Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

GD Puglia su caso Natuzzi ed emergenza lavoro

logo GD_Puglia_white

 

 

I Giovani Democratici di Puglia esprimono la più grande preoccupazione per l’annuncio di 1726 esuberi da parte della Natuzzi.

“Stiamo assistendo a un vero e proprio smantellamento del sistema industriale e produttivo nella nostra terra. Il Piano Industriale presentato lunedì dalla Natuzzi è inaccettabile” afferma il Segretario Regionale, Pierpaolo Treglia. L’iniziativa dei sindaci dei comuni interessati dalla vicenda Natuzzi, che questa mattina si sono riuniti per discutere, mette in evidenza che quella che si configura è una vera e propria emergenza territoriale. “La cosa che ci lascia più sgomenti è che l’annuncio arriva dopo la sottoscrizione dell’Accordo di Programma per il Distretto del mobile imbottito, che rende disponibili 101 milioni di euro per sostenere l’occupazione e favorire una ripresa del settore.”

Il caso Natuzzi però non è isolato: nella nostra regione la crisi colpisce indifferentemente piccole e grandi imprese. Emergenze che, seppur con cause e forme diverse, incidono tutte negativamente nel quadro occupazionale, e non solo. Basti pensare alla già nota vicenda Bridgestone di Bari, alla emergenza OM Carrelli e alla complessa questione Omfesa nel Salento.

Non usa mezzi termini Lucia Viola, Responsabile Lavoro dei GD Puglia: “Il rischio è che tutte queste vertenze, unite alla crisi delle aziende edilizie, e alla crisi diffusa in corso ormai da 5 anni, provochi una vera e propria guerra sociale. La fase emergenziale è in atto già da troppo tempo.”

“Oggi come non mai, bisogna rilanciare politiche industriali e del lavoro, che scongiurino nuovi licenziamenti e che anzi permettano una ripresa dell’offerta di posti di lavoro, in particolare per i giovani. Solo puntando sulla valorizzazione del prodotto, il settore manifatturiero pugliese potrà risollevarsi; la partita dell’abbassamento dei costi di produzione (che penalizza in primis l’occupazione) è una politica certamente perdente per l’Italia nel mercato globale. Auspichiamo che anche il governo nazionale e regionale ne prendano consapevolezza, gli interventi a pioggia e i sussidi, evidentemente, non sono più soluzioni sufficienti.”

 

GIOVANI DEMOCRATICI PUGLIA

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI