Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

Inaugurata a Bari la mostra "Senzatomica"

10690275 928319977196171_8032302349767572259_n.2

 

8-30 NOVEMBRE A BARI in piazza Ferrarese SARA’ PRESENTE LA MOSTRA itinerante SENZATOMICA

               Trasformare lo spirito umano per un mondo libero dalle armi nucleari

Lo scopo della mostra è informare, far riflettere e dare potere alla gente comune. La minaccia dell’uso delle armi nucleare è una realtà che occupa il vertice della violenza come risultato dell’incapacità umana di risolvere i conflitti tra i popoli.

In uno spazio di 700 metri quadri ,il percorso è rivolto a persone di tutte le fasce di età e si presenta come strumento educativo.

Divisa in quattro sezioni, la mostra pone l’accento sui seguenti punti:

  • Garantire il diritto alla vita di tutti i popoli
  • Passare dalla sicurezza basate sulle armi alla sicurezza basata sul soddisfacimento dei bisogni fondamentali degli esseri umani
  • Cambiare la visione del mondo da una cultura della paura a una cultura della fiducia reciproca
  • Le azioni che costruiscono la pace

La riflessione è posta sui temi che attraversano unendoli  la responsabilità sociale dello scienziato,la responsabilità nei confronti delle generazioni future, l’impatto ambientale dei test nucleari,il costo degli armamenti e del loro mantenimento (calcolando che un decimo della spesa azzererebbe la fame nel mondo).

Un percorso è dedicato completamente  ai bambini tra gli 8 e 11 anni con pannelli creati appositamente per loro da educatori nel campo pedagogico infantile.

Questo evento organizzato dalla Soga gakkai International è inserito nel più vasto programma di ICAN (International Campaign for the Abolishment of Nuclear Weapons) che ha promosso la campagna globale per il disarmo nucleare  nel 2007. Ican E' composta da una coalizione di oltre 350 organizzazioni della società civile di circa 90 paesi che si dedicano a fare pressione sui propri governi affinché firmino un trattato internazionale per la messa al bando delle armi nucleari. 

Nata da medici statunitensi e russi che negli anni 80 avviarono uno studio sugli effetti di un’eventuale guerra nucleare, la campagna La Campagna internazionale per l'abolizione delle armi nucleari (ICAN) è una coalizione campagna globale di lavoro per mobilitare le persone in tutti i paesi di ispirare, persuadere e pressione sui loro governi per avviare e sostenere i negoziati per un trattato che vieta le armi nucleari.

Potremmo porre una domanda a chiunque e chiedere se la guerra è un giusto rimedio per la soluzione  ai conflitti tra le nazione, o se è giusto che esistano nel mondo delle diseguaglianze tali da porre una parte della popolazione della terra in stato di estrema povertà  per cui la vita diventa un percorso di lotta per la sopravvivenza, sicuramente la risposta sarebbe NO.

Ma la questione non è porre domande di cui si può ipotizzare la risposta,la questione è porci, accanto ad un problema, ad un’ingiustizia,ad un conflitto, un’altra domanda  :

                                                        COSA FACCIO IO.

L’iniziativa di aderire alla moratoria per il disarmo delle armi nucleari da parte dei consiglieri di maggioranza e minoranza di Acquaviva delle Fonti nel corso del consiglio comunale del 31/07/2014 ha questo preciso senso, porre un’azione verso una direzione. Per questo motivo anche ad ACQUAVIVA DELLE FONTI possiamo essere orgogliosi di mettere in campo azioni in coerenza e sintonia con il progetto globale.

Il mondo è continuamente scosso dai venti di guerra e di ingiustizia perché lo spirito umano è ancora lontano dalla consapevolezza dell’importanza di ogni singola vita e dalla consapevolezza del principio di indivisibilità tra uomo-ambiente.

Pensare che siamo troppo piccoli e lontani dalle questioni che consideriamo internazionale o dei governi del mondo che hanno il potere di decidere le sorti dell’umanità è un pensiero che nasce dal senso di impotenza e dal non riconoscere il proprio vero potere.

Il nostro vero potere è la capacità di ogni singola persona di orientare le sorti del mondo con le sue scelte nelle azioni quotidiane,nella modalità del suoi pensieri e nella coerenza da mettere in campo tra le due sfere di pensiero ed azione.

Per questo non c’è stato dubbio nel portare in questo paese una decisione così importante.

E l’azione è continuata svolgendo una diffusione dell’iniziativa e dell’evento della mostra SENZATOMICA, negli istituti scolastici di questa città , con l’augurio che il maggiore di studenti  con i loro docenti possano cogliere questa opportunità di visitare gratuitamente l’evento a Bari, nel mese di Novembre.

Ieri 8 novembre alcuni rappresentanti istituzionali erano presenti all’inaugurazione nella sal consiliare del <comune di Bari, accolti con cordialità e riconoscenza per l’azione posta nella nostra città.

 

Consigliera Comunale

Dott.ssa Caterina Casalino

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI