Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

MILELLA, UDC: LE NOSTRE PROPOSTE PER IL SOCIALE

gianni_milella

L’intervento conclusivo, nel corso della presentazione della bozza di programma della coalizione di Centro Sinistra per le amministrative 2010, tenutosi nella serata di giovedì 25 febbraio scorso, è stato ad appannaggio del delegato U.D.C.. Giovanni Milella, dipendente del Comune di Cassano delle Murge e da anni impegnato nel  settore dei  Servizi Socio Culturali e delle Politiche Giovanili, candidato nella lista dell’Unione di Centro.

L’UDC, lo ricordiamo, sostiene la candidatura a Sindaco della città dell’ing. Squicciarini.

“La proposta progettuale formulata dall’UDC, condivisa dalla coalizione ed inserita nel programma – ha spiegato Milella - si sviluppa nell’area dei Servizi Sociali, culturali e delle Politiche Giovanili  e contiene elementi di novità sostanziali oltreche, ne siamo certi, vincenti. Il progetto prevede un nuovo modo di funzionamento della macchina Amministrativa e gestionale dell’Ente nonché dell’attuazione dei servizi rivolti alla comunità.

L’attuazione dei servizi e delle attività prevedono il ricorso sistematico e continuo ai fondi europei, regionali, ministeriali e del fondo sociale che si renderanno di volta in volta  disponibili in tutti gli ambiti. Laddove non sarà possibile attivare servizi ed attività con l’impiego dei detti fondi, si ricorrerà ( ed è questo l’elemento di novità e di forte impatto in  termini di fattibilità) alla così detta “Rete Sociale”cioè ad una innovativa politica gestionale strategica, che si caratterizza con il coinvolgimento e la collaborazione concreta dei soggetti  del settore del volontariato, delle cooperative sociali,della formazione professionale, dell’impresa sociale locale, che operano abitualmente e professionalmente in questi settori, per trasferire le loro competenze ed i loro servizi sul nostro territorio gratuitamente”.

“Questa strategia – secondo Milella - unitamente ad una forte politica di “concertazione” e di “partecipazione attiva” da sviluppare a tutti i livelli: locale, territoriale, sovraterritoriale e nazionale, permetteranno di sviluppare, progettare e realizzare innumerevoli attività “trasversali” a quelle Istituzionali e creare strutture ed attività di servizio fino ad oggi inesistenti ad Acquaviva”.

Il rappresentante dell’Unione di Centro si è infine soffermato sulle modalità con cui questa strategia potrà essere realizzata: “Questa strategia gestionale porterà all’attivazione di innumerevoli servizi ed attività a “costo zero”,  senza cioè alcun esborso di denaro da parte  dell’Ente. Questo progetto garantisce  la rivitalizzazione del territorio di Acquaviva  in ambito sociale,culturale,socio sanitario e socio assistenziale, educativo, di lotta e  contrasto, nel campo delle problematiche sociali legate ai giovani e bambini, nell’ambito dell’orientamento, dell’inserimento e reinserimento socio lavorativo, per le  pari opportunità , dello sviluppo d’impresa e del lavoro ed altro ancora.

Il progetto prevede l’attuazione  di notevoli forme e  strumenti di “partecipazione attiva”  che coinvolgeranno tutta la comunità Acquavivese che vorrà esserne coinvolta”.

Commenti  

 
#1 vito delmonte 2010-03-04 17:22
Bravo Gianni,
la nostra speranza è di vederti all'opera. Siamo certi della bontà della tua proposta e della determinazione nel volerla attuare. Sono questi i giovani cui ha bisogno Acquaviva.
Grazie ed Auguri
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI