Martedì 13 Novembre 2018
   
Text Size

Acquaviva si oppone a nuove sale scommesse

carlucci

  

Nuove sale scommesse in barba alla Legge regionale

 

Pubblichiamo di seguito la nota del sindaco Davide Carlucci giunta in Redazione:  

 

 

"Con la presente- scrive Carlucci- intendo manifestare tutta la mia disapprovazione per il modo in cui viene aggirata una norma regionale che è stata concepita per arginare il fenomeno del gioco d'azzardo patologico. 

Nel dicembre 2013, la Regione Puglia, infatti, ha approvato all’unanimità una legge regionale contro la ludopatia, la 43 del 2013. La legge nega l’autorizzazione all’esercizio di sale giochi e slot machine in un raggio inferiore a 500 metri da luoghi di culto, oratori, scuole, impianti sportivi, centri giovanili e strutture sanitarie, socio-assistenziali e ricettive per categorie protette.

Tuttavia, fatto la legge, è già stato trovato l'inganno. Ad Acquaviva, nonostante l'Amministrazione comunale abbia già diverse volte segnalato alla Questura l'incompatibilità dell'apertura delle richieste di sale giochi in apertura con la norma regionale, una nuova sala scommesse, a pochissimi metri da una scuola elementare e dalla Cattedrale, sta per aprire i battenti. Questo perché, ci spiegano dalla Questura, una recente giurisprudenza ha esonerato la Questura dall'obbligo di chiedere al Comune, in via preventiva, la verifica del rispetto delle distanze imposte dalla legge regionale.

Al Comune- prosegue il sindaco- non resterebbe che punire il titolare della sala scommesse con una sanzione amministrativa pecuniaria da 6mila a 10mila euro applicando, nel caso di reiterazione delle violazione, la sanzione amministrativa accessoria della sospensione temporanea dell'esercizio dell'attività da dieci a sessanta giorni. Nei prossimi giorni invieremo al titolare una diffida all'apertura dell'esercizio. Nel caso non dovesse rispettarla, adotteremo tutte le misure necessarie che la legge ci mette a disposizione per impedire che la ludopatia trovi ulteriore terreno fertile in una cittadina già fin troppo satura di luoghi nei quali si pratica il gioco d'azzardo". 

 


Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI