Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

Fratelli d’Italia: Successo di firme “Primarie delle idee”

alessandro longo

 interno articolo_fratelli

Si riparte dal basso anche ad Acquaviva delle Fonti. Alessandro Longo, coordinatore acquavivese FdI, era presente ieri a Piazza Vittorio Emanuale II per le “Primarie delle idee” di Fratelli d’Italia: oltre al simbolo anche proposte, dove i cittadini potevano scegliere i propri rappresentanti e dire la loro sul programma. Il programma politico del futuro e scelto dal basso. Anche in vista delle prossime Europee.

Chi ha votato, da uomo libero e da donna libera, ha detto la sua su 10 questioni sociali delicate, quali: sicurezza, moneta euro, concorrenza sleale al Made in Italy, famiglie in difficoltà, evasione fiscale, elezione diretta del presidente della Repubblica, incentivi alle famiglie numerose, slot machines, obbligo di primarie per la scelta del leader della coalizione di centrodestra, e riapertura delle case chiuse.

Non è affatto mancata una numerosa raccolta di firme, nonostante il partito non goda di facili spazi mediatici: segno evidente che un pensiero controcorrente non trova strade spianate nei Tg o nei giornali, nazionali o locali, e con qualche facile e pubblica imprecazione.

Alle primarie hanno votato i cittadini al di sopra dei 16 anni di età. Ci si rivolge a questi affinché essi si sentano parte di qualcosa. Un qualcosa che deve essere da loro ben ponderato: valutando le qualità del partito, il simbolo, e le persone al loro interno. I valori: vecchi e nuovi. La volontà di democrazia interna. Scegliere e farne parte attiva. E senza che qualcuno gli dica di “non esporre opinioni”… magari senza il consenso preventivo dei guru della comunicazione.

Ponderare e sondare l’ambiente di partito, scegliere il simbolo, scegliere le persone, essere parte di qualcosa. Essere, dunque, liberi di esporre le proprie opinioni: senza la facile benedizione dei maggiori media.

In nome del popolo sovrano, non lasciamo morire la democrazia e la partecipazione: non restiamo indifferenti. Un sentito ringraziamento meritano coloro che hanno votato e in pieno esercizio della loro libertà: senza subire alcuna manipolazione mediatica. Senza scegliere un simbolo che garantisce, da solo, facili favoritismi e facili posti di lavoro.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI