Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

UN CONVEGNO PER SAPERNE DI PIU SUI FONDI EUROPEI

 locandina20mario20

Europa per le politiche locali….Quale futuro per Acquaviva 2007-2013?

È questo il tema del convegno organizzato dal Coordinamento Provinciale di Giovane Italia – Terra di Bari, che si terrà Sabato 19 giugno alle ore 18.00, presso la Sala Convegni Montazzi (Lotto 107 Zona PIP).

Dirigerà e modererà i lavori Fabio Romito (Coordinatore Provinciale -Terra di Bari). Alla conferenza parteciperanno il Dott. Ignazio Zullo (Consigliere Regionale della Puglia), l’On. le Eurodeputato Raffaele Baldassarre e il Dr. Mario Radogna (Segretario Giovane Italia di Acquaviva delle Fonti).

Al centro del dibattito i Fondi Strutturali e Settoriali nella nuova Strategia di Lisbona. I fondi strutturali, ossia: FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale), FES (Fondo Sociale Europeo) e Fondo di Coesione sono strumenti polivalenti (finanziari, di programmazione, di pianificazione ecc..) programmati ed erogati direttamente dai governi nazionali e regionali dei Paesi Membri; mentre i fondi settoriali o a “gestione diretta” sono programmati ed erogati da parte delle direzioni generali della Commissione Europea. I primi hanno come obbiettivo quello di contribuire alla riduzione del divario esistente tra i paesi membri e supportare il loro sviluppo economico e sociale attraverso il finanziamento delle infrastrutture, dagli aiuti alle imprese e dalle politiche sociali in termini di occupazione. I secondi hanno, invece, l’obbiettivo di supportare la definizione e l’implementazione di politiche comuni in settori strategici, quali la ricerca e l’innovazione tecnologica, l’ambiente, l’imprenditorialità.

Primi destinatari dei fondi settoriali sono le amministrazioni e le aziende pubbliche europee; anche se esistono fondi destinati a imprese private. Accedono, invece, ai fondi strutturali tutti i soggetti economici di un territorio in relazione alla destinazione dei fondi.

Durante la conferenza saranno disaminate in maniera concreta e semplice, anche mediante l’utilizzo di esempi pratici, le differenze di attrazione e utilizzo dei vari fondi europei. Uno dei fini di questo convegno sarà quello di spiegare all’opinione pubblica, ma anche al mondo dei rappresentanti politici locali, come attrarre e come utilizzare al meglio tutto il potenziale di risorse finanziare messe a disposizione dall’UE. E’ importante per un Ente Locale dotarsi di un consulente interno o esterno, preparato e qualificato, in grado di poter intercettare i vari fondi europei.

“Siamo inseriti nell’UE, per questo anche noi abbiamo il diritto a beneficiare delle risorse comunitarie; ma a questo proposito dobbiamo essere attenti e lungimiranti nel saper attrarre in modo efficace i vari e specifici fondi europei che sono il vero e ultimo treno per lo  sviluppo economico-sociale di Acquaviva delle Fonti”-afferma il Segretario di Giovane Italia di Acquaviva, Mario Radogna.

È lapalissiano comunque, rispetto agli altri paesi europei dove questi temi sono più sentiti sia dal mondo politico che dalla società civile, che  in Italia (specie in piccoli paesini come il nostro) ci sia una grande disinformazione, grande indifferenza e ignoranza da parte della pubblica opinione, frutto anche di un disinteresse da parte dei rappresentati politici (locali e nazionali).

Tutto ciò è dovuto in parte alla grande complessità di questi temi e questa conferenza ha il lodevole scopo di semplificare e rendere fruibili ai cittadini la comprensione di questioni tecniche e vaste come i fondi europei.

Alla fine dei lavori sarà lasciato ampio spazio al dibattito e a domande da parte di tutti i partecipanti.

Commenti  

 
#1 T 2010-06-19 20:54
Complimenti all'organizzato re, un convegno sicuramnete interessante!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI