Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

Voto-finish GenLocal: Carlucci resta saldo nei consensi.

primo piano_sondaggio_votofinish

 interno articolo_genlocal

Siamo giunti al voto-finish virtuale: ecco i risultati finali del sondaggio GenLocal “Comunali 6 dicembre 2013 - 6 gennaio 2014”. Sopravvissuti agli asteroidi e in procinto di pagare nuovamente l’IMU, ricordiamo che GenLocal è un blog dove il cittadino di Acquaviva delle Fonti può lasciare liberamente le sue segnalazioni. Raccomandiamo, le segnalazioni, di postarle attraverso commenti sul blog o di inviarle tramite e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. (Ringraziamo, pertanto, la cortese attenzione e la serietà di AcquavivaNet: giornale da sempre sensibile ai temi del paese reale.)

Dunque, dove eravamo rimasti: sì, avevamo posto in essere un libero sondaggio via internet, un termometro politico a livello comunale. Vediamolo assieme… (Liberi di commentarlo)

interno articolo_genlocal_risultati 

http://genlocal.wordpress.com/2013/12/06/sondaggio-genlocal-comunali-6-dicembre-2013-6-gennaio-2014/

Raggiunti i 431 voti: non abbastanza per una valida visione analitica, ma nemmeno così pochi. Il risultato più alto di voti raggiunge il 29,47%. E nessuna voce vanterebbe una maggioranza assoluta. - A nostro lucido parere, Carlucci, con tutta la maggioranza PD-SEL-civiche ed alleati esterni, si conferma saldo nel suo consenso elettorale.

Basterà, poi, fare un gradino poco più in basso per scoprire, presso gli stessi umori della rete, nuove esigenze: fatte di sognanti alternative. Gli utenti vicini ad Ingroia (…e, a nostro parere, non tanto lontani da Carlucci) hanno fatto sentire una voce molto più grande delle sigle tipo Movimento 5 Stelle e Forza Italia… Ed in merito proprio a quest’ultima è percepibile, oggi, un temporaneo calo della sua popolarità: tanto da far pensare che gli utenti azzurri siano oggi propensi ad immaginare un centrodestra alternativo… A favore delle primarie e ben distante dalle politiche della Merkel e del Governo Letta. Solo questo spiegherebbe il successo momentaneo di Fratelli d’Italia. Perché, ad Acquaviva, è ancora una realtà nuova e senza solide radici. (Anche se resta molto forte l’esigenza di un cambiamento – locale e nazionale – in seno alla medesima coalizione…)

Il popolo della rete, però, non è esattamente quello acquavivese (o italiano, in generale): gli internettiani sono cittadini solitamente giovani ed informati… Una nicchia a parte, che vuole pensare e vivere quotidianamente il confronto delle idee, anche in maniera piuttosto radicale… immersi, magari, in visioni molto più passionarie e senza troppe convenzioni pacate.

Eppure… Ha “anche” sorpreso, qui, il risultato del Movimento 5 Stelle: la realtà più internettiana d’Italia (…e più vicina ad Ingroia ad Acquaviva…) ha ottenuto un responso fuori da ogni logica. A nostro parere – proprio come per Forza Italia – è davvero poco… come risultato… irriconoscibile… (Ricordiamoci che il voto era comunque libero e disponibile in rete per almeno trenta giorni.) Ma, probabilmente, assisteremo presto ad un salto generazionale… Vedremo, poi, gente molto più matura, ad Acquaviva, puntare sui pentastellati. Dopo ultime sull’IMU e prossimi TG, della cara TV generalista, tutti incentrati sul megafono genovese. (Per carità: democratico giudizio ai posteri.)

 

Il sondaggio migliore e più accurato? – Scendere in strada. Fermare 500 acquavivesi nell’arco di sette giorni. (Di età differenti, cittadini italiani residenti ad Acquaviva, un voto senza l’uso della rete…) Spiegare, a ciascun cittadino, il quesito del sondaggio. Raccogliere alcuni dati privati di chi ha partecipato. Garantire, in ogni caso, la privacy della scelta dei singoli. Collaborare con AcquavivaNet. E quest’ultima sarà garante. – “Sappiatelo, cari amici acquavivesi: la tentazione sarà dietro l’angolo”. – Non si sa mai… Anzi, dopo il pagamento della vostra prossima mini-IMU… Sarete 500 in un giorno solo?

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI