Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

Aumentata del 5% la differenziata. Raggiunto a giugno il 20%

Ing. Francesco_Bruno

 

 

AD ACQUAVIVA LA MOBILITAZIONE POPOLARE PER AUMENTARE DEL 5% LA RACCOLTA DIFFERENZIATA CENTRA L'OBIETTIVO E IN UN MESE LA PERCENTUALE SCHIZZA DALL'11 AL 20 PER CENTO

 

Alla chiusura del mese di giugno, mese decisivo per la definizione dell’aumento dell’ecotassa regionale, dalla rilevazione dei dati pervenuti al Comune di Acquaviva, la percentuale di raccolta si attesta al 19,9%.

Il risultato raggiunto, alla luce del target fissato dalla Regione del 16,44%, è abbondantemente superato e consente al nostro Comune di evitare l’aumento dell’ecotassa da 7,50 euro a 25,00 euro, stimato in circa 150.000 euro.

Un risultato importantissimo per la nostra comunità che, in un periodo di crisi economica, dimostra che le buone pratiche e la responsabilità ecologista permettono di ottenere anche dei benefici economici.

Questo Assessorato vuole rivolgere un sentito ringraziamento ai volenterosi cittadini che hanno colto l’invito ad incrementare la differenziazione dei rifiuti e ad adoperarsi laboriosamente nel raggiungimento di questa sfida.

Ma un ringraziamento va anche ai tanti volontari ambientalisti che hanno prestato il loro tempo a questa causa, all’Associazione Acquaviva verso Rifiuti Zero ed a Spicchio Verde che hanno partecipato attivamente alle iniziative di sensibilizzazione, alle scuole che hanno colto il nostro invito a disfarsi degli archivi obsoleti ed alla Lombardi Ecologia che ha egregiamente collaborato nelle attività di raccolta straordinarie.

Commenti  

 
#1 Il plebeo 2014-07-06 10:55
Ognuno se la canta e se la suona come meglio crede......I cittadini esigono la trasparenza dei processi di recupero dei materiali da raccolta differenziata per il semplice motivo che i controlli talvolta sono inesistenti o deficitari.In Italia ci sono ben 13 metodologie di certificazione delle raccolte differenziate, ora il Comune di Acquaviva quale metodo ha adottato?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI