Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

Nasce il blog di “Noi, Indipendenti - Lista Chiechi"

noi indipendenti

 

 pino chiechi

NOI INDIPENDENTI – LISTA CHIECHI è una lista civica aperta a tutti gli indipendenti del centrodestra che credono in una “destra orizzontale”: “mentre, a un lato, cresce l’omologazione del pensiero unico, il relativismo, il nichilismo, lo smantellamento dell’orizzonte sociale, l’innalzamento delle responsabilità verso un piano sempre più verticale”, ecco un’idea dal basso e per il basso, pro-local, che deve farsi sindacato diretto dei cittadini.

Come fa fede l’ultimo orientamento genlocalista, la politica, per essere utile alla società, deve partire dal basso. E dall’attenta analisi delle singole situazioni locali. – I singoli cittadini non devono più lamentarsi, ma interagire con il mondo che li circonda.

Siamo talmente circondati da suoni, immagini, informazioni, che ci sembra di essere circondati, unilateralmente e puntualmente, dal Nulla. – Ogni individuo, però, non può fare a meno di esprimere comunicazione. Ogni individuo non può fare a meno di enunciare quella parte di verità che i grandi mezzi non enunciano.

Quante volte, invece, ci siamo chiesti come controllare in regime di trasparenza lo sperpero del denaro pubblico. Ecco che, a tal motivo come per altro, ogni città dovrebbe dotarsi di un comitato civico… di natura socio-economico-culturale; dove ciascuno sia almeno espressione della pubblica istruzione locale, dell’imprenditoria locale, degli esercizi locali, delle associazioni locali.

PERCHÉ? – Serve una risposta alle incertezze del presente per capire come diminuire il “rating” fra paese reale e buona politica. Forse è giusto che il cittadino comune, oltre che essere un semplice contribuente che si reca alle urne per andare a votare, si interessi direttamente della vita politica del proprio paese.

Dobbiamo avere il coraggio di pensare e di essere “massa”: per “partecipare”. Pretendendo trasparenza dei conti pubblici e delle scelte della gestione della cosa pubblica. Partendo dal basso e dal locale. E, magari, fino al nazionale. Anche trascendendo al concetto di “nazionale”. Cercando “glocalismi orizzontali” e non di pensiero “verticale”.

ALLA POSSIBILE DOMANDA: MA SE TUTTO È GLOBALE PERCHÉ RINTANARSI IN UN PERIMETRO LOCALISTA? – Nessuna chiusura. E nemmeno fra un milione di anni. Il mondo è la comunità delle comunità. La nazione è la comunità dell’insieme delle varie realtà pro-local: ovvero la comunità delle comunità pro-local. La possibile federazione delle civiche orizzontali. L’indaco… è il colore dell’indigeno.

ALTRA DOMANDA: MA DOVE CREDETE DI ANDARE? – Esponiamo la nostra idea nell’interesse del bene comune. Esiste la democrazia e quella decide.

CONTATTI

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Blog N.I.: http://noiindipendenti.wordpress.com/

G. Chiechi Facebook: https://www.facebook.com/people/Giuseppe-Chiechi/100005709105102

N.I. Facebook: https://www.facebook.com/pages/Noi-Indipendenti-Lista-Chiechi/880074582009145

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI