Martedì 13 Novembre 2018
   
Text Size

Incarichi legali esterni: spreco per l’Ente

logo Movimento_Democratico_per_Acquaviva

 

Pubblichiamo di seguito la nota del Movimento Democratico per Acquaviva giunta in Redazione nei giorni scorsi:

 

SINDACO SPENDACCIONE

 

 

Il Sindaco Carlucci dopo aver assunto al Comune un avvocato per ridurre le spese legali, con una spesa annuale di circa 70.000,00 continua a dare incarichi legali esterni. Infatti, con delibera di Giunta Comunale n. 271 del 4.12.2014 ha conferito mandato ad un avvocato esterno, decidendo di sceglierlo non residente in Acquaviva, per verificare giudizialmente se il Comune poteva procedere direttamente al pagamento degli stipendi ai dipendenti della Lombardi Ecologia.

Il mandato conferito ha comportato una spesa di circa € 14.000,00 !!!

Senonchè, la spesa è risultata inutile perché il ricorso ex art. 700 c.p.c. promosso dall’avvocato esterno e non residente in Acquaviva è stato rigettato dal Tribunale di Bari senza entrare neanche nel merito della problematica.

Tanto viene confermato dallo stesso Sindaco nell’Ordinanza Sindacale n. 188 del 23.12.2014 !!

Ebbene al danno è seguita la beffa infatti IL TRIBUNALE DOPO AVER RIGETTATO HA CONDANNATO, IL COMUNE DI ACQUAVIVA E LA LOMBARDI ECOLOGIA AL PAGAMENTO IN FAVORE DI EQUITALIA DELLE COMPETENZE “DELL’INUTILE GIUDIZIO” PER UN IMPORTO DI € 13.786,00 OLTRE SPESE GENERALI (15%) CAP ED IVA E, QUINDI, IN TOTALE € 20.115,42 CHE SOMMATO A QUANTO ELARGITO ALL’AVVOCATO ESTERNO COMPORTA UN0 SPRECO COMPLESSIVO DI € 35.000,00

LA LOMBARDI SICURAMENTE NON PAGHERA’ LA SUA QUOTA ESSENDO IN CONCORDATO PREVENTIVO E, QUINDI, EQUITALIA CHIEDERA’ L’INTERO PAGAMENTO SOLO AL NOSTRO COMUNE !!!

Inoltre, incomprensibili e tendenziosi sono le argomentazioni del Sindaco portate a supporto della scelta di un avvocato non acquavivese!!

Infatti, anche il più giovane degli avvocati acquavivesi sarebbe stato capace di presentare il ricorso ex art. 700 c.p.c. in questione.

Così come incomprensibili ed assolutamente inesistenti sono le “pressioni ed interferenze ” che, secondo il Sindaco gli avvocati acquavivesi avrebbero potuto subire.

Peraltro, gli avvocati acquavivesi avrebbero rispettato la vigente normativa in materia di compensi legali (D.M. 55/2014 comma 5° e 6° che per la fattispecie prevede un compenso notevolmente inferiore !!

Il Movimento Democratico per Acquaviva denuncia l’ulteriore iniziativa del Sindaco che ha sprecato denaro pubblico e denota l’incompetenza dell’amministrazione e,

CHIEDE

al SINDACO CARLUCCI di assumersi la responsabilità personale di tale spreco di denaro pubblico e farsi carico personalmente del pagamento delle competenze all’avvocato non residente in Acquaviva in quanto si ritiene che la delibera di G.C. ha provocato un danno erariale passibile di denuncia alla Corte dei Conti.

 

*Movimento Democratico per Acquaviva


 

 

Pubblichiamo di seguito l’esposto presentato lo scorso 26 gennaio riguardante la deliberazione della Giunta comunale n. 271 del 4 dicembre 2014.

 


 



Commenti  

 
#1 pippuccio 2015-02-01 12:24
Il Movimento Democratico fa una contestazione puntuale e dettagliata di come andava trattato un determinato caso giudiziario e di quali gravi errori di procedura siano stati commessi dall'Amministra zione. L'Amministrazio ne Carlucci deve a questo punto, prima di tutto, fare un esempio uguale e contrario, cioè citare un caso giudiziario trattato in maniera altrettanto ERRONEA da una precedente amministrazione dove magari era coinvolto qualche legale vicino agli attuali accusatori.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI