Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

Sindacati Miulli: l’importanza del fronte comune e rapporto coi media. Due sondaggi.

miulli

 interno articolo_genlocal

Il periodo non facile del Miulli, una grigia parentesi che può conoscere lieto fine, ricade, ormai, sulla vita dei suoi dipendenti: tutti. Oggi, però, non più soli: ma accolti, nei fatti, da un nuovo ed unico fronte sindacale ad undici sigle.

(Due liberi sondaggi GenLocal)http://genlocal.wordpress.com/2014/01/30/sindacati-miulli-limportanza-del-fronte-comune-e-rapporto-coi-media-due-sondaggi/

Un fronte 2.0 e che terrà ben saldo, nella serietà dell’impegno, un prezioso ponte di dialogo con la Dirigenza: portando nuovi strumenti di democrazia partecipata fra i lavoratori. Gli stessi lavoratori, dapprima critici all’operato dei sindacati, che dovranno essere, invece, più partecipi e responsabili. Perché il fronte avrà due missioni: salvare la vita dell’azienda al prossimo appuntamento di marzo e salvarne, anche, il suo settore lavoro. Salvarlo a favore di tante famiglie monoreddito e che oggi vivono in tempo di crisi.

Un fronte 2.0 per mettere da parte storiche divisioni, anche ideologiche, per lasciare spazio solo a ciò che dovrà restare: il sindacato. Ed il popolo del sindacato: i suoi lavoratori.

Questo fronte, oggi, non ha alcuna difficoltà a costruire ponti di dialogo con la Dirigenza aziendale, con la Regione Puglia e con il Sindaco di Acquaviva delle Fonti, il dott. Davide Carlucci. Ed a parte il nobile impegno di qualche testata locale, nella serietà delle sue interviste e fedeli ricostruzioni registrate, non tutti i media restano, forse, appieno interessati alle vere ragioni dei sindacati e al loro raccontare quella volontà di costruire ponti di dialogo interno. Ponti che servono per il bene comune. Che, tanto per cambiare, influenzano anche la vita della stessa città di Acquaviva e la vita della sua stessa classe politica fra maggioranza ed opposizione. Classe non presente.

Perché si potrebbe pensare, ipotizzare alla lontana, che qualcuno non presente all’assemblea, e senza la vera opportunità di poter fare domande ai protagonisti, abbia montato ad arte una ricostruzione dove l’intento dei lavoratori sarebbe solo volto alla guerra e non alla trasparenza e al dialogo. Vuoi perché, per scrivere le notizie, bisogna sempre avere le fonti certe e dimostrabili. Quelle fonti certe e dimostrabili che sono solo alla portata di chi pubblica i comunicati e di chi registra le dichiarazioni coi nomi e cognomi dei protagonisti.

I protagonisti hanno rivendicato due aspetti: la differenza fra le sigle, da un lato, e la volontà di essere uniti nella differenza. Morale: il mondo sindacale chiama, il lavoratore deve rispondere.

È altrettanto un periodo delicato anche per la Dirigenza dell’ospedale. Parliamo di una stessa azienda: se si considera che i livelli occupazionali non sono stati messi in discussione e che il Miulli non ha ancora dichiarato alcun fallimento. Il baratro, quindi, può essere evitato. Anche in senso mediatico.

http://genlocal.wordpress.com/2013/10/09/come-si-salva-il-miulli-la-care-service-e-la-serenita-dei-dipendenti/

A chi fosse interessato, il forum GenLocal è libero. Si può commentare e lasciare tutte le segnalazioni. Si può caricare il link e far comodamente girare, ad esempio, sulle bacheche o profili del Primo Cittadino di Acquaviva; come anche di associazioni e altri politici acquavivesi.

Due liberi sondaggi - I lavoratori Miulli hanno lamentato disinformazione e hanno versato per mesi questa particolare responsabilità ai sindacati. Dunque: primo sondaggio della rete. I media locali ed il mondo sindacale Miulli: quale verità? I sindacati conoscono, in genere, una piena libertà di comunicazione, a livello locale? – Secondo sondaggio. Il fronte comune sindacale del Miulli: può, oggi, definirsi realmente unito? È davvero rilevante, almeno nei prossimi giorni a venire, l’importanza di una sua profonda unione?  

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI