Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

IL PARTITO DEMOCRATICO E' IN CONGRESSO

congresso_PD

 

Si sono aperti ieri sera, presso la Sala 2000, i lavori congressuali del Partito Democratico di Acquaviva delle Fonti, a cui hanno partecipato anche delegati dei partiti politici della coalizione di governo e non.

Erano presenti al consesso dei democratici di Acquaviva: l’avv. Angelo Maurizio, delegato dell’IDV, il dott. Mimì Azzone, delegato dell’UDC, Lino Romanelli rappresentante di Sinistra e Libertà, Mimmo Ferrulli della lista civica Insieme per Acquaviva e Filippo Cassano della lista civica Compagnia delle Arti. La scelta di invitare ai lavori congressuali gli altri partiti è stata voluta dal Partito Democratico per ribadire il concetto, più volte anche affermato dal Sindaco Squicciarini , del dialogo con tutte le forze politiche.


Il segretario uscente del PD, nonché attuale Sindaco di Acquaviva, Francesco Squicciarini ha ringraziato il suo partito. “Ho lasciato la segreteria del partito nel momento in cui ho accettato la candidatura a Sindaco. Nella storia del PD ci sono state diverse incomprensioni e scontri dovuti soprattutto alla diversità delle tradizioni dei partiti che hanno contribuito a formare questo nuovo soggetto politico. Ma questi momenti di scontro-incontro ci hanno rafforzato e ci hanno portato ad ottenere uno splendido risultato. Dopo tanti anni di opposizione questo partito è riuscito a diventare partito di maggioranza e questo lo dobbiamo alla grande forza di unità che abbiamo saputo imprimere in questa campagna elettorale”.
La parola è poi passata al candidato Segretario Provinciale Vito Antonacci, il quale ha ribadito che il PD è si formato da varie tradizioni e storie partitiche ma contiene in sé una grande unità. L’unità, a detta di Antonacci, è un valore imprescindibile e dona grande forza a questo grande partito. “Quella di fondere diverse tradizioni e storie politiche è stata una grande intuizione e ha portato ad un cambiamento epocale”.


Ha poi parlato, infine, il candidato Segretario del Partito Democratico di Acquaviva delle Fonti,  Vito Antonio Caroli al quale, dopo il suo intervento, è seguito un caloroso applauso segno di una autentica acclamazione democratica della sua candidatura ed elezione a nuovo Segretario. Qui di seguito le sue dichiarazioni da candidato:
Anzitutto assicuro il mio impegno a farmi promotore di istanze di partecipazione democratica e di partecipazione politica giovanile. Il grande successo elettorale è dovuto alla grande struttura e alla storia di questo partito. E’, inoltre, dovuto alla grande risorsa giovanile al suo entusiasmo. I giovani sono il futuro di questo partito, il nostro futuro. In questa competizione elettorale l’entusiasmo e le idee dei giovani sono state ben coordinate dal loro Segretario Pasquale Cotrufo e ben gestite dall’attuale Sindaco Squicciarini. Io mi impegnerò a tal punto a proseguire su questa strada inaugurata durante le elezioni amministrative dall’ex. Segreteria del PD. Terrò fede a principi di meritocrazia e apertura democratica che possano portare ad una continua e futura crescita di consenso nel nostro paese. Mi impegnerò a costruire un partito che non escluda nessuno, che non sia portatore di atti discriminatori. Il nostro compito sarà quello di dialogare con tutti i soggetti politici e non, per alimentare il confronto e il pluralismo di idee. Questo partito deve riuscire a risolvere i problemi di Acquaviva, deve pensare al bene comune. Dobbiamo anteporre prepotentemente personalismi e fazioni politiche in nome dell’interesse generale. Bisogna costruire una nuova classe dirigente in grado di parlare alla gente e di guidare lo sviluppo economico-sociale di questo paese. Occorre confutare con i fatti la concezione della gente che alla politica possano accedere pochi eletti di una casta. Io voglio perseguire una politica democratica e aperta. Voglio costruire un partito unito, fatto da persone che facciano politica per missione, per  passione e non per conservare il loro potere costituito”.


I lavori congressuali si sono chiusi, dopo un breve dibattito, con la votazione unanime della candidatura di Vito Antonio Caroli e Vito Antonacci rispettivamente candidato Segretario Locale e Provinciale del Partito Democratico.


Domenica 6 Giugno 2010, si apriranno le operazioni di voto. Possono partecipare al voto tutti coloro che si sono iscritti al Partito Democratico entro il 21 luglio 2009 e che rinnovano la tessera di adesione al partito entro il primo giorno del congresso.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI