Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

Al via “Cuore di Puglia per Expo 2015″

cuoredipuglia verso_expo_2015


Il battesimo "ufficiale" di Cuore di Puglia per Expo 2015" è avvenuto ieri - 25 luglio - nella sede dell'Istituto Agronomico Mediterraneo-Ciheam, a Valenzano. Alla presenza del segretario generale dell'organizzazione internazionale, Cosimo Lacirignola, i rappresentanti di sedici amministrazioni (Acquaviva, Binetto, Bisceglie, Bitetto, Bitritto, Bitonto, Cassano, Corato, Gioia del Colle, Lecce, Polignano, Putignano, Sannicandro di Bari, Santeramo, Toritto, Valenzano) si sono incontrati per stabilire un percorso comune in vista dell'Esposizione Universale di Milano.

L'incontro è stato promosso dall'Anci Puglia su iniziativa dei sindaci di Acquaviva, Bitetto e Sannicandro. Gli amministratori hanno deciso di convergere verso iniziative coordinate sui temi dell'educazione alimentare, della valorizzazione delle biodiversità dei nostri  territori, della innovazione in agricoltura, dei paesaggi eccezionali in cui queste risorse preziose si sono sedimentate e tramandate, custodite dai padri che ci hanno trasmesso modi di vivere che in  questo mondo globalizzato costituiscono una sfida alla crisi che attraversiamo per noi e per le generazioni che verranno.


Ciò nella consapevolezza che questi traguardi hanno bisogno di un percorso insieme, che travalichi i confini comunali e guardi ai territori nella loro ricchezza e complessità fisica, storica e culturale e dunque come patrimonio della nostra regione.


L'aggregazione tra comuni - che coinvolge, oltre alle municipalità rappresentate nell'incontro di oggi, anche Adelfia, Alberobello, Molfetta e Sammichele - è un percorso avviato a gennaio di quest'anno e che ha già prodotto momenti pubblici di confronto, come l'incontro "Contadini 2.0", gli Stati generali dell'Innovazione nell'Agricoltura organizzati a maggio ad Acquaviva e un sito Internet in fase di elaborazione, "Cuoredipuglia verso Expo 2015",
(http://cuoredipugliaexpo.wordpress.com).

Ora i sindaci vogliono consolidare la loro intesa, che punta a Expo solo come tappa intermedia e si prefigge l'obiettivo più ambizioso di andare oltre, coinvolgendo l'Università e Antenna Pon R&C, una struttura ministeriale che si occupa di ricerca e competitività, per promuovere progetti di sostegno al settore agroalimentare e agrituristico del territorio.
Per questo si sono dati appuntamento all'8 settembre, sempre nella sede dello Iam, con i rappresentanti dell’amministrazione regionale e dell’ANCI Puglia per i successivi passi istituzionali. Nel frattempo ogni Comune dovrà sottoscrivere una manifestazione d'interesse sulla base del documento programmatico unitario e stabilire, di concerto con la Regione Puglia, le modalità di partecipazione all'evento e le forme di promozione del territorio

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI