Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

Movimento 5 Stelle Acquaviva: "Giù le mani dalla Costituzione"

M5S

 

 

La Costituzione è dei cittadini, non dei partiti.

 

Il 7 e 8 settembre, il MoVimento 5 Stelle di Acquaviva delle Fonti sarà presente in piazza per

informare/formare i cittadini sulla violazione della Costituzione ad opera dei partiti.

Ignorando il risultato del referendum popolare del 2006, che bocciò a grande maggioranza la

proposta di mettere tutto il potere nelle mani di un premier, siamo di fronte ad un nuovo e ancor più pericoloso tentativo di stravolgere in senso presidenzialista la nostra forma di governo, rinviando, invece, di mesi la necessaria modifica dell’attuale legge elettorale.

L’indicazione generica di sottoporre a revisione oltre 69 articoli della Costituzione e l’istituzione di un Comitato parlamentare per le riforme costituzionali implicano uno stravolgimento dell’intero impianto: non si tratta, dunque, di un intervento di “manutenzione”, ma di una riscrittura radicale della nostra Carta fondamentale, non consentita dai meccanismi di sicurezza contenuti al suo interno.

Un Parlamento di nominati, pieno zeppo di piduisti, in tempo di crisi e sotto ricatto di Berlusconi vuole modificare la Costituzione, ed in particolare l’art. 138 che è uno dei capisaldi della Carta, senza nemmeno rispettare le regole della stessa.

Per evitare questo scempio il Movimento 5 Stelle di Acquaviva delle Fonti aderisce all’iniziativa

“Giù le mani dalla Costituzione” lanciata dai parlamentari pentastellati con un evento che si terrà oggi, sabato 7 settembre, a partire dalle ore 17, e si replica domenica 8 settembre dalle ore 10 alle 13 e poi dalle ore 18 alle 22 con un infopoint e volantinaggio presso P.zza Vittorio Emanuele II.

Si spiegherà nei dettagli il contenuto dell’art. 138 con le conseguenze di un suo stravolgimento.

In tale occasione sarà possibile firmare la petizione popolare per fermare la modifica del suddetto articolo e impedire che le segreterie di partito stuprino la Nostra Costituzione.

La Costituzione non può essere cambiata senza che il popolo italiano non ne sappia nulla, sta avvenendo tutto nelle segrete stanze.

Il M5S, quindi, chiama a raccolta i cittadini italiani a difesa della Carta fondamentale dello Stato, che può e deve essere modificata, ma non attraverso una “esternalizzazione” a una commissione decisa dai segretari di partito. La Costituzione è di tutti, non dei partiti.

La cittadinanza tutta è invitata a partecipare.

 

Movimento 5 stelle

Acquaviva delle Fonti

Commenti  

 
#1 carmen 2013-09-07 15:03
Se i grillini a Roma sono capaci di salire sul tetto di Montecitorio, come mai ad Acquaviva non salgono sul tetto del Comune?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI