Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

PD: "Nessun rapporto con i rappresentanti istituzionali comunali"

pd acquaviva.2

 

Riceviamo e pubblichiamo:



In merito alle notizie di stampa, apparse su un periodico locale, relative ai rapporti tra l’amministrazione comunale e la segreteria del Partito Democratico (partito di maggioranza relativa), corre l’obbligo di informare i cittadini acquavivesi dei reali motivi che hanno portato il locale direttivo PD alle determinazioni assunte.

Nella realtà, tra i rappresentanti istituzionali comunali ed il direttivo del PD locale, non vi è alcun tipo di rapporto, sia di ordine politico che amministrativo.

Infatti il direttivo del partito ha preso atto che gli impegni assunti in campagna elettorale con i cittadini non venivano rispettati così come non erano onorati gli accordi di programma per la formazione del Consiglio e della Giunta Comunale. Anzi, molti degli atti amministrativi formati dall’attuale Giunta Comunale, perseguono finalità diametralmente opposte al raggiungimento degli originari obbiettivi programmatici.

Atti approvati in Giunta ed in Consiglio attraverso manovre che nulla attengono alla politica (in senso di polis ovvero quella forma di gestione della cosa pubblica, finalizzata alla costruzione del bene comune), bensì attengono ad accordi sottobanco per garantire benefici e tornaconti per lo più orientati al soddisfacimento di finalità personali dei partecipanti al voto. Infatti, è sotto gli occhi di tutti che ci troviamo difronte ad un gruppo di pochi che sta svendendo la città ai forestieri e che sta privatizzando i servizi comunali (biblioteca, museo, parcheggi, …..) a discapito del pubblico interesse ed a favore di pochi. Concezione politico-amministrativa che nulla ha che fare con il concetto di sinistra.

Le censure mosse dall’attuale direttivo del PD cittadino hanno sortito, come unico effetto, l’estromissione del partito da qualsiasi tavolo di discussione, alienandolo da ogni forma di conoscenza dei lavori della Consiliatura (i rappresentanti del PD cittadino sono stati allontanati, senza nessuna plausibile spiegazione, dalle riunioni di maggioranza).

Pertanto, il PD cittadino, in continuo contatto e totale armonia con i livelli superiori, solo dopo numerosissimi tentativi di ricostituzione di un confronto per l’attuazione dell’originario programma elettorale, dinanzi all’assordante silenzio del Sindaco e degli altri partiti di maggioranza, ha revocato la fiducia all’attuale amministrazione.

Atto triste e doloroso ma, a questo punto, dovuto!

Non ci illudiamo che tale atto sortisca gli effetti dovuti, forti della convinzione che la spregiudicatezza dei vari componenti del Consiglio e della Giunta comunale troveranno modalità e sostegno per continuare una consiliatura malata dalla bramosia dell’arrivismo politico e dal perseguimento di obiettivi personali che nulla attengono al bene comune.

Solo a titolo indicativo, sino ad oggi, l’azione amministrativa è stata priva di spiegazioni sulle modalità e finalità perseguite e, pertanto, rappresenta (raccogliendone il pieno biasimo collettivo) una gestione autarchica, autoritaria ed autoreferenziata di un manipolo di soggetti che, prestatisi alla politica, perseguono solo fini di gestione del potere a danno della comunità acquavivese.

Il PD, per quanto sopra, invita tutti i cittadini che ancora amano e credono nella politica sana e costruttiva ad aiutarci nel raggiungimento dell’obbiettivo di destituire questi baroni dell’arrivismo e dell’opportunismo per costruire nuove basi su cui fondare una nuova classe dirigente capace di ascoltare i bisogni della gente e costruire, per la stessa, una nuova casa comune attraverso la cultura del dialogo e del confronto vero e democratico.

Il Coordinatore cittadino

Antonio Fraccascia

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI