Martedì 13 Novembre 2018
   
Text Size

Ass. Bruno: "Differenziata al 14%, segnali incoraggianti"

ass. ing._Bruno_SEL

  

Segnali incoraggianti dagli acquavivesi in relazione alla raccolta differenziata. E’ passata dall’11,53% di marzo al 14,07% ad aprile!

Si è stabilito un record sulla carta che è passata da una media di 20 tonnellate mensili degli ultimi anni a ben 30 tonnellate ad aprile, e sul vetro, passato da una media di 3 tonnellate mensili a ben 15 tonnellate, facendo registrare una quintuplicazione del dato. Anche la plastica, dopo il record di marzo di 16 tonnellate, resta alta con le 15 tonnellate di aprile.

Questi risultati denotano un importante impegno della comunità verso una città virtuosa ed ecologicamente sostenibile. E questo vale ancor di più se si considera che fino ad un anno fa nella percentuale di raccolta differenziata pesavano molto alcune frazioni conferite al centro di raccolta della Lombardi (come il legno) e che oggi queste frazioni si sono sensibilmente ridotte.

Nonostante quindi il servizio sia molto obsoleto (parliamo di un appalto del 1997) e svolto sotto ordinanza sindacale, grazie all’impegno dei cittadini, alle nuove aree ecologiche, all’introduzione dei carrellati del vetro lungo le strade e gli esercizi commerciali, ai volontari che il mese scorso hanno distribuito le lettere di sensibilizzazione ed all’impegno delle associazioni ambientaliste, importanti miglioramenti sono stati fatti.

Si può fare ancora meglio. Basti pensare ad esempio che il vetro raccolto è passato dai 2 kg per abitante all’anno a 9 kg per abitante l’anno, contro una media regionale di circa 12 kg e nazionale di 28 kg procapite. E’ chiaro che questi ultimi due dati tengono conto anche dei Comuni dove è stato già introdotto il “porta a porta” (che determina fisiologicamente un aumento delle frazionali recuperabili), ma è fondamentale avvicinarsi il più possibile a questi target.

L’aumento registrato nelle ultime settimane ha tuttavia determinato anche dei disagi localizzati, come ad esempio l’insufficienza di alcuni contenitori della raccolta differenziata a contenere i materiali in esso conferiti. In questi giorni stiamo affrontando questa problematica individuando le aree di maggiore criticità e convertendo alcuni contenitori destinati ai rifiuti indifferenziati in contenitori per le frazioni recuperabili.

La campagna di sensibilizzazione per il raggiungimento dell’aumento del 5% di raccolta differenziata continuerà anche in questi ultimi due mesi, con ulteriori iniziative realizzate anche grazie al contributo delle associazioni ambientaliste presenti sul territorio.

E’ dunque indispensabile un ultimo sforzo da parte di tutti i concittadini acquavivesi per raggiungere questo importante obiettivo di scongiurare l’aumento dell’ecotassa regionale per indirizzarci coerentemente verso un modello di raccolta dei rifiuti più virtuoso.

 

*Assessorato all’Ambiente

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI