Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

Carlucci: “Al tavolo permanente di crisi sieda anche il Comune”

miulli

Carlucci Davide_sindaco_di_Acquaviva

Oggi ho incontrato in Comune i rappresentanti sindacali del Miulli (Cgil, Cisl, Uil, Fials, Fvm, Fsi, Aaroi) che mi hanno manifestato il loro disappunto per lo stallo nelle trattative per salvare l'ospedale.

Con me erano presenti anche i componenti della maggioranza che sostiene la mia coalizione, che hanno condiviso in toto le loro preoccupazioni.

A tre settimane dal termine ultimo per le proposte di piano industriale per l'approvazione del concordato preventivo (la scadenza è il 22 luglio) non sono state fornite notizie ufficiali su una possibile via di uscita dalla crisi che garantisca livelli occupazionali e di reddito. Chiediamo, pertanto, nel più breve tempo possibile, anche ad horas, la convocazione del tavolo permanente di crisi che veda presente, oltre che la dirigenza dell'ospedale e la Regione, le forze sindacali e il Comune, come già chiesto con una nota ufficiale nei giorni scorsi. Ad oggi il Comune di Acquaviva non ha ricevuto nessun riscontro. Prendiamo atto anche del fatto che nessun rappresentante della comunità acquavivese è stato designato a far parte del neo eletto consiglio degli affari economici.

Il coinvolgimento dell'amministrazione comunale, oltre che volontà della cittadinanza, è anche richiesto come elemento di garanzia da parte delle sigle sindacali, visti gli interessi di cui il Comune è portatore.

Il Sindaco

Davide Carlucci

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI