Lunedì 17 Dicembre 2018
   
Text Size

L'ASS. CASUCCI: ECCO COSA FARE PER IL SETT. CERASICOLO

ciliegie1

Duro colpo al settore cerasicolo: istituito un tavolo tecnico. All'unanimità un documento indirizzato agli organi competenti nazionali, regionali e provinciali.

Lunedì 7 giugno nella Sala Giunta del Comune di Turi, alla presenza del Consigliere Regionale Boccardi, si è tenuto un tavolo tecnico per discutere sulla crisi in ambito agricolo provocata dagli eventi calamitosi riguardante l'anno 2010. All'incontro erano presenti: Onofrio Resta, Ass. provinciale alle attività produttive e Franco Caputo, Assessore Provinciale all’agricoltura; il Sindaco di Turi, Dott. Vincenzo Gigantelli e la giunta comunale, i capigruppo della minoranza del comune di Turi, i Sindaci dei comuni di Sammichele, Casamassima, Putignano, l’Assessore del comune di Conversano, Vito Antonio Afarano, il Consigliere Comunale di Conversano, Giuseppe Locorotondo, il Consigliere Comunale di Castellana Grotte, Francesco Bellino e Vincenzo Casucci, Assessore all’Agricoltura del Comune di Acquaviva delle Fonti; Le associazioni di categoria: ALPA – CGIL, Coldiretti, C.i.a., Ugl, Copagri. Hanno partecipato, inoltre, CIHEAM – IAMBA e un rappresentante del Centro Studi Sperimentale nel Campo dell’Economia e della Ricerca e due  esperti tecnici: Dott. Matteo Antonicelli e il dott. Di Pierro Angelo (Responsabile Ufficio Agricoltura Provinciale).

L’assessore Casucci, sottolineando l’importanza della grave crisi che riguarda l’economia cerasicola del nostro territorio, ha contribuito alla sottoscrizione di un Documento condiviso dai rappresentanti politici, dalle associazioni di categoria ed esperti tecnici.

Nel documento si chiede che:

  • la Regione  adotti il provvedimento per richiedere al ministero delle Politiche Agricole Agroalimentari e Forestali, l’emanazione del decreto di delimitazione delle aree danneggiate dalle avversità per i comuni di Turi, Casamassima, Castellana Grotte, Conversano, Putignano, Sammichele Di Bari e Acquaviva delle Fonti,  per la motivazioni sovraesposte, e di adottare, il conseguente provvedimento di assegnazione delle risorse finanziarie previste dal Fondo di Solidarietà Nazionale;
  • la Regione chieda al Governo di incrementare la dotazione finanziaria dei capitoli di spesa del Fondo di Solidarietà Nazionale sia per la concessione dei contributi in conto capitale e in conto interessi a favore delle aziende agricole danneggiate, che per la concessione dell’aiuto sulle assicurazioni agevolate;
  • il provvedimento della Giunta Regionale contenga anche la richiesta di intervento a favore dei lavoratori agricoli per il riconoscimento delle prestazioni previdenziali e assistenziali;
  • la Regione convochi un incontro con gli istituti di credito per ricercare ogni utile soluzione per aiutare le aziende agricole danneggiate dagli eventi atmosferici avversi;
  • la Regione valuti la possibilità di iscrivere in bilancio una somma per contribuire a erogare alle aziende agricole i contributi in conto capitale e in conto interessi;
  • la rideterminazione dei termini della ristrutturazione e modalità della soluzione per i contenziosi pregressi INPS e dei pagamenti attuali  in modo da consentire a tutti di fuoriuscire dalle pendenze.

I sottoscrittori si impegnano ad inviare il documento al Presidente della Giunta Regionale, all’Assessore alle risorse Agroalimentari Regionale, al Presidente della Provincia e all’Assessore all’Innovazione Agricolo-Aziendale.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI