Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

Acquaviva Ricorda: l’Assessore Sardone risponde a GenLocal

primo piano_aa_rr_sardone

 

È stata posta dal blog GenLocal la seguente domanda alle istituzioni del Comune di Acquaviva delle Fonti: “Si può confermare che, ad Acquaviva delle Fonti, le giornate del 27 gennaio e del 10 febbraio saranno ricordate dalle scuole e dalle istituzioni locali e nel rispetto di quanto prevede la Legge?”

RISPONDE L’ASSESSORE ALLA CULTURA – Antonia Sardone, il quale ringraziamo pubblicamente.

http://genlocal.wordpress.com/2014/01/17/acquaviva-ricorda-lassessore-sardone-risponde-a-genlocal/

PER IL 27 GENNAIO – “La Giornata della Memoria sarà commemorata ad Acquaviva delle Fonti il prossimo 27 gennaio: con il coinvolgimento diretto delle istituzioni scolastiche che saranno invitate a partecipare all’iniziativa promossa dall’Amministrazione Comunale sul tema dell’Olocausto. L’iniziativa, che si terrà alle 19.00 presso la Sala Colafemmina e sarà aperta all’intera cittadinanza, consisterà in un dibattito iniziale durante il quale saranno invitati a portare le loro testimonianze coloro che hanno vissuto quel tragico periodo storico in un confronto aperto di esperienze e di ricordo di importanti eventi che, in particolar modo, hanno interessato il nostro territorio. Subito dopo sarà proiettato il film vincitore di numerosi premi e riconoscimenti  “Train De Vie” di Radu Mihaileanu con Agathe De La Fontaine, Lionel Abelanski, Rufus, Clément Harari.”

PER IL 10 FEBBRAIO – “Per quanto riguarda la Giornata del Ricordo, a seguito di un’intervista nella quale mi si dava piena disponibilità da parte dell’Associazione Liberi Di nell’organizzazione della celebrazione del 10 febbraio, le Foibe, ho ritenuto opportuno contattare il presidente dell’Associazione per chiedere una collaborazione.

http://www.facebook.com/pages/Associazione-culturale-LIBERI-Di/259005074229723

http://www.acquavivanet.it/politica/4992-antonia-sardone-settore-cultura-in-bilancio-positivo-si-al-10-febbraio.html

L’Amministrazione accoglie la proposta con la volontà di organizzare un evento che sia fortemente incentrato sulla storia e per questo riteniamo fondamentale ascoltare le testimonianze dei nostri concittadini che hanno vissuto il dramma di quegli eventi. Saranno indicati all’Associazione anche nomi di eventuali studiosi storici che potranno dare il loro contributo all’iniziativa e qualche spunto di riflessione. Anche in questa occasione è prevista la proiezione di alcuni estratti della serie “Il cuore nel Pozzo” di Rai Fiction e Rizzoli Audiovisivi, proposto dall’Associazione Liberi Di.”

RINGRAZIAMO LE ISTITUZIONI - Esistono due date cui la città di Acquaviva delle Fonti è tenuta, solitamente per legge dello Stato, a ricordare: sono il 27 gennaio e il 10 febbraio. Due date che devono essere entrambe commemorate presso le nostre istituzioni locali e le nostre scuole.

PER I GIOVANI - Ricordare, magari per dire un “NO”: al possibile nichilismo dei valori; all’ignoranza certa in ogni sua forma; al solito revisionismo di parte; al possibile desiderio di intollerenza promosso spesso da cattivi parolieri.

ACQUAVIVA RICORDA, SCARICA IL LOGO - Nei giorni 27 gennaio e 10 febbraio, o prima, o nel mezzo fra le date, si invitano gli acquavivesi a pubblicare, sui social network, il logo “Acquaviva ricorda 27 gennaio – 10 febbraio”. Questo è il link e funziona perfettamente: http://genlocal.files.wordpress.com/2014/01/acquaviva-ricorda.jpg

Si prega i redattori dei giornali on-line, in generale, di non omettere o modificare parti del presente comunicato: qualora, per strette ragioni interne, non è possibile pubblicare correttamente i link, invitiamo a togliere solo il collegamento ipertestuale (non i link, cui seguirà per l’utente la possibilità del “copia e incolla”).

AI GIOVANI DELLA POLITICA E DELL’ASSOCIAZIONISMO – Di qualsiasi fazione. Chi sente la necessità di costituire un gruppo in social network nel rispetto del logo è libero di farlo: questo logo non ha padroni ed appartiene a chiunque si schieri con la cultura della civiltà e della memoria. Unica cosa: siano questi gruppi, se possibile, supervisionati direttamente dall’Assessore alla Cultura.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI