Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

Tisci, Acque refluee per fini irrigui: "A che punto siamo?"

Roberto Tisci

 Riceviamo e pubblichiamo la seguente lettera aperta: 

 

Dopo un’attenta lettura del “Piano di Sviluppo” presentato dal Sindaco Carlucci e dalla Sua Giunta nel Consiglio Comunale del 3.12.2013, che ha visto l’approvazione, seppur in ritardo, del Bilancio di Previsione 2013, la mia attenzione è ricaduta su determinati punti che all’interno dello stesso piano, se vogliamo, fanno parte di un crono programma.

Noto con piacere la volontà politica di portare a termine progettualità serie ed importanti per la nostra comunità, come l’inaugurazione del cantiere per i lavori del riutilizzo a fini irrigui della acque reflue affinate, licenziate dal depuratore a servizio dell’abitato di Acquaviva delle Fonti.

Premesso che:

  1. con deliberazione della Giunta Comunale n. 138 del 5.7.2011 veniva approvato il progetto definitivo redatto dall’Ufficio Tecnico Comunale relativo ai lavori per riutilizzo delle acque, previa redazione di progettazione esecutiva;
  2. considerato che con determinazione n. 816 del 29.12.2011 veniva indetta procedura aperta ex art. 55 D.lgs. n. 163/2006 finalizzato all’affidamento dei lavori in questione con criterio di aggiudicazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa ex art. 83 c. 1 D.lgs. 12.4.2006 n. 163;
  3. considerato, inoltre, che la procedura di affidamento dei lavori e della progettazione non grava sul bilancio comunale in quanto l’intervento sarà realizzato interamente con le risorse del Programma operativo F.E.S.R. 2007/2013 Asse II – Linea d’intervento 2.1. Azione 2.1.2., di cui alla Deliberazione della Giunta Regionale n. 1774 del 2.8.2011;
  4. considerata anche l’aggiudicazione definitiva avvenuta da tempo alla ditta vincitrice del bando di gara e l’affidamento della gestione dell’impianto alla Cooperativa “La Molignana”, come da accordi di programma con la Regione Puglia;

è lecito sapere ed informare la cittadinanza e gli agricoltori, veri destinatari dell’opera, a che punto è la sottoscrizione del contratto, senza più procrastinare l’appuntamento, visto che l’anno 2013, tempo ultimo per l’utilizzo del FESR, sta terminando?

Sembrerebbe tutto pronto, compresa la disponibilità del Presidente della suddetta cooperativa a sottoscrivere la convenzione.

Negli ultimi anni si è vissuto in Acquaviva un periodo di vero e proprio linciaggio politico che ha visto “gli uni contro gli altri armati” partiti, schieramenti ed ideologie. Facile parlare dall’esterno e strumentalizzare su tematiche che devono poi necessariamente interfacciarsi col bilancio, quasi sempre tecnico e fiacco di risorse, vedi per esempio i capitoli per le tematiche sociali o sportive giovanili, che nell’esercizio di previsione 2013, come d’altronde negli anni precedenti, hanno subito una inconsistente ed ordinaria disponibilità economica, mettendo in seria difficoltà la povera gente, le associazioni e i giovani increduli in un futuro roseo e migliore.

Dico questo, perché c’è la necessità di remare in questi momenti incerti in un’unica direzione, maggioranza e minoranza, centrodestra e centrosinistra, nel rintracciare quante più risorse a pubbliche a fondo perduto e cofinanziamenti, presentando progetti seri ed utili allo sviluppo del territorio e della nostra “bella Acquaviva”, che possano poi interessare, perché no, il privato nella loro cantierizzazione e gestione.

Sindaco, è a Lei che mi rivolgo, tornando agli esempi sopracitati, e ce ne sarebbero altri. Il Piano di Sviluppo da Lei presentato, straordinario e corposo, attento e dettagliato, nello sviscerare le grandi e piccole problematiche, da subito deve dare risposta ai cittadini che con quasi ottomila preferenze l’hanno premiata, intravedendo in Lei la proba guida che doveva portare freschezza e discontinuità nel nostro Comune.

Io voglio ancora credere in Lei ed alle Sue lungimiranze, rafforzate anche da personali esperienze cosmopolite, ma l’etereo deve essere soffocato dalla concretezza. Per non tediare gli acquavivesi oltremodo con questa mia lettera aperta, ultimo consigliandoLe, non perda quel finanziamento FESR a fondo perduto, rimangono pochi giorni per la stipula del contratto e della convenzione.

Compiuta l’opera il merito sarà di tutti, dell’attuale amministrazione, che positivamente pone fine all’iter contrattuale, delle precedenti, che hanno avviato l’iter burocratico, nonché di chi, come la Cooperativa Molignana e il suo Presidente, hanno dimostrato in tutte le fasi impegno e disponibilità a rintracciare il finanziamento a fondo perduto, e non per ultimo, della comunità acquavivese e della sua classe politica, per aver finalmente fatto sintesi nella concretizzazione di un bene comune.

Auspico a Lei e agli agricoltori acquavivesi, stanchi di pagare l’erogazione dell’acqua a fini irrigui, quasi fosse petrolio, che l’opera venga cantierizzata. Contrariamente si potrebbe istaurare un contenzioso con la ditta aggiudicataria quasi spettro di un secondo caso MOVITER.

 

*  Roberto Tisci

 

Commenti  

 
#5 gattopardo 2013-12-10 00:10
Sono convinto che Roberto Tisci è il politico vincente per Acquaviva visto l'interesse che sta avendo nello scritto che ha presentato. Possibile che con queste intelligenze la raccolta differenziata langue ad Acquaviva . Perche?
Forse Davide non ha capito che la raccolta è ricchezza.Tisci faglielo capire a questa Amministrazione di Acquaviva bellissima.
 
 
#4 Gio Diuomo 2013-12-08 20:06
Tisci, cosa vuole farci sapere? Per caso che cambiano le amministrazioni e il metodo e' sempre lo stesso? Anche Lei è stato amministratore, forse non si e' opposto abbastanza duramente ad un certo sistema? Speriamo soltanto che questo Sindaco con la fama di paladino della giustizia combatta tenacemente i fenomeni di inquinamento della burocrazia comunale e si rispettino finalmente le regole della trasparenza a garanzia dei diritti della nostra comunità.
 
 
#3 rosso pelato 2013-12-08 00:00
Roberto peccato che sei uscito di scena. Sei e sarai sempre un grande. Davide purtroppo fa quello che può. Perde tanto tempo al Marketink. E' il suo forte. Però è anche produttore di tasse. Vedrai quante altre tasse sta preparando. Te lo dico io che sono un infiltrato del Comune. Un saluto a tutti. Roberto per favore ritorna fra di noi.
 
 
#2 habaneo 2013-12-06 17:23
grande tisci!
 
 
#1 tiziano ferro 2013-12-06 15:48
bravo tisci! unico vero grande politico di acquaviva!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI