Martedì 13 Novembre 2018
   
Text Size

Soppressione del Tribunale, Consiglio Comunale urgente

sala consiliare_vuota

 

La massima assise di Acquaviva torna a riunirsi questa mattina alle ore 11: 30.

All’Ordine del Giorno la discussione sulla soppressione della sezione distaccata di Acquaviva del Tribunale di Bari e i relativi provvedimenti che l'Amministrazione comunale sarà chiamata a prendere per scongiurarla.

Pubblichiamo di seguito l’avviso di convocazione:

 

Si comunica, tenuto conto dell’esito della Conferenza dei Sindaci dei Comuni di Acquaviva delle Fonti, Gioia del Colle, Santeramo in Colle e Cassano delle Murge in data 12.07.2013 e della Conferenza dei Capigruppo del 15.07.2013, che il Consiglio Comunale è convocato, ai sensi dell’art. 5 comma 4 del vigente Regolamento di funzionamento del Consiglio Comunale, in sessione d’urgenza, in 1^ convocazione, in seduta pubblica aperta, nella sala delle adunanze di Palazzo di Città, per il giorno 17.07.2013 alle ore 11,30 per la trattazione del seguente O.d.G.:

N. - OGGETTO

1 - Decreto Leg.vo n.155/2012. Soppressione della sezione distaccata di Acquaviva delle Fonti del Tribunale di Bari. ORDINE DEL GIORNO

Gli atti saranno a disposizione dei Consiglieri Comunali di Acquaviva ai sensi dell’art. 7 del vigente Regolamento del Consiglio Comunale. La presente convocazione si intende estesa ai Consiglieri Comunali dei Comuni di Cassano delle Murge, Santeramo in Colle e Gioia del Colle, al fine di celebrare il Consiglio Comunale aperto con le realtà territoriali interessate al mantenimento della sezione distaccata di Acquaviva delle Fonti del Tribunale di Bari.

Sono altresì invitati i Giudici Dott. Giuseppe DISABATO e Dott. Domenico MASCOLO, oltre che il Presidente dell’ Associazione Avvocati e Procuratori “Acquaviva-Gioia del C.-Santeramo- Avv. Luciano IACOBELLIS e dell’Aassociazione “Quid Novi” Avv. Laura PETRUZZI.

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO - Dott.ssa Francesca PIETROFORTE

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI