Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

Legambiente: in Puglia cinquemila tetti d'amianto

Legambiente Puglia_5_dicembre_2014

 "Si stima in un milione e 750 mila metri cubi la presenza complessiva di amianto in tutta la Puglia dove sono cinquemila i tetti interessati dal problema per una superficie totale di un milione e 140 mila metri quadri. Di questi tetti, 1.706 hanno una superficie superiore ai 500 metri quadri, mentre 2,751 quelli con una superiori ai 200 metri quadri". I dati sono stati diffusi venerdì scorso a Bari in occasione della presentazione di 'Puglia Eternit Freè, la prima campagna regionale di informazione sul rischio amianto promossa da Legambiente Puglia con il patrocinio dell’assessorato alla Qualità dell’ambiente della Regione Puglia e con la collaborazione di 'Teoremà, attiva nel settore delle bonifiche ambientali.

La campagna, presentata dal presidente di Legambiente Puglia, Francesco Tarantini, e dall’assessore regionale alla Qualità dell’ambiente, Lorenzo Nicastro, punta alla "rilevazione statistica di amianto nelle aree urbane, industriali e agricole, così come disposto dalla legge n. 257/9 e dal Piano Regionale Amianto della Regione Puglia che prevede, tra l’altro, l’avvio del censimento obbligatorio. Sollecitando l’assessore "a realizzare gli impianti di smaltimento amianto", Tarantini ha "chiesto alla Regione di approvare il Piano Regionale Amianto e di stanziare le risorse economiche necessarie per garantire la rimozione e la bonifica delle strutture contaminate dalla fibra killer".

"E motivo di orgoglio per me – ha replicato Nicastro – poter dire che questo Piano, predisposto dal 2012, sarà approvato entro fine legislatura". Tra gli obiettivi di 'Puglia Eternit Freè c'è quello di fornire ai cittadini gli strumenti per difendersi da quella che è stata definita la "fibra killer" che "ogni anno in Italia uccide quattromila persone". Legambiente, nell’ambito dell’iniziativa, ha attivato il numero verde '800131026' a cui cittadini ed enti potranno rivolgersi per richiedere un sopralluogo tecnico gratuito al fine di censire l'eventuale presenza di materiali e manufatti contenenti amianto. In caso di esito positivo, quanti ne faranno richiesta saranno affiancati nella compilazione della scheda di auto-notifica al fine di procedere al censimento previsto per legge. Alla campagna regionale di Legambiente hanno già aderito dieci Comuni pugliesi: Bisceglie, Bitonto, Capurso, Cassano delle Murge, Cellamare, Gioia del Colle, Margherita di Savoia, Massafra, Ruffano, Trani.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI