Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

Miulli, raggiunto accordo tra le parti a firma dell'Amministrazione

Palazzo di_Citt

 

 

Il Sindaco, la Giunta Comunale e i Partiti Politici della maggioranza accolgono favorevolmente la notizia dell’accordo raggiunto tra la dirigenza dell’Ospedale Miulli e i rappresentanti dei lavoratori, che pone le basi per la risoluzione della crisi economica, senza che questa venga fatta pagare, come veniva paventato, ai lavoratori.

Dopo questo accordo si può proseguire, in un clima più sereno, con la procedura di concordato preventivo prevista dalla legge, anche in considerazione della proroga sulla scadenza.

Nel merito dell’accordo ai lavoratori è stato chiesto di “prestare” all’Ospedale 1 ora settimanale di lavoro in più e la metà del premio di produzione. Alla fine dei 5 anni del concordato che permetterà di evitare il fallimento dell’Ospedale, verranno restituiti i compensi non retribuiti.

Inoltre, verranno restituiti da subito tutti gli emolumenti che non sono stati erogati in questi mesi.

In estrema sintesi i lavoratori del Miulli perderanno solo il buono pasto (che come noto non è previsto nelle aziende in cui esiste il servizio mensa); i livelli retributivi, quindi, resteranno invariati evitando di mortificare le professionalità dei lavoratori del nosocomio.

Questo risultato è frutto anche del nostro impegno garantito fin dalla campagna elettorale.

Abbiamo evitato che la lunga tradizione di eccellenza del nostro Ospedale, riconosciuta da tutti, venisse depauperata e dispersa con la dichiarazione di crisi economica e con il rischio del fallimento.

Avevamo promesso che avremmo partecipato alla trattativa del tavolo regionale con pari dignità, restituendo alla comunità di Acquaviva il giusto riconoscimento del proprio ruolo, con tutti i soggetti presenti, la Regione Puglia, le organizzazioni dei lavoratori e la dirigenza del Miulli.

Avevamo, inoltre, promesso ogni nostro sforzo per ottenere un tavolo Regionale permanente di crisi che affrontasse e impegnasse la Regione Puglia concretamente e attivamente.

Queste promesse sono state ampliamente mantenute.

Non solo gli acquavivesi sono stati rappresentati al tavolo delle trattative, ma la Regione Puglia nel suo complesso, in particolare il Presidente Vendola e l’Assessore Regionale Gentile, si sono impegnati riconoscendo al Miulli un contributo economico di 6 m.ni di € in considerazione degli alti livelli produttivi e finalizzato a scongiurare il licenziamento di 120 lavoratori.

Il Comune di Acquaviva, quindi, all’unisono con la Regione, le OO.SS. e la dirigenza del Miulli sono riusciti a non far pagare ai lavoratori la crisi economica strutturale dell’Ospedale.

Oggi possiamo affermare senza timore di smentita che tutti questi impegni sono stati mantenuti e, sommessamente, ci permettiamo di far notare che il nostro silenzioso e costante lavoro ci ha permesso di partecipare da protagonisti al raggiungimento di questi obiettivi che fino ad un mese fa sembravano irraggiungibili.

Possiamo affermare, inoltre, che il nostro lavoro di dialogo, di pressione, di indirizzo è stato premiato non certo perché abbiamo assunto una posizione di tipo “notarile”, ma perché abbiamo saputo indirizzare le nostre energie e abbiamo saputo porre sul tavolo la nostra credibilità e autorevolezza, evidente a chi è abituato a relazioni industriali con le forze sociali.

Anche il cambio di atteggiamento della direzione dell’Ospedale, durante le trattative, dalla decurtazione netta del premio di risultato al “prestito” che i lavoratori faranno per i prossimi 5 anni al nosocomio, è frutto di questo lavoro effettuato tra le parti con i massimi livelli regionali.

Il primo atto è compiuto ed è stata scongiurata la crisi economica non solo del Miulli, ma anche della nostra comunità, i passi successivi verranno affrontati con le modalità che abbiamo relazionato alle OO.SS. più responsabili del nostro nosocomio, negli incontri che si sono succeduti.

 

Il Sindaco e la Giunta

Partito Democratico Acquaviva

Sinistra Ecologia Libertà Acquaviva

Lista Viva

Lista Nuova Acquaviva

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI