Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

Trasparenza e partecipazione, i primi passi dell'amministrazione

thumbtrue1305048940856 710_472

 

Sulla trasparenza e la partecipazione l'amministrazione comunale comincia a conseguire i primi risultati. Sul primo punto, infatti, Acquaviva ottiene un risultato encomiabile, figurando - come attesta il sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri - tra i comuni a punteggio pieno per quanto riguarda l'aderenza del proprio sito web agli obiettivi di trasparenza della pubblica amministrazione, con un totale di 65 indicatori soddisfatti su 65, pari al 100 per cento. Per quanto riguarda la partecipazione, invece, sono partite le prime nomine di consiglieri incaricati dal sindaco quali esperti su temi di interesse pubblico. Si tratta di sette cittadini che, in forza della loro competenza, collaboreranno gratuitamente con l'amministrazione per orientarla nella risoluzione dei problemi che riguardano la città.

Sul primo punto, la trasparenza, a diffondere l'importante risultato conseguito all'amministrazione è il presidente del Consiglio, Francesca Pietroforte, con un comunicato pubblicato sul sito ufficiale del Comune. "Al fine di garantire il diritto dei cittadini a un’informazione qualificata è stata predisposta sul sito istituzionale del Comune di Acquaviva delle Fonti un’apposita sezione dedicata alla trasparenza degli atti amministrativi e all’accessibilità alle informazioni. Cliccando sul banner “Amministrazione trasparente” presente nella home page o accedendo direttamente all’indirizzo

http://www.gazzettaamministrativa.it/opencms/opencms/_gazzetta_amministrativa/amministrazione_trasparente/_puglia/_acquaviva_delle_fonti

è possibile seguire le fasi attraverso cui ogni attività amministrativa si articola.

Lo scorso 27 settembre, l’amministrazione comunale ha nominato, quale responsabile per la trasparenza con compiti di controllo sull’adempimento da parte dell’Amministrazione degli obblighi di pubblicità previsti dalla normativa vigente, la dott.ssa Rosella Anna Maria Giorgio, Segretario Generale dell’Ente. La tempestiva ed efficace applicazione del D.Lgs n.33/2013 ha permesso da subito di ottenere i primi risultati: il nostro comune infatti è stato giudicato dal Dipartimento della Funzione Pubblica uno dei più virtuosi della provincia di Bari. Nello specifico, secondo i dati riguardanti la trasparenza nelle pubbliche amministrazioni alla luce dell’entrata in vigore del “pacchetto anticorruzione”, fra i 41 comuni della provincia di Bari solo nove hanno soddisfatto i sessantacinque indicatori individuati dal D.Lgs. n. 33/2013 e dalle regole tecniche conseguenti.

Acquaviva delle Fonti è uno dei nove comuni a punteggio pieno avendo rispettato tutte le indicazioni previste al fine di aggiungere il massimo livello di accessibilità e il maggiore livello di facilità nell’ottenimento delle informazioni cercate dall’utente".

I sette consiglieri incaricati dal Comune, senza potere di firma sugli atti né retribuzioni ma in virtù di un modello di democrazia partecipata che si vuol rendere attuale, sono i seguenti: Paolo Da Pelo, presidente del Comitato Rifiuti Zero, si occuperà di Igiene Urbana; Giuseppe Netti, direttore del festival Jazz e imprenditore musicale, si occuperà del progetto "Città della musica"; Giuseppina Losacco sarà l'esperta di randagismo; Francesco Longobardi, funzionario del ministero dei Beni Culturali, si occuperà delle attività per la riapertura del Teatro comunale; Vito Giorgio curerà la "valorizzazione dei prodotti agricoli e marketing dell'agricoltura"; Gianni Milella, ex assessore ai Servizi sociali, si occuperò dei "Progetti di formazione professionale"; l'avvocato amministrativista Giuseppe Ruscigno seguirà il "Contenzioso relativo agli strumenti urbanistici". 

Nei prossimi giorni saranno resi i nomi degli altri consiglieri esperti e dei consiglieri comunali con deleghe specifiche nonché dei responsabili di ogni quartiere.

Commenti  

 
#2 cittadino 2013-10-15 10:16
Ancora una volta l'ex assessore Pietroforte, fa centro.Era la migliore nella scorsa legislatura, rimane ancora la migliore.La cultura nei due anni svolti dalla Pietroforte, hanno dimostrato che si può aspirare ad una acquaviva bellissima!non ci rimane che sperare che la giovane Sardone faccia altrettanto.Deg li altri assessori, non si hanno notizie.....
 
 
#1 Il plebeo 2013-10-12 13:08
Facta, non verba! Sono trascorsi più di 100 giorni di Amministrazione Carlucci e al di là di alcune feste e manifestazioni che accontentano il popolo, di un presenzialismo del Sindaco, opportuno e lodevole, per la vicenda drammatica dell'Ospedale "MIULLI", io non ho visto altro. I problemi numerosi di Acquaviva, piccoli e grandi, che non c'è dubbio possono essere complessi e quindi difficili da risolvere, vedi quelli annosi come la ex 167, sono ancora lì che aspettano. Il PRG è diventato un illustre sconosciuto, nessuno ne parla, nessuno sa quale destino avrà. Mi hanno riferito che sarà cestinato per poi fare il PUG, e soodisfare così alcuni cittadini legati morbosamente alla zona SIC. Chi risponderà dei tantissimi soldi spesi per realizzare il PRG? La viabilità sul territorio di Acquaviva è pessima: traffico caotico agli incroci, macchine parcheggiate sui passaggi pedonali, su ambedue i lati nelle strade a doppio senso come ad es. le strade nei pressi degli edifici scolastici, sui marciapiedi, sugli accessi per i disabili, creando così enormi difficoltà al transito non solo delle macchine, ma anche dei pedoni. Uno spettacolo davvero orribile, non degno di un paese civile. Le regole vengono sistematicament e calpestate in assenza di controlli e di qualche responsabile, che sia sempre presente sul territorio e che utilizzi il "bastone". Sindaco, i cittadini vogliono iniziativa, decisione, concretezza, responsabilità, trasparenza. Questi sono i fondamentali di una buona Amministrazione . In bocca al lupo. Cordialmente. Il plebeo.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI