Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

Mozione di Sfiducia contro il Segretario PD Gianni Nettis

Lettera


Nelle ultime ore alcuni tesserati del Partito Democratico di Acquaviva hanno presentato una mozione di sfiducia contro l’attuale Segretario cittadino Giovanni Nettis.

Un atto estremo- scrivono- ma obbligato, al quale non saremmo mai voluti arrivare ma che si è reso necessario in seguito alla gestione della crisi ammnistrativa locale, che ha visto il Segretario assieme al gruppo consiliare prendere le distanze dal deliberato democraticamente assunto dall’Assemblea, che aveva dato precise indicazioni, tutte disattese”.

Ci ritroviamo- proseguono i sottoscrittori- di fronte ad un Partito sordo nei confronti della base e che limita il confronto con la stessa ad un mero scambio di punti di vista per poi procedere autonomamente, ignorando decisioni democraticamente assunte dall’assemblea dei tesserati e non tutelando gli interessi del partito”.

Tra i firmatari si annoverano l’Avv. Angelo Maurizio, l’ex Vice Sindaco nella Giunta Squicciarini Leonardo Mastrorocco, e il già Assessore alla Cultura nella prima Giunta Carlucci Antonia Sardone.

Nel prossimo numero de La Voce del Paese di Acquaviva, distribuito in tutte le edicole della città, sarà pubblicato il documento intero della mozione di sfiducia presentata in base all’Art. 7 comma 21 dello Statuto Regionale del PD.

Commenti  

 
#4 Patrizia 2016-02-08 19:09
Mi hanno riferito che il lavoro della fattoria collettiva degli animali nel panorama politico cittadino è intenso e decisivo per bloccare qualsivoglia iniziativa o progetto. L'andazzo è come sempre gattopardesco, si trascina da decenni, non cambiando nulla, lasciando il paese fermo ed in profondo degrado. Il gatto e la volpe, vengono dal passato e sono approdati nel PD, dopo un lungo percorso trasformistico tipico di chi modifica le proprie opinioni politiche secondo l'opportunità del momento. L'arrivo e la presenza del gatto e della volpe con le loro truppe cammellate scuotono pesantemente e drammaticamente il PD mettendo a rischio la coalizione di centrosinistra e l'Amministrazio ne Carlucci. L'ape regina rimane salda, ferma, intoccabile e regna beata. Il vecchio leone, giustamente superbo per i trionfi del passato, non disdegna qualche suggerimento sul da farsi al bovino di turno. Alla fine tutto passa in cavalleria.
 
 
#3 andrei gromyko 2016-02-05 13:19
La politica acquavivese, a tutti i livelli, come rigurgito delle cloache (la metafora è del grande Gabriele D'Annunzio).... .
 
 
#2 Acquaviva svegliati 2016-02-03 16:43
Effettivamente, il Nettis di turno deve andare a casa, E'ora perche' ha sbagliato tutto ed la spada di Damocle gli e' caduta sulla testa. Basta. La Sardone ha fatto bene a firmare . Perche' ebbene si sappia non voleva dare le dimmissioni subite. Lunica a pagare è stata lei . Ha lavorato bene . Le beghe tra Nettis e la Vavalle erano cose loro.La Sardone deve difendersi da queste menzognerie.
 
 
#1 Achille 2016-02-03 00:27
I guastatori all'opera.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI