Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

Tribunale, soppressione sez.:Cons. OO.AA. impugna Decreto al TAR

genlocal

 

 

Comunicato Stampa GenLocal

http://genlocal.wordpress.com/2013/09/06/tribunale-di-bari-soppressione-sezioni-il-consiglio-dellordine-ha-deliberato-di-impugnare-davanti-al-tar-il-decreto/

 

Dopo la soppressione delle designate sezioni distaccate del Tribunale di Bari, compresa la sezione di Acquaviva delle Fonti, ecco il link (in basso) dove è possibile prendere visione del decreto del Ministero della Giustizia dell’8.8.2013 e del provvedimento del Presidente del Tribunale di Bari del 27.8.2013.

Pertanto, segnaliamo che in data 2 Settembre si è svolto l’incontro fra il Consiglio dell’Ordine e i rappresentanti delle associazioni degli Avvocati delle sezioni distaccate.

Il Consiglio dell’Ordine ha deliberato di impugnare davanti al TAR il decreto dell’8.8.2013 e tutti gli atti conseguenziali.

 

http://www.ordineavvocati.bari.it/fckeditor/userfiles/file/AREA%20INFORMAZIONE%20AGLI%20ISCRITTI/Sezioni%20Distaccate.pdf

Commenti  

 
#1 vitantonio petrelli 2013-09-06 20:43
Sulla soppressione della nostra sezione del Tribunale ha certamente influito la mancanza di chiarezza dell'Amministra zione Squicciarini e l'atteggiamento arrogante dell'Ente Ecclesiastico, che, con affermazione falsa e fallace, ha dichiarato che gli immobili dismessi dell'Ospedale sono 'proprietà esclusiva dell'Ente Ecclesiastico'. Nè l'ingegnere capo nè il Sindaco o la Giunta hanno sentito il dovere di smentire, ed agire di conseguenza,non ostante le critiche, le interrogazioni e sollecitazioni del Consiglier4e Marcello Carucci e dei volantini dell'Associazio ne e del Comitato Cittadino in difesa del Miulli. Quando cesserà la codardia dei nostri amministratori e la deferenza fuori posto, meschina e insensata, per il Vescovo-Governa tore e sapremo difendere finalmente i diritti della nostra Città, defraudata dall'Ente Ecclesiastico del nostro Ospedale e delle sue e nostre proprietà? Gli altri si fanno prepotenti perché siamo pavidi, e quindi facilmente prevaricati anche dal Governo.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI