Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

Rifiuti e Spes. I sindaci dell’ARO BA 5 contro Povia

carlucci

 

ARO Ba 5: Gioia rinvia la Presa d'atto Piano Industriale. La nota degli altri Sindaci

 

Pubblichiamo di seguito il comunicato stampa sulla vicenda ARO sottoscritto dai sindaci di Acquaviva, Adelfia, Casamassima e Sammichele in evidente disaccordo su quanto accaduto nel corso dell'ultimo consiglio comunale svoltosi a Gioia del Colle, e inerente le decisioni prese dall'amministrazione Povia sulla vicenda rifiuti e Spes Gioia SpA.: 

 __________

"Abbiamo appreso nei giorni scorsi che il Consiglio Comunale di Gioia del Colle, che in data 28 maggio u.s. si era convocato per deliberare la presa d’atto del “Piano Industriale per la gestione associata dei rifiuti urbani nell’ARO BA5”, ha stabilito di rinviare tale deliberazione a successiva convocazione fissata nella data di venerdì 6 giugno p.v..

Questo rinvio, del tutto inaspettato ed in discordanza con gli accordi sulle tempistiche presi fra i Sindaci, rischia di determinare una brusca frenata in relazione ai processi messi in atto per l’affidamento al gestore unico del servizio di igiene urbana.

Le ragioni di questo rinvio del Consiglio Comunale, pare siano motivate dal tentativo che vuole mettere in atto il Comune di Gioia di acquisire il 20% delle quote private della Spes, per farla diventare una società totalmente pubblica e poter esercitare, prima dell’approvazione degli atti di gara, l’opzione di affidamento del servizio di spazzamento e raccolta alla medesima società.

Riteniamo questa scelta assolutamente tardiva e, quindi, inopportuna. Il Comune di Gioia del Colle infatti ha avuto tutto il tempo per poter valutare al meglio le scelte da adottare in relazione alla Spes e non si comprendono le ragioni per le quali si sia arrivati a questo punto, vincolando e penalizzando inevitabilmente altri 5 Comuni.

Tali ritardi infatti pregiudicano fortemente ogni possibilità, che ha l’ARO BA5, di poter accedere alla premialità di 10 milioni di euro, messa a disposizione dalla Regione Puglia, che consentirebbe ai Comuni di poter alleviare i maggiori costi da sostenersi nel primo anno di gestione del servizio, evitando quindi che ricadano sulle rispettive collettività.

 Scelte inopportune da parte del Comune di Gioia inoltre, che farebbero venire meno tutti i vantaggi derivanti dalle economie di scala, elemento non trascurabile per il quale si è costituito l’ARO, determinando un aumento dei costi complessivo di gestione per tutti quanti i Comuni".

Davide Carlucci, Sindaco di Acquaviva

Vito Antonacci, Sindaco di Adelfia

Domenico Birardi, Sindaco di Casamassima

Filippo Boscia, Sindaco di Sammichele

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI