Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Centro di Raccolta, la Minoranza presenta un’Interpellanza

IMG-20151119-WA0001

Nei giorni acorsi i consiglieri comunali Giacinto Claudio GIORGIO, Francesco MONTENEGRO, Eustachio Claudio SOLAZZO, Piero DEPASCALE e Carmela CAPOZZO  hanno presentato una interpellanza sul Centro di Raccolta Comunale dei Rifiuti.

 

L’interrogazione con risposta scritta e discussione in aula è stata indirizzata al sindaco Carlucci al Presidente del Consiglio, agli Assessori e consiglieri.

Pubblichiamo di seguito il corpo dell’ interpellanza delle Minoranze:

 

“I sottoscritti consiglieri comunali

 premesso che:

- L'Amministrazione comunale, con Delib. n. 224 del 21/00/2014, ha formulato al settore Tecnico atto di indirizzo per la partecipazione al bando di finanziamento promosso dalla regione Puglia per la realizzazione di "Centro di Raccolta Comunale dei Rifiuti" da realizzarsi su di un'area già di proprietà comunale

- a tale scopo con Determ. Dirìg. n° 603/2014 veniva incaricato un professionista per la redazione della progettazione esecutiva per la realizzazione del " Centro di raccolta Comunale- RSU"

- L'amministrazione Comunale, con Del. di G. M. n° 32 del 10/02/2015, prendeva atto della progettazione esecutiva;

- L'Amministrazione Comunale, con del. di G.M. n° 109 del 07/05/2015 approvava la progettazione esecutiva e nominava il Dirigente dell'Ufficio Tecnico quale responsabile del procedimento;

- Il Dirigente dell'Ufficio Tecnico, con Det. Dirigenziale n° 541 del 27/08/2015 , affidava l'incarico per Direzione Lavori, Coordinatore della Sicurezza in fase di esecuzione e Collaudo, allo stesso tecnico redattore del progetto esecutivo;

- che i lavori relativi alla realizzazione del Centro di Raccolta Comunale dei Rifiuti sono iniziati e

procedono abbastanza speditamente,

- che l'area oggetto dì tale insediamento rientra nell1 " AREA DESTINATA A USO COLLETTIVO " la cui edificazione è normata dall'art. 6 delle Norme tecniche di attuazione allegate al piano per insediamenti produttivi - Variante n° 6 - approvato dal Consiglio Comunale di Acquaviva delle Fonti in data 07/11/2011 n° 43 del Registro Verbali;

 

INTERROGANO L'ASSESSORE ALL'ASSETTO DEL TERRITORIO O IL SINDACO

 

Per conoscere se, come previsto dall'art. 7 delle NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL PIP - Variante n° 6 - Delib. C.C. n° 43 del 07/11/2011

1) La realizzazione del Centro Comunale dì Raccolta rientri o meno tra quelli previsti dall'art. 7 delle suddette Norme Tecniche; l'art. 7 cita testualmente: "Tale zona ospita i servizi dell'agglomerato industriale con le relative aree a verde e di parcheggio, quali:

o la sede di un centro destinato alle attività commerciali e rappresentative delle

aziende industriali dell'agglomerato;

o Uffici per le ditte di spedizione e imballaggio. Enti Previdenziali:

o Ufficio sostale, telegrafico e telefonico sportelli bancari:

o Negozia scacci alimentari, bar e giornali, ecc.

Unitamente a questi servizi saranno previste le seguenti attrezzature:

o una mensa funzionante a doppio turno , con le relative aree scoperte contigue alberate per Giochi, la ricreazione e relativi parcheggi;

o Un asilo Nido per 10O bambini;

o Un centro sociale per manifestazioni culturali, ricreative, assistenziali."

2) L'attività del futuro Centro Comunale di Raccolta sia stata individuata come attività industriale o artigianale, anche in considerazione della stretta correlazione di questa attività con il servizio plurimilionario di raccolta dei rifiuti solidi urbani e speciali assimilabili agli urbani. L'art. 7 cita testualmente: " Nella zona in oggetto non sono consentite le abitazioni se non per custodi degli edifici previsti, né l’insediamento di attività industriali.":

3) L'Amministrazione Comunale, prima di procedere alla progettazione esecutiva del Centro

Comunale di Raccolta, abbia o meno proceduto alla redazione di un piano particolareggiato per le Aree di Interesse Collettivo del Piano Insediamenti Produttivi : L'art. 7 cita testualmente : "La progettazione di questa zona si attuerà mediante un piano particolareggiato unitario, al quale provvedere il comune."

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI