. Come ha fatto il cons. Giorgio ha evidenziato determinate cose ha dato il suo contributo e gli avete sbattuto la porta in faccia, e la porta in faccia me la prenderò pure io. Perché so che lo approverete. Queste sbavature nella pubblica amministrazione non sono contemplate in un documento di programmazione. Programmazione per il 2017: si affiderà a nuovo operatore la gestione del canile comunale. Nel 2018, assessore, nel 2017 non ce la fa assessore. Avete fatto un copia e incolla rispetto a quello del 2017. Nel 2017 se prendo la delibera e le mie dichiarazioni ci rendiamo conto che avete fatto un copia e incolla dell’anno precedente…. Andate avanti con i copia e incolla sulla programmazione andate avanti come meglio credete, sullo sviluppo urbanistico di questa Città andate avanti come meglio ritenete che Dio ve la mandi buona”.

 

Pietroforte: “Ci sono altri interventi? Nessun intervento. Passiamo alla fase di votazione”.

 

Franco Montenegro chiede nuovamente la parola, questa volta per dichiarazione di voto: “Stiamo parlando della programmazione di un Ente, la Maggioranza che ha da dire? Va tutto bene? Oppure impiegano il loro tempo a fare comunicati stampa per denigrare la minoranza sul comportamento avuto in consiglio comunale, si sono allontanati, prima chiedevamo le porte aperte poi le porte chiuse, i consiglieri di Maggioranza che hanno da dire? È questo il confronto che si augura sistematicamente il sindaco in quest’aula? Sono aspetti importanti della programmazione, ma vi rendete conto? […] Non si alza un consigliere che prende atto che ci sono delle anomalie in un provvedimento di programmazione, di utilizzo delle risorse dei cittadini. E non dice: fermiamoci un attimo, riflettiamo. Ma la vostra responsabilità nei confronti dei cittadini dov’è? La chiedete solo alla Minoranza? Rimango allibito. Sono stato 4 anni in consiglio comunale, non è cambiato niente che ci resto a fare in questo consiglio comunale?. Oggi dico al sindaco: vi sto offrendo la mia collaborazione, vi ho elencato determinate cose, cosa facciamo? […] vi rendete conto che non dite una parole, uno scatto di reni da parte vostra quando ci sarà? Il mio voto è contrario per tutte le dichiarazioni che ho fatto, ne ho altre, il regolamento va rispettato”.

 

Pietroforte: Altre dichiarazioni di voto?”

Si passa alla fase di votazione: “il Consiglio approva con 9 voti favorevoli e 2 contrari”.

I consiglieri di minoranza lasciano la sala consiliare.

 

Ultimo punto all’ODG. La cons. Pellecchia dà lettura della SENTENZA N.396/2017 TAR PUGLIA – LOMBARDI ECOLOGIA SRL C/COMUNE – RICONOSCIMENTO DEL DEBITO FUORI BILANCIO ART. 194 COMMA 1 LETT. A) DEL TUEL.

Pietroforte: “Ci sono interventi? Votiamo: All’unanimità con 9 voti favorevoli il Consiglio approva”.

Ore 18: 53 La seduta è sciolta.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI