SQUICCIARINI: RICOSTRUIAMO ACQUAVIVA

squicciarini

Si è svolto ieri sera presso la Sala 2000 il confronto propositivo della coalizione formata dal PD, UdC, Io Sud, IDV, Compagnia delle Arti e Lista civica che sostiene la candidatura a sindaco di Francesco Squicciarini. Durante l’incontro è stata presentata la bozza del programma per le amministrative 2010. Numerosi sono stati gli interventi e la partecipazione.

Francesco Squicciarini ha aperto l’incontro: "Ogni Movimento e Partito della coalizione che rappresento - ha detto il candidato sindaco - ha messo a disposizione le migliori energie e diverse competenze per realizzare questo Progetto politico, che ribadisco non è un “pacchetto” già preconfezionato. La nostra coalizione crede nel metodo della partecipazione collettiva: attendiamo i vostri contributi per migliorare questa bozza programmatica. Ciascuna delle persone che è seduta a questo tavolo di lavoro, e molti presenti in sala, hanno dato in questi mesi il loro contributo, cimentandosi  in settori diversi.

La sintesi della proposta programmatica che offriamo alla cittadinanza guarda al cambiamento della situazione attuale, di estrema crisi sociale ed economica. Crediamo nella trasformazione del territorio, nel rapporto diretto tra chi governa e la cittadinanza. Dobbiamo muoverci in sintonia, tutti insieme e con impegno per un futuro che dobbiamo costruire; per aprire una nuova stagione politica servono competenze e impegno gratuito; la nostra proposta programmatica nasce da diversi soggetti: organizzazioni di categoria, sindacati, tecnici, imprese, mondo del volontariato. Ha come obiettivo un progetto di rinascita di grande respiro che guarda lontano; le emergenze sono sotto gli occhi di tutti, partiamo da posizioni differenti, è vero, ma intendiamo superare le distanze con il confronto avendo come obiettivo il  bene di questa città. Occorre passare a politiche di pianificazione, lavorando sulle specificità che caratterizzano la nostra comunità, finora mai assecondate, sono queste le risorse più importanti che abbiamo. Vogliamo incidere da subito sulla realtà, ricostruire il tessuto sociale lacerato, uscire dall’emergenza con un “Programma nuovo” che ci impegnerà con la cittadinanza: la sfida sarà definita dal “crono programma”,  da strategie e strumenti che richiederanno un nuovo impulso e una forte responsabilità."

Squicciarini ha poi concluso: "Rimbocchiamoci le maniche e mettiamoci al lavoro per i nostri figli. La fase di elaborazione del programma non è esaurita ma è in divenire. Importante è nel progetto della nostra coalizione il ruolo dei Giovani, cittadini futuri di questa città. Una delle nostre proposte è il dialogo continuo, costante e partecipato tra chi governa e chi vive la città. Abbiamo nostre idee e progettualità ma non saremo chiusi al confronto".

È seguito l’intervento dell’Avv. Angelo Maurizio: «Il programma elaborato dalla nostra coalizione si caratterizza per la precisione dei punti e degli obiettivi che intendiamo perseguire. Non proveniamo dallo stesso orientamento ma siamo uniti nella condivisione del programma. Abbiamo lavorato a questa bozza programmatica per mesi, sappiamo cosa vogliamo fare, come lo vogliamo fare ed entro quando. Numerose le idee che sono state proposte, così come le problematiche individuate; abbiamo linee ben precise che, supportate dalla sostenibilità e dalla fattibilità, prospettano soluzioni per lo sviluppo e la ripresa delle attività produttive ed economiche. L’Amministrazione si deve aprire alla trasparenza degli atti pubblici: proponiamo a questo proposito il Bilancio partecipato. Ringrazio gli amici della coalizione per la fattiva partecipazione e collaborazione al Programma fatto proprio dal candidato sindaco, Ing. Francesco Squicciarini. L’impostazione della nostra campagna elettorale sarà improntata sul confronto con proposte e progettualità per questa Comunità».

Ha poi preso la parola l’Arch. Rocco Lombardi: «La Compagnia delle Arti è un’Associazione di professionisti e di imprese che da cinque anni osserva il territorio e avverte in maniera drammatica la crisi in cui versa la nostra città. Abbiamo formulato quattro capitoli di intervento sintetizzabili con il PRG, la Cultura, il Miulli e la questione agricola. Siamo consapevoli delle forze presenti sul territorio intendiamo fare un appello alle forze migliori per creare un circolo virtuoso tra le istituzioni, le università e le imprese. Siamo convinti di proporre un  modello di sviluppo sostenibile con la creazione di una Fondazioni di partecipazione per smuovere con una forza d’urto l’Economia e la Cultura della Città. Gli strumenti per l’attuazione non mancano, esistono direttive comunitarie, regionali, protocolli d’intesa, attraverso l’apertura e il dialogo con Confindustria e Confcommercio si potrebbe portare realizzare un Distretto Produttivo. Invito a dialogare sulle specificità del nostro territorio, e a smorzare i toni, se ci sarà dialogo paritetico e l’alta consulenza in determinati settori avremo a disposizione risorse economiche. Insieme possiamo fare molte cose!».

imma_morano

L’analisi programmatica prosegue con Imma Morano del PD: «Le politiche sociali e il bilancio partecipato sono alcuni degli strumenti che abbiamo pensato di mettere in atto come Coalizione. Avvertiamo l’esigenza di attuare la trasparenza della macchina amministrativa attraverso la riorganizzazione degli Uffici Comunali in modo da puntare all’efficienza dei servizi erogati ai cittadini; favorire lo snellimento delle procedure burocratiche con il potenziamento informatico; l’aggiornamento continuo del sito internet del Comune di Acquaviva delle Fonti per permettere l’accesso a tutti gli atti pubblici prodotti dai vari settori. E ancora, con uno sguardo alle Pari opportunità favorire il diritto alla genitorialità e al mantenimento del posto di lavoro attraverso l’incremento degli asili nido comunali; guardare al miglioramento dei servizi alla persona e alla qualità della vita del cittadino attraverso l’assistenza domiciliare agli anziani, ai minori, disabili; istituire e dare continuità al Servizio Civico e alla Commissione per i Servizi sociali che deve evitare l’assistenzialismo spinto, l’elemosina del Comune; è necessario creare servizi che diano beneficio all’intera Comunità; sosterremo l’impegno del Comune a compartecipare al Bando Regionale dell’integrazione dei canoni di locazione con specifiche voci di spesa da inserire nel Bilancio in modo da consentire ad un numero maggiore di richiedenti di poter beneficiare di tali aiuti; istituiremo apposite borse di studio per studenti di ogni ordine e grado; definiremo un piano di abbattimento delle barriere architettoniche; per quanto concerne l’immigrazione è necessario favorire l’integrazione attraverso momenti di multiculturalità: istituire manifestazioni che permettano la conoscenza degli usi e costumi degli stranieri residenti nella nostra Comunità; individuando, al tempo stesso, soggetti come punti di riferimento per la mediazione culturale. Insomma, rilanciare la Cultura e favorire la crescita civile e sociale attraverso un progetto di sviluppo sostenibile. Acquaviva delle Fonti ha la capacità di attrarre investimenti. Le parole sono state volutamente misurate, abbiamo calibrato le nostre progettualità alle risorse economiche. Crediamo che con il nostro Candidato Sindaco si possa cambiare questa Comunità. Francesco Squicciarini è il garante di questa coalizione».

Conclusi gli interventi si è aperto il dibattito, vivace e partecipato, con molti interventi e richieste di delucidazioni. A tal proposito, l'avvocato Maurizio ha spiegato che "durante la campagna elettorale, organizzeremo successivi incontri per analizzare nel dettaglio le proposte programmatiche della nostra coalizione".