Venerdì 21 Settembre 2018
   
Text Size

Acquaviva dica NO alla mafia – VOTA!

noi indipendenti

ricordiamo

Lo scorso 19 luglio, tutta Italia, ha ricordato la Strage di Via D’Amelio: dove, nel 1992, persero la vita Paolo Borsellino e la sua scorta. Noi Indipendenti – Lista Chiechi, grazie al contributo di alcuni media locali (dove particolare riconoscimento va ad AcquavivaNet ed AcquavivaLive), invitiamo la città, per il futuro, a prestare maggiore attenzione per questa data. Come per il giorno della scomparsa di Giovanni Falcone. Riteniamo il presente comunicato completamente bi-partisan: aperto alla sensibilità della maggioranza quanto alle forze di opposizione. Ringraziamo il Primo Cittadino per il suo possibile interessamento.

http://noiindipendenti.wordpress.com/2014/08/03/ricordiamo/

VOTA! Sul blog Noi Indipendenti – Secondo voi cittadini, Acquaviva è:

http://noiindipendenti.wordpress.com/2014/08/04/acquaviva-pulita/

Una città dove tuttora si nasconde il malaffare;

Una città dove non c’è il malaffare, ma forse in politica;

Una città trasparente, anche in politica;

Una città non mafiosa, ma discreta in vicende di usura. Dove la politica si arena in misteri di Palazzo;

Una città dove non manca il malaffare, ma la politica è immune.

Commenti  

 
#4 Noi Indipendenti 2014-08-10 10:53
@Roberto Tritto: Due risposte. La prima: Complimenti. Un gesto di grande civiltà. Non sarebbe male ricordare Falcone e Borsellino anche ad Acquaviva. IMMAGINO TU NON SIA CONTRARIO. Perché la morte dei giudici non riguarda solo Palermo e hinterland... La seconda: spero non vi sia confusione fra magistratura ed estrema sinistra. Perché pretendere un'Italia senza mafia è prerogativa di tutti gli italiani onesti. ANZI... VUOI FARE FRONTE COMUNE? TI ANDREBBE? Vai sul blog, sezione INFO: manda una e-mail.
 
 
#3 Noi Indipendenti 2014-08-10 10:39
@rosina: 1) E' un libero sondaggio fra utenti; 2) In ogni caso, pretendere una città libera dal malaffare e dalle mafie non è errato; 3) In Italia, tutti dovremmo ricordare Falcone e Borsellino.
 
 
#2 Roberto Tritto 2014-08-08 15:35
Il 19 Luglio, una delegazione delle Agende Rosse "Placido Rizzotto " di Acquaviva delle Fonti, è stata presente a Palermo in Via D'Amelio per ricordare e soprattutto ascoltare e toccare con orecchie e mani i luoghi delle stragi. Momenti molto toccanti che fanno riflettere. noi lo ricorderemo così il 19 luglio. Per questo propongo di chiedere al Comune di Acquaviva delle Fonti di dare la CITTADINANZA ONORARIA al Giudice Nino DI MATTEO che resta solo a lottare contro i colletti bianchi della mafia
 
 
#1 rosina 2014-08-07 09:40
per favore Pinetto esci dalla ovvietà. Esiste la Mafia ad Acquaviva ?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI