Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Carlucci pronto a rispettare impegni. Liberi Di: “Fund raising idea generica”

davide carlucci

 

 interno articolo_davide_carlucci

A fine mese, sarà tempo di bilanci. Continua l’autunno caldo dell’Acquaviva Politica: con l’opposizione che già racconta una città ferma al palo. AcquavivaNet torna a fare il punto della situazione politico-amministrativa con il Sindaco Davide Carlucci. “Decidere, facendo gli interessi della collettività”. Presenza superflua: il Primo Cittadino ha presenziato all’ultima conferenza sul Miulli per alcuni minuti, senza interferire nei vari interventi degli ospiti; tutti presenti. In merito al Fund raising espresso dal dott. Nicola Marotta all’evento Liberi Di: “Ipotesi che mi sembra un po' generica.” Sindacati Miulli: “Discutere se me lo chiedono.”

Signor Sindaco, lei non è stato presente all'ultimo evento organizzato dall'associazione Liberi Di. Perché?

“In realtà ho presenziato per breve tempo, poi sono andato via perché ho ritenuto che la mia presenza fosse superflua, quel che avevo da dire lo avevo già detto all'incontro precedente.”

Come potrebbe definire oggi i rapporti fra l'Ente Comune e l'Ente Ecclesiastico Miulli? ...O la società Care Service?

“I rapporti con il Miulli sono tutto sommato buoni ma potrebbero migliorare se fosse riconosciuto al Comune il ruolo che gli spetta all'interno del consiglio degli affari economici. Con la Care Service c'è attenzione alla tutela dei lavoratori.”

Ha mai pensato di incontrarsi anche coi sindacalisti per discutere sul futuro dei dipendenti dell'ospedale Miulli?

“L'ho già fatto in passato e lo farò se me lo chiedono.” 

All'evento dell'Associazione Liberi Di si è parlato di una politica di Fund raising per salvare il Miulli. A suo parere, come potrebbe salvarsi il Miulli? 

“L'ipotesi del Fund raising, espressa in questi termini, mi sembra un po' generica. Potrebbe essere una buona idea, dipende da come viene realizzata. Il Miulli si salva con un progetto di sviluppo alto, ambizioso, che coniughi il contenimento dei costi necessario a superare questo momento difficile con una prospettiva di medio e lungo termine di riqualificazione che punti sulla ricerca e sulla specialistica. Il Miulli si salva anche riconnettendo l'ospedale al territorio. Puntando, cioè, a un progetto di censimento, sviluppo e potenziamento, dell'indotto sanitario. Le aziende acquavivesi potrebbero garantire le forniture e i servizi necessari al rilancio dell'ospedale, puntando anche su settori come la telemedicina e le biotecnologie; coinvolgendo anche l'università. Su questo, e su tutto ciò che ruota intorno all'ospedale come volano di sviluppo, l'amministrazione è pronta a collaborare.”

A quanto pare, il bilancio di previsione sarà previsto per il 20 novembre: di preciso, quando avrà luogo l'incontro fra i cittadini per discutere direttamente il tema del bilancio partecipato? In ogni caso, quant'è importante definire il bilancio di previsione e cosa potrebbe "sbloccare" nella vita degli acquavivesi?

“Il Bilancio di previsione, il cui schema è già stato approvato dalla nostra giunta in vista dell'approvazione definitiva in Consiglio comunale, sarà un momento importante di "tenuta" della nostra macchina amministrativa ma non sarà ancora lo strumento con il quale saranno visibili in maniera evidente le direttive future della nostra amministrazione. Queste si estricheranno nel bilancio consuntivo che sarà approvato nella prossima primavera: sarà in quell'occasione che potranno essere applicati i principi della partecipazione popolare e che potranno essere recepiti in toto gli indirizzi della nostra giunta.”

PRG, SIC Bosco di Mesola, 167, Piazza Della Torre. A suo parere, sono quattro nomi a caso o le ricordano qualcosa? Quale analisi?

“Questi nomi mi ricordano altrettante emergenze ambientali e, nel caso del Prg, soprattutto economiche, che stiamo affrontando. Forse su piazza Della Torre dobbiamo ancora avviare ancora una riflessione. Sugli altri temi, invece, abbiamo già avviati parecchi incontri, in particolare sul SIC Bosco di Mesola, dove abbiamo un'idea precisa di sviluppo che coniughi protezione dell'ambiente e turismo, in stretta connessione con il vicino ospedale Miulli. Anche sulla 167 ben presto esporremo il nostro punto di vista. Di sicuro la nostra intenzione è decidere, facendo gli interessi del Comune e della collettività, al contrario di quel che hanno fatto in passato altri amministratori che ci hanno lasciato in eredità questa patata bollente.”    

E debiti fuori bilancio, patto di stabilità 2014 e parco eolico? Come, a suo parere, questa sinistra governativa potrà monitorare le situazioni?

“Questa domanda contiene in sé piú domande ed è difficile dare una risposta. Sull'eolico abbiamo da poco inviato un parere non favorevole a una richiesta di insediamento di un parco di sei impianti in via Trellame. Questo perché non ci convinceva quel progetto in quell'area soprattutto perché era in contrasto con le previsioni del nuovo Putt. Se poi saranno presentati altri progetti in aree dove è consentito ospitare parchi eolici, li valuteremo di volta in volta. Per quanto riguarda i debiti fuori bilancio e il patto di stabilità 2014, la situazione al momento è sotto controllo.”

Il blog GenLocal ha lanciato una campagna e un forum sulla tutela della salute delle piazze acquavivesi: non è esattamente l'unico forum, ma lei - in merito al tema - quanto ritiene importante il futuro delle piazze Keplero, Garibaldi, Vittorio Emanuele II, Zirioni, Della Torre?

http://genlocal.wordpress.com/2013/10/09/acquavivesi-parliamo-della-salute-delle-nostre-piazze-cittadine/
“Ben vengano campagne come quelle di GenLocal: che sollecitano l'attenzione della comunità sulle nostre piazze e in generale sui luoghi della nostra città. Tutte le piazze citate dovranno essere in qualche modo riqualificate. In particolare piazza Vittorio Emanuele II, il cuore di Acquaviva, popolato da anziani e da giovani in tutte le ore della giornata. Anima della città con la sua Cassarmonica dedicata alla Banda, dovrà essere ristrutturata perché la pavimentazione è quasi dappertutto dissestata. Stiamo già cercando le risorse per provvedere a questo intervento.”

Profilo Facebook Associazione Liberi Di, aperta la campagna tesseramenti: http://www.facebook.com/pages/Associazione-culturale-LIBERI-Di/259005074229723

Forum GenLocal. Miulli, Care Service, serenità dipendenti: http://genlocal.wordpress.com/2013/10/09/come-si-salva-il-miulli-la-care-service-e-la-serenita-dei-dipendenti/

Opposizione: necessario parlare di albo dei writers. Ai lettori, argomento analogo: http://www.acquavivanet.it/attualita/3008-giovani-acquavivas-got-a-merchandising.html

 

 

 

Commenti  

 
#6 operaio 2013-11-19 11:15
e le indennità ai dipendenti ......quando le liquidiamo..... .....carlucci cammina da solo, non farti portare per mano dai tuoi dirigenti altrimenti diventi attore-protagon ista di films gia visti:
- RE FRANCO
- LE DISAVVENTURE DI SQUICCIO
il titolo per te sarebbe IL FERROVIERE
 
 
#5 Mensa 2013-11-17 09:02
È della mensa ne vogliamo parlare? È aumentata in costi per le famiglie, la qualità è discutibile, e' cominciata inspiegabilment e in ritardo. Questo e' il cambiamento che, l'assessore Vavalle e il consigliere Di Vietri, l'anno scorso chiedevano protestando in Comune?
Questa situazione rispecchia l'operato dell'amministra zione: immobilismo e demagogia.
 
 
#4 anticonformista 2013-11-17 00:20
Plebeo stai attento che Carlucci non si tocca. Acquaviva bellissima è pronta a scendere in piazza a difendere tutto.Anche a fare la rivoluzione.
Le feste parlano chiaro cosa volete di più. Il resto arriverà.
 
 
#3 Pippo 2013-11-16 12:19
Le precedenti amministrazioni hanno dimostrato totale incapacità nella risoluzione di tutti i problemi citati nell'intervista e adesso pretendiamo che Carlucci faccia in quattro mesi quello che i vari Tria, Laera, Santamaria,Pist illi e Squicciarini non sono riusciti a fare in 30 anni? Lasciateli lavorare, visto che per la prima volta a palazzo De Mari c'è gente onesta e capace.
 
 
#2 Saro il Buono 2013-11-15 13:19
Ecco dov'era, dietro-dietro e per pochi minuti, nessun intervento, e AcquavivaLive assente: www.facebook.com/photo.php?fbid=398632706933625&set=a.398632686933627.1073741830.259005074229723&type=1&theater
 
 
#1 Il plebeo 2013-11-15 12:58
Valuteremo, troveremo le risorse, faremo. L'Amministrazio ne Carlucci lavora in silenzio. I cittadini non conoscono niente, nessuna indiscrezione sul lavoro dell'Amministra zione Comunale. Persino "AcquavivaNet" annuncia la convocazione del Consiglio Comunale senza comunicare l'ordine del giorno del Consiglio stesso. Qualcuno di sinistra dice che si respira aria nuova, beato lui! Nelle riunioni di maggioranza si discute dei massimi sistemi, perciò diventa più difficile raggiungere la sintesi e si impiega più tempo per affrontare e portare a soluzione i problemi della comunità, anche quelli più elementari come la pulizia delle strade e la viabilità. I mesi nel frattempo passano, Acquaviva non cambia, i problemi aumentano insieme alla insofferenza dei cittadini, che hanno votato per questa Amministrazione e che cominciano a sentirsi delusi nelle loro aspettative e speranze. Sindaco Carlucci, i cittadini hanno la percezione di una certa difficoltà dell'Amministra zione, forse incapacità nell'affrontare i problemi che mostrano sicuramente la loro complessità, soprattutto quelli più annosi, di qui il "galleggiamento " dell'Amministra zione. E' così o ci sono altri motivi? I cittadini attendono risposte e non i soliti valuteremo, vedremo, faremo.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI