Lunedì 18 Dicembre 2017
   
Text Size

Pura defluit, Depascale: “Chiediamo a Carlucci consiglio monotematico”

Avv. Piero_Depascale_640x300

 

La posizione del centrodestra acquavivese sul dopo 'operazione': o consiglio comunale a tema o il sindaco rimetta il mandato ai cittadini

'La Cassarmonica, da sola, non chiarisce'... – 'La Voce del Paese' è con il consigliere comunale di opposizione Piero Depascale, lista civica centrodestra. – Uniti per la trasparenza amministrativa del centrosinistra a guida Davide Carlucci, attesa di una raggiunta unione interna per la prossima formazione elettorale.

Dal punto di vista del centrodestra. Quale reazione politica dopo l'operazione 'Pura defluit', che, nel mese scorso, ad Acquaviva ha portato all'arresto del dirigente UTC di Palazzo De' Mari e del vice-segretario locale del Partito Democratico ('Pura defluit', ovvero dal nome dello stemma del Comune di Acquaviva: dopo la denuncia di una tangente di 5mila euro per una gara di ristrutturazione del teatro comunale, si riferisce ad una rete di dodici arresti fra Acquaviva, Altamura e Castellana, per corruzione di pubblici ufficiali e appalti truccati):

Avv. Piero_Depascale“All'indomani dell'ultimo consiglio comunale si è deciso di indire, attraverso la rassicurazione del primo cittadino e a fronte della nostra richiesta di opposizione in quell'occasione rappresentata da me e dal consigliere Franco Montenegro (Direzione Italia), la celebrazione di un consiglio comunale monotematico che potesse affrontare il caso “Pura defluit” che ha colpito l'amministrazione comunale Carlucci e, di riflesso, l'immagine dell'intero paese. Avevo rappresentato la mia istanza al consiglio: e da qui la mia critica a quella che è stata poi la fase successiva ai noti arresti. Avevo aspramente criticato il comportamento del sindaco e dell'ex-vicesindaco Busto: i quali, direttamente coinvolti anch'essi nella questione, seppure con altro esito, si sono limitati ad un pubblico comizio... Come se avessero già chiuso la faccenda ed esponendo fatti da verificare. Nel pieno di un periodo con delle indagini ancora in corso. Nel loro modo di comportarsi ho finanche letto una assurda strategia da campagna elettorale. Quando magari tutte le verità della vicenda non sono ancora emerse e bisognava, per il sindaco Davide Carlucci, rimettere, per trasparenza, il mandato nelle mani dei cittadini. Ed è quello che chiederemo nel caso in cui non abbia luogo la nostra istanza”...

Mettiamo come molto prossima la fine dell'odierna amministrazione: il centrodestra come si organizza? Può davvero battere Carlucci? – “Nel momento in cui nel centrodestra tutte le anime decidono di unirsi e di andare insieme con un unico candidato, sarò del parere che non ci saranno grosse difficoltà. Anche se resto ottimista”.

L'analisi sull'era Carlucci: “Da consigliere, e da cittadino, devo dire che l'operato di questa amministrazione verrà ricordata sia per i fatti cui ho raccontato precedentemente e sia per quello che hanno promesso e non messo in atto. Potrà rivelarsi un vero boomerang nei loro confronti. Io, da cittadino, ho assistito ad una inesistente attività amministrativa. Non ricordo un provvedimento che abbia portato beneficio alla mia città. Ogni giorno mi confronto con chi mi ha sostenuto e con altri che vivono come me nella mia Acquaviva: tutti... ma tutti... sono concordi sul fatto che molti punti in sospeso del precedente governo cittadino non hanno trovato risposta in quello attuale”.

..E confiderebbe in una sicura vittoria del centrodestra?

“Questo che ho appeno detto resta un buon assist alle liste del centrodestra: cui mi auspico, e fermamente pretendo, vadino queste forze tutte unite”.

Sulla possibilità che possa essere inquadrato nella vita di un partito: “Resto ad oggi un'espressione di lista civica collocata in un'area di centrodestra. Non ho sentito alcuna campana che si possa identificare in un partito politico. Questa era la mia opinione quattro anni fa ed è rimasta tale: ritengo non necessario identificarmi sotto una bandiera; anche se per altri versi potrebbe rivelarsi una scelta importante”.

Il nome del prossimo candidato sindaco? – “Ritengo che non è ancora possibile fare un nome. È ancora presto. Dopo le ferie agostane, mi auguro possano ripartire tutti i cicli di incontri. Dobbiamo metterci d'accordo tutti quanti. Resto fiducioso in un grande esito positivo”.

Commenti  

 
#1 valerio 2017-08-26 16:16
Ci dovevamo fare tutte le ferie, prima di pensare un poco alla città?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI