Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

Nominate le Commissioni consiliari. Una nuova Farmacia in città.

cons. comunale_del_5_settembre_2013

 

E’ stato celebrato ieri, giovedì 5 settembre il consiglio comunale di Acquaviva delle Fonti.

I lavori, iniziati con la consueta ora di tolleranza, sono stati caratterizzati a più riprese da toni accesi. Due gli assenti: T. Montenegro (CDL) e G.C. Giorgio. Discussi otto punti su nove. Approvati all’unanimità dei presenti i verbali dei precedenti consigli comunali (8,17 e 26 luglio 2013).

Al 2° punto posto all’OdG la mozione della minoranza sull’area sgambatura dei cani in piazza Garibaldi, il tema quanto mai sentito ha occupato la maggior parte dell’intera seduta.

“Il centrodestra acquavivese- ha puntualizzato il consigliere del PdL Franco Montenegro- non è contro le aree di sgambatura cani, chiediamo al sindaco che individui l’area altrove, riteniamo inidonea quell’aiuola individuata nel mese di luglio”.

Il sindaco Carlucci spiegando le ragioni dell’intervento ha sottolineato che si tratta di “una mini area per cani temporanea e sperimentale”. In centro stando al parere della Maggioranza non ci sarebbero altre aree adeguate, ”quest’area ci servirà a capire come reagiscono i cittadini, stiamo cercando di introdurre ad Acquaviva una norma di civiltà. Sarà regolamentato l’uso dell’are di sgambatura, i cani saranno microcippati, abbiamo messo una recinzione che si toglie in un’ora, riteniamo che sia uno di quegli interventi che non richieda pareri preliminari, la ASL ci ha dato prescrizioni che attueremo (disinfestazione periodica), incrementeremo il verde nelle aiuole, stiamo cercando di rendere civile un uso quello della passeggiata dei cani in centro che fino a questo momento non lo è”.

Secondo l’assessore Busto il parere richiesto dal centrodestra alla Sovrintendenza non servirebbe in quanto piazza Garibaldi avendo meno di 70 anni non rientrerebbe tra i beni culturali. All’ingresso sarà posto un addetto del Servizio Civico Comunale, il proprietario è tenuto a raccogliere al momento le deiezioni del proprio cane, a breve verrà predisposto un regolamento che disciplinerà l’uso dell’area di sgambatura dei cani. Il dibattito ha toccato problemi di igiene, sicurezza pubblica “l’area di sgambatura per i cani non è un gabinetto a cielo aperto, ma un’area in cui poter correre senza museruola (Di Vietri). La mozione messa ai voti non è stata accolta (no: 12 voti, si: 3, 2 assenti).

L’interrogazione posta al 3° punto all’OdG -ha detto il presidente del consiglio Francesca Pietroforte- si ritiene ritirata in quanto è assente il cons. proponente T. Montenegro.

La massima assise cittadina ha poi nominato le Commissioni Consiliari:

-Prima (patrimonio comunale, contenzioso, rapporti tra gli organi del Comune e le libere associazioni, regolamenti) dott. Cotrufo Pasquale, avv. Luisa Pellecchia, avv. Piero De Pascale, sig. Tommaso Montenegro;

-Seconda (servizi sociali, pari opportunità uomo donna) dott. Giovanni Abbatecola, dott.sa Doriana Lagravinese, dott.sa Caterina Casalino, ing. Claudio Giorgio, sig.ra Carmela Capozzo;

-Terza (ambiente, ecologia, sviluppo e tutela del territorio) sig. Giovanni Nettis, dott. Beppe Di Vietri, prof. Franco Chimenti, dott. Franco Montenegro, avv. Claudio Solazzo.

Votati poi all’unanimità per la ‘Consulta della Cultura, per il recupero la tutela e la valorizzazione dei beni culturali del patrimonio storico culturale e ambientale’ i nomi dei cons. comunali proposti: per la Maggioranza Caterina Casalino (Lista VIVA) e per la minoranza l’ing. Claudio Giorgio.

Passando al successivo punto posto ODG l’assessore Luca Di Napoli dando lettura della sua relazione ha comunicato che presto in città “ci sarà una nuova Farmacia, la sesta ritengo che la cosa va vista favorevolmente”.

Il Consiglio comunale ha poi approvato l’atto di indirizzo in merito all’utilizzo dell’immobile dell’ex asilo sito in via De Santis come sede per ospitare il Consultorio Familiare di Acquaviva. La seduta si è conclusa infine con l’approvazione dei due debiti fuori bilancio.

 

Commenti  

 
#4 anticonformista 2013-09-13 22:25
"Acquavivese" forse non hai capito i ragazzi che giocano a pallone devono solo imparare a rispettare i cartelli che invitano il divieto del gioco del calcio sui giardini.Vigili Urbani facciamo rispettare questa legge. Mi chiedo ma i Vigili dove sono? A casa sicuramente. Invitamo il Sindaco a fare rispettare questa legge.
 
 
#3 Aquavivese 2013-09-10 14:30
Ma non sarebbe opportuno pensare prima ad altre cose? Possibile che la gente seduta vicino all'asilo sito in Piazza Garibaldi deve essere bersaglio di pallonate di ragazzini intenti a giocare oltre ai danni che questi provocano alle auto in sosta nelle vicinanze? Eventuali danni a persone o danni a cose chi li paga?
 
 
#2 possodirelamia 2013-09-08 16:35
Dott.Carlucci,n on avete pensato al lavoro per i giovani?Le cossidette cooperative di zona un gruppo di giovani pagati dal Comune per ripristinare soprattutto la pulizia dei giardini con il suo verde pubblico? Piazza Kolbe è piena di erbacce. E allora fate una commissione di persone semplici senza il dottorato.Vi ringrazio per una risposta
 
 
#1 IL GLADIATORE 2013-09-07 15:01
Ma pensate di muovere la zona industriale se volendola chiamare per dare lavoro hai giovani no !!!!! ho un altro ufficio postale ? Cosa si pensa aprire farmacie ampliamento cimitero certo che questa amministrazione a cura dei cittadini altrimenti la prossima legislatura il quorum dei votanti potrebbe essere di meno, se stanno male oppure muoiono Ma pensate a cose di molto più importate ( che avete idea di aprire una grande birreria cosi l'amministrazio ne non sente la mancanza quando erano nel sociale hahaahhaahahah
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI