Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

BALLOTTAGGIO: I CANDIDATI SCRIVONO AI CITTADINI

palazzo_de_mari

Il turno di ballottaggio si avvicina e i due contendenti alla carica di sindaco lanciano l’ultimo appello ufficiale prima del voto di domenica e lunedì.

 

Michele Petruzzellis

Domenica e lunedì prossimi si vota per scegliere il sindaco di Acquaviva. Grazie a voi, alla vostra stima e fiducia, sono arrivato con largo consenso a concorrere nella votazione di ballottaggio e di ciò sarò sempre grato alla mia città. Ora, però, è indispensabile mobilitarsi e trovare il coraggio, la volontà e la capacità di liberarsi del vecchio sistema di governo pesantemente condizionato da quei politici, da sempre sulla scena, che adesso si ripropongono nascondendosi dietro le apparenze del nuovo nella speranza di far dimenticare le loro gravi responsabilità nel declino della città.


A costoro Acquaviva ha pagato un prezzo già troppo alto, subendo la mortificazione e la frustrazione delle risorse ed energie migliori. Sarete certamente d'accordo con me sulla necessità di interrompere il malgoverno per evitare ulteriori danni: mi riferisco, fra l'altro, alle manovre speculative in corso sull'area dell'ex Cantina Sociale denunciate di recente da organi di stampa e mai smentite dai personaggi chiamati in causa, oggi sostenitori del mio antagonista.


La mia candidatura a sindaco, ha avuto fin dall'inizio un solo significato: mettere la mia esperienza e le mie competenze, maturate in lunghi anni di lavoro, al servizio del mio paese, per contribuire alla sua rinascita con la partecipazione attiva di tutti i candidati che mi affiancano e di tutti coloro che si sono tenuti finora in disparte perché delusi. E' mia intenzione, se sarò eletto sindaco, garantire la trasparenza e restituire dignità agli istituti della democrazia, rilanciando le Consulte comunali e valorizzando la vasta rete associativa presente nel tessuto civico. Mi impegno, in particolare, ad attuare finalmente le leggi che favoriscono la partecipazione degli utenti e delle organizzazioni dei consumatori al monitoraggio permanente della qualità dei servizi comunali.


Nel corso della campagna elettorale ho espresso in ogni occasione pieno rispetto per i candidati miei avversari e per le liste ad essi collegate. Devo ora aggiungere (e lo affermo anche per testimoniare qui, ancora una volta, la mia contrarietà alle contrapposizioni pregiudiziali) che l'intero raggruppamento del prof. Carucci si è particolarmente distinto per correttezza, lealtà e disinteresse, dando prova di autonomia politica e culturale.


Per quanto mi riguarda, credo di poter vantare altrettanta autonomia, avendo rinunciato ad apparentamenti.


Ciò anche in coerenza col mio fermo proposito di caratterizzarmi in netta discontinuità rispetto alle amministrazioni del passato e di introdurre profonde innovazioni di sistema nella gestione urbana. In ragione di ciò mi impegno unilateralmente a mettere a disposizione del menzionato gruppo di minoranza, in funzione di equilibrio e garanzia, un idoneo spazio istituzionale per l'esercizio incondizionato di un rigoroso controllo sull'operato della mia Amministrazione, senza vincoli politici e in piena autonomia, allo scopo di verificarne la trasparenza e l'aderenza agli interessi generali della comunità. Rivolto, infine, fiducioso, un accorato appello a tutti voi perchè appoggiate il mio progetto di rinascita cittadina e mi sosteniate, anche oltre le elezioni, nello sforzo di rilanciare lo sviluppo produttivo, occupazionale, sociale e culturale del paese.

 

 

Francesco Squicciarini

Care concittadine e cari concittadini, desidero ringraziare di cuore tutti coloro che con il loro voto hanno manifestato grande fiducia nel progetto di cambiamento della città che mi onoro di rappresentare insieme alla coalizione che mi sostiene. 5.389 voti testimoniano un reale bisogno di cambiamento, la voglia di questa Città a non rassegnarsi. La forza del nostro progetto di cambiamento è nei tanti giovani, nelle donne e negli uomini che con grande impegno ed entusiasmo sono pronti a mettersi al servizio della comunità per costruire insieme un futuro per Acquaviva.


Con la mia elezione sarebbero eletti insieme a me, nelle file della mia coalizione, giovani e capaci consiglieri comunali testimonianza di un reale processo di rinnovamento della classe politica della nostra Città. La nostra proposta programmatica, le nostre idee e le nostre progettualità sono una risposta seria e concreta alle necessità di sviluppo della nostra Città.
Se me ne vorrete dare la possibilità, da parte mia ci sarà tutto l’impegno e la dedizione a governare una città che amo e verso cui provo un profondo affetto, una città che ha bisogno di energie nuove per aprire una nuova stagione di sviluppo e rinnovamento.
Da subito potremo avviare una collaborazione concreta con la Regione Puglia che, in piena sintonia con l’amministrazione comunale, potrà agevolare le politiche di sviluppo del territorio e dell’economia acquavivese (Piano Regolatore Generale, distretto culturale produttivo, politiche giovanili, riqualificazione delle periferie, riqualificazione centro storico, ultimazione teatro comunale).


Vi chiedo, quindi, nelle votazioni di ballottaggio dell’11 e 12 aprile prossimi, di scegliere il cambiamento, di votare per uno straordinario progetto di rinascita per Acquaviva di cui, insieme a voi, voglio essere protagonista.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI