Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

Marco Piconio (CDL): "Rinuncerò all'indennità di Sindaco"

marco piconio_sindaco

 

Questa sera una piazza gremita di gente ha partecipato ed applaudito convintamente il pubblico comizio del candidato Sindaco del C.D.L. Marco Piconio il quale ha ribadito, ancora una volta, che se verrà eletto Sindaco formerà una giunta stabile e duratura, nominando Vice Sindaco il suo contendente al ballottaggio, gli assessori saranno scelti fra tutte le forze politiche più rappresentative che hanno partecipato a questa campagna elettorale e la Presidenza del Consiglio sarà affidata al Consigliere più suffragato di qualsiasi lista esso appartenga, il tutto per la rinascita di Acquaviva.

Ad Acquaviva “scoppierà la pace!”


DSC 0158.2

Ha dichiarato pubblicamente che rinuncerà all’indennità spettante quale Sindaco e percepirà solo lo stipendio da dipendente; anche il Presidente del Consiglio e gli Assessori che nominerà dovranno accettare di ridursi l’indennità del 50% al fine di far confluire le somme rimanenti in un apposito capitolo dal quale attingere per le urgenti necessità delle famiglie disagiate, in collaborazione con le Assistenti Sociali, le Parrocchie e tutte le Associazioni di volontariato presenti sul territorio.

Gli incarichi professionali verranno affidati a validi professionisti della nostra città, a qualsiasi colore politico essi appartengano.

Eliminerà qualsiasi spreco nella pubblica amministrazione in quanto se è tempo di vacche magre, è tempo di vacche magre per tutti. Nessuno escluso.

Le priorità saranno:

 1)       Miulli;

2)       Teatro Comunale;

3        Ricovero di mendicità “Umberto I”;

4)       Centro Sportivo “Scappagrano”;

5)       Zona industriale;

6)       Raccolta differenziata;

7)       Riapertura del Ristorante per Anziani;

8)       Cooperative sociali per dare lavoro ai giovani.

Altri candidati Sindaci stanno facendo “l’orecchio del mercante”, non ne vogliono sapere nulla né dei problemi urgenti della cittadinanza né di avere un governo stabile e duraturo. Hanno promesso la nomina ad almeno quattro vice-sindaci, a 150 cittadini quali aspiranti assessori e ad almeno 4 persone per la carica del Presidente del Consiglio. Stanno illudendo la gente per l’ennesima volta sapendo già che queste promesse rimarranno disattese.

Ha ribadito che gli altri candidati scompariranno subito dopo la campagna elettorale, Marco Piconio, al contrario è stato sempre presente tra la gente, lo è stato, lo è e lo sarà anche domani!!!

Ha evidenziato, ancora una volta, che in questo momento particolare bisogna abbandonare la casacca di appartenenza e lavorare tutti insieme per il bene comune.

Il 26 e 27 Maggio sostenete la candidatura a Sindaco di Marco Piconio e dei candidati della lista del CDL perché la vittoria non sarà la sua ma di Acquaviva nella sua interezza!

Viva Acquaviva!!!

   Viva l’Italia!!!

 

Commenti  

 
#3 piconio 2013-05-26 21:43
Piconio sei uno spazzino di cadaveri. Lecchino e ignorante in materia di legge. Mi hanno detto dal comune che il tizio non sa leggere e interpretare un articolo di legge. Figuriamoci se deve saper leggere la costituzione di un consiglio comunale. Vai a scuola di sostegno ignoranton e togliti dai piedi. mercenario politico.
 
 
#2 franco 2013-05-25 08:43
Piconio è del PDL: Partito Dei Lecca Lecca.....
 
 
#1 psico 2013-05-24 01:54
Piconiooooo,... . sei sicuro che sono 8 le priorità del paese? Piconioooooo ....!!!!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI